Crea sito

Pasta fresca con asparagi selvatici e funghi

Pasta fresca con asparagi selvatici e funghi

La Pasta fresca con asparagi selvatici e funghi è un primo piatto veloce e gustoso. Gli asparagi con i funghi sono un abbinamento semplice e molto versatile. E ‘uno di quei primi piatti semplici da preparare ma così invitanti e freschi, che racchiudono in sé tutto il profumo e il sapore della primavera in un solo piatto.
Il gusto amarognolo degli asparagi, io utilizzo quelli verdi selvatici, si sposa e si bilancia bene con il sapore dolce ed intenso dei pomodori Pachino, e dei funghi, in questo caso ho utilizzato degli champignon. Ho aromatizzato i tutto con aglio e cipollotto fresco. Con l’arrivo della bella stagione si ha sempre più voglia di piatti colorati e gustosi. Gli asparagi sono degli ortaggi appartenenti alla famiglia delle Liliacee, la stessa a cui appartiene l’aglio. Ne esistono tantissime varietà: asparagi selvatici (anche detti asparagina), coltivati, verdi, bianchi, viola e rosa. I più comuni sono quelli verdi. Tutte queste varietà, oltre ad essere molto saporite, hanno numerose proprietà benefiche.
Gli asparagi sono un ortaggio dal gusto dolce che potete utilizzare come base per antipasti, ottimi contorni, torte salate, primi piatti provate anche i miei paccheri alla crema di asparagi e condimenti di ogni tipo. Questo primo piatto è inoltre perfetto per chi segue un’alimentazione vegetariana o vegana e non vuole rinunciare al gusto

Pasta fresca con asparagi selvatici e funghi
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • CucinaItaliana

Ingredienti per Pasta fresca con asparagi selvatici e funghi

  • 500 gPasta fresca pappardelle
  • 200 gAsparagi selvatici
  • 150 gFunghi
  • 150 gPomodori Pachino
  • 1 spicchioAglio
  • 1Cipollotto fresco
  • 6 cucchiaiOlio di oliva
  • q.b.Sale

Preparazione della pasta fresca con asparagi selvatici e funghi

Per la preparazione della pasta fresca, per prima cosa dedicatevi alla preparazione degli asparagi. Io ho scelto per questa ricetta gli asparagi selvatici, tipici delle mie zone, il Ragusano.
  1. Lavate gli asparagi, cercando di mantenere intatte le punte.

  2. Sbucciate lo scalogno, tagliatelo in quarti e affettatelo. Mettetelo a rosolare in una larga padella con due cucchiai di olio di oliva. Quando lo scalogno risulterà ben rosolato aggiungete anche gli asparagi. Mescolate bene e fate rosolare a fiamma bassa. Unite anche i pomodorini dopo qualche minuto e lasciate cuocere a fiamma dolce con il coperchio.

  3. Pulite e affettate i funghi champignon, fateli saltare in un’altra padella dove avrete messo a rosolare uno spicchio di aglio con un paio di cucchiai di olio di oliva e fateli cuocere per qualche minuto con il coperchio.

  4. Fate saltare appena i funghi e trasferiteli nella padella con gli asparagi e i pomodorini e lasciate cuocere.

  5. Mettete a bollire l’acqua per la vostra pasta fresca. Unite un cucchiaio di olio di oliva per non farla attaccare. Appena l’acqua avrà raggiunto il bollore, versate la pasta fresca e cuocete al dente.

  6. Scolate la pasta molto al dente e ripassatela giusto per qualche istante in padella con il condimento di asparagi, funghi e i pomodorini. Servite la pasta subito e ben calda. Buon appetito, Barbara.

Note

Io ho utilizzato per questa ricetta gli asparagi verdi selvatici,ma potete sostituirli con quelli coltivati.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Fantasia in Cucina

La mia passione per la cucina e il buon cibo è nata grazie al mio lavoro e ai miei viaggi. Ho iniziato sin da piccola a raccogliere le ricette di tutto ciò che mi piaceva mangiare e ad appuntarlo su una agenda. Con il passare degli anni è cresciuta in me la passione per la cucina e la tradizione enogastronomica del territorio ibleo. Il mio vuole essere un blog che non è un semplice sito di ricette, ma anche un viaggio della memoria, della cultura di un popolo, quello degli abitanti dei Monti Iblei, in Sicilia, luogo d’incontro tra le province di Ragusa, Siracusa e Catania. Dietro ogni ricetta c'è una storia, talvolta di una famiglia, di un incontro o di un viaggio. Il mio intento è quello di svelare, conservare e di tramandare attraverso le mie ricette l’anima, i saperi, le tradizioni, le passioni e la storia di un popolo. Cucino, fotografo mangio e posto. Mi piace anche consigliare ai miei amici oltre alle ricette sfiziose anche dove mangiare nei locali caratteristici dove andare a mangiare in Sicilia. Se vi va seguitemi, siete i benvenuti. Barbara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.