Risotto ai cachi facile

Risotto ai cachi facile

Risotto ai cachi facile, uno sfizioso piatto autunnale originale e raffinato, per altro molto facile da preparare. In questa ricetta ho abbinato il riso ad un frutto di stagione particolare, il Cachi. Una ricetta molto salutare e ottima in questo periodo dell’anno quando i cachi sono più dolci e morbidi che rendono questo primo piatto davvero cremoso.
I cachi sono un frutto ricchissimo, importantissimi per la nostra salute.

Il risotto ai cachi facile è una ricetta spettacolare, deliziosa e facilissima per osare in cucina con i sapori agro-dolce. Se amate sperimentare ai fornelli, vi consiglio di provare alcune ricette salate con la frutta. Con questo primo piatto, anche i più piccoli impareranno ad amare questo frutto autunnale oltre che nei dessert come il GELODI CACHI anche nei primi piatti.
Scopriamo insieme come preparare questo squisito risotto ai cachi facile, molto cremoso e saporito, in pochi passaggi

Risotto ai cachi facile
  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di riposo2 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti per il risotto ai cachi

  • 1 lbrodo vegetale
  • 320riso Carnaroli
  • 1scalogno (o cipolla)
  • 100burro (Grammi )
  • 2 gsale
  • q.b.Olio evo
  • 100 gformaggio grattugiato (Grana Padano)
  • 80 gFalde di Cachi (per falde, si intendono quelle porzioni di polpa che presentano una consistenza più molle e compatta).)

Come preparare il risotto ai cachi

Iniziate la preparazione di questo particolare risotto di cachi facile, preparando almeno un litro di brodo vegetale e portate a ebollizione.
  1. Affettate finemente lo scalogno o la cipolla e fatelo appassire con un filo di olio in una capace pentola.

  2. Aggiungete quindi il riso carnaroli fatelo tostare per un minuto e poi sfumate con il vino bianco.

  3. Trascorsi un paio di minuti, iniziate a irrorare il riso con il brodo vegetale caldo, coprendolo per bene e mescolando di tanto in tanto.

  4. Continuate a bagnare il riso con il brodo, aggiungendone altro solo quando il precedente sarà stato assorbito fino a fine cottura. Ci vorranno più o meno una ventina di minuti dopo. Mescolate di tanto in tanto con un cucchiaio di legno.

  5. Cinque minuti prima della conclusione della cottura, aggiungete le falde dei cachi e completate la cottura. Di solito occorrono 18-20 minuti

  6. Mantecate il risotto quindi con il burro e il formaggio a fornello spento e continuate a rimestare

    Lasciatelo riposare un paio di minuti

  7. Impiattate, il risotto mantecato nei piatti fondi, e guarnitelo con qualche falda di caco e del rosmarino freso a piacere, quindi servite ben caldo.

    Buon appetito, Barbara

Consigli

Se volete rendere questo risotto ai cachi ancora più goloso, potete aggiungere un formaggio caprino in mantecatura oppure del goloso gorgonzola!

Oppure potete completate il vostro risotto con i gherigli di noce tritati grossolanamente e il rosmarino.

Provate anche il RISOTTO ALLA MELAGRANA E GORGONZOLA

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Fantasia in Cucina

La mia passione per la cucina e il buon cibo è nata grazie al mio lavoro e ai miei viaggi. Ho iniziato sin da piccola a raccogliere le ricette di tutto ciò che mi piaceva mangiare e ad appuntarlo su una agenda. Con il passare degli anni è cresciuta in me la passione per la cucina e la tradizione enogastronomica del territorio ibleo. Il mio vuole essere un blog che non è un semplice sito di ricette, ma anche un viaggio della memoria, della cultura di un popolo, quello degli abitanti dei Monti Iblei, in Sicilia, luogo d’incontro tra le province di Ragusa, Siracusa e Catania. Dietro ogni ricetta c'è una storia, talvolta di una famiglia, di un incontro o di un viaggio. Il mio intento è quello di svelare, conservare e di tramandare attraverso le mie ricette l’anima, i saperi, le tradizioni, le passioni e la storia di un popolo. Cucino, fotografo mangio e posto. Mi piace anche consigliare ai miei amici oltre alle ricette sfiziose anche dove mangiare nei locali caratteristici dove andare a mangiare in Sicilia. Se vi va seguitemi, siete i benvenuti. Barbara

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.