Crea sito
I pasticci di casa mia

Pasta al forno

Pasta al forno
Pasta al forno
Pasta al forno

Domenica scorsa per pranzo, Valentina ha preparato questa pasta al forno, noi a casa la chiamiamo pasta al forno delle elezioni. La chiamiamo così, in quanto, ogni qualvolta ci sono elezioni, per praticità si prepara la pasta al forno. Mi spiego meglio, io lavoro presso i servizi demografici del mio Comune, quindi nel periodo elettorale sono molto impegnata e sopratutto il giorno delle elezioni, so quando esco la mattina, ma non so quando rientro e come volevasi dimostrare domenica scorsa sono uscita prima delle 8 e sono rientrata lunedì mattina dopo le 5, tranne per una breve pausa di un’ora in cui ho pranzato, e sono pure andata a votare.
La pasta al forno, quindi diventa un piatto che Valentina può preparare approssimando con l’orario del pranzo, in modo che appena arrivo a casa, giusto il tempo di lavar le mani pranzare e scappar via nuovamente.
A parte questa spiegazione non richiesta sui miei orari di lavoro, devo dire che questo piatto piace a tutti e la scusa è buona per poterlo preparare (voi direte: c’è bisogno di aspettare le elezioni? Assolutamente no, ma in questa occasione è sicuramente assicurato).

Ingredienti

gr. 250 fusilli o altra pasta corta
gr. 350 carne macinata mista
gr. 500 mozzarella
gr. 100 prosciutto cotto in una fetta spessa
gr. 100 mortadella in una fetta spessa
1 manciata si parmigiano
1 pizzico di noce moscata
gr. 350 passata di pomodoro
1 gambo di sedano
1 cipolla piccola
1 carota
1 bicchiere di vino rosso
olio evo q.b.

Preparazione

  • Preparare il battuto con carota, sedano e cipolla
  • In una padella scaldare l’olio e far soffriggere il battuto
  • quando il battuto sarà asciutto e rosolato, aggiungere la carne macinata, far rosolare per bene, rigirando spesso
  • sfumare col vino
  • quando il vino sarà completamente evaporato, aggiungere la passata di pomodoro e portare a bollore
  • abbassare la fiamma al minimo e continuare la cottura molto lentamente, rigirando spesso
  • regolare di sale
  • cuocete la pasta molto al dente in abbondante acqua salata
  • nel frattempo tagliate a cubetti, mozzarella, prosciutto e mortadella
  • In una ciotola unite alla pasta il ragù, parte del parmigiano, e della mozzarella, il resto servirà per la superficie, il prosciutto e la mortadella
  • fate una bella grattata di noce moscata e amalgamate il tutto
  • versate in una teglia imburrata, livellate e cospargete con la mozzarella rimasta, ancora un po’ di sugo e una bella spolverata di parmigiano
  • mettete in forno caldo per circa 40 minuti o comunque sino a doratura della superficie
  • Tirate fuori dal forno e fate riposare almeno 10 minuti prima di servire, si compatterà e il liquido rilasciato dalla mozzarella si asciugherà completamente.

Potete preparare la pasta al forno anche il giorno prima e metterla in forno un’ora prima del pranzo.

Pubblicato da ipasticcidicasamia

Mi chiamo Silvana, non più giovanissima, sposata, con due figli ormai grandi, Fabio e Valentina. Fabio vive e lavora lontano da casa, Valentina, studentessa universitaria, vive ancora in famiglia. Ho un lavoro a tempo pieno da ben 36 anni, in una pubblica amministrazione e una grande passione: la cucina. In questa mia passione ho coinvolto Valentina che si diletta con me in cucina. Siamo due pasticcione impunite. Ci divertiamo molto a cucinare insieme, ma sopratutto a bisticciare. Vi chiederete perchè pasticcione, semplice, non abbiamo entrambe alcuna cognizione sulla coreografia del piatto, riusciamo a fare buone ricette, ma la presentazione lascia sempre molto a desiderare. Il nostro motto: Non sempre belli, ma sempre buoni. Mi auguro che anche voi, sperimentando le nostre ricette, concordiate con noi sulla bontà e non sull'aspetto. Dimenticavo una cosa importante, ma mi raccomando non ditelo a Valentina, spesso io mi prendo il merito delle sue ricette :) La nostra pecca? La coreografia dei piatti è per noi qualcosa di veramente sconosciuto. Pazienza, la speranza è l'ultima a morire. Un giorno, forse.... miglioreremo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »