Leggenda sull’origine della Pastiera

Esiste una bellissima Leggenda sull’origine della Pastiera, che racconta come è nato questo dolce simbolo della Pasqua, preparato da secoli per le festività in tutto il sud Italia… storia che si intreccia tra mito, tradizione e realtà. Eccola per voi e buona lettura…Leggenda sull'origine della Pastiera

Leggenda sull’origine della Pastiera

La leggenda della sirena Parthenope creatrice della Pastiera, probabilmente deriva dalle feste pagane e dalle offerte votive del periodo primaverile, legate al culto di Cerere, dove le sacerdotesse portavano in processione un Uovo, simbolo di rinascita.

“La sirena Parthenope, venerata a Napoli come dea protettrice, dimorava nel Golfo tra Posillipo e il Vesuvio e ad ogni primavera, si manifestava al popolo di Neapolis, emergendo dal mare, allietandolo con la sua voce incantatrice, canti d’amore e gioia di vivere.

Una volta il canto della sirena fu così soave e generoso di emozioni che i Neapolitani la vollero ringraziare per questo dono, offrendole quanto di più prezioso essi possedevano.
Fu allora che sette delle più belle giovani della città ebbero l’incarico di portare i doni alla bellissima Parthenope:
1. La Farina, a simboleggiare la forza e l’abbondanza delle campagne.
2. Le Uova, simbolo di vita che sempre si rinnova.
3. La Ricotta, omaggio dei pastori e delle pecore che pascolavano libere. 
4. Il Grano tenero, bollito nel Latte come simbolo della vita germogliante. 
5. L’acqua di fiori d’Arancio, l’omaggio più profumato della terra. 
6. Le Spezie, omaggio dei popoli più lontani del mondo, che a Neapolis sempre trovavano accoglienza. 
7. Lo Zucchero (più verosimilmente il Miele), per esprimere la dolcezza che il canto della sirena dona all’universo intero. 
La sirena Parthenope, felice di questi doni si inabissò per recarsi alla sua dimora cristallina e deporli al cospetto degli Dei, per mostrare loro la generosità dei Neapolitani. Questi, inebriati anche essi dal soavissimo canto, come ringraziamento mescolarono con arte divina i doni e crearono la Pastiera, che superava in dolcezza il canto stesso della sirena”.
Si narra anche un’altra leggenda, forse più reale e plausibile, dove quattro pescatori, a causa di un improvviso maltempo, rimasero bloccati a mare in balia delle onde per un giorno ed una notte. Appena scampati e approdati a terra, a chi domandasse loro come avevano potuto resistere in mare così tanto tempo, rispondevano che avevano potuto mangiare la Pasta del giorno prima, fatta con Ricotta, Uova, Grano e Aromi. Per questa motivazione la Pastiera cominciò a simboleggiare la rinascita, sia per gli ingredienti, e sia perché aveva dato una seconda vita ai pescatori.

Nota: Leggenda tratta dalla Pagina Facebook IlVaporetto.com e Foto tratta dal Web.

Questa raccontata è una bellissima Leggenda sull’origine della Pastiera, che narra come è nato questo dolce simbolo della Pasqua, preparato da secoli per le festività in tutto il sud Italia… storia che si intreccia tra mito, tradizione e realtà. Cliccando sui nomi qui sotto elencati, è possibile consultare altre mie Ricette e articoli sulla Pasqua.

Se ti piacciono le mie ricette… le hai provate… vuoi chiedermi o dare consigli… ti aspetto sulla mia Pagina Facebook Il mondo di Rosalba”… a presto!

Precedente Pitta calabrese Successivo Pasta frolla per Biscotti

Lascia un commento