Crea sito

Pasta di zucchero

Follow Me on PinterestPin It

Pasta di zucchero

Ingredienti per circa 500 gr di PDZ
Acqua 30 gr
Colla di pesce 5 gr
Coloranti alimentari in gel o in pasta q.b.
Miele 50 gr
Zucchero a velo 500 gr o più (confezionato) 

Preparazione
Mettere la colla di pesce in ammollo in acqua molto fredda per farla ammorbidire . Scaldare il miele in un pentolino  insieme all’acqua, senza però portarlo a bollore. Strizzate  la colla di pesce e aggiungetela allo sciroppo con il miele. Setacciate lo zucchero a velo in una ciotola  e aggiungetevi il composto di miele, impastate quindi fino ad assorbire completamente lo zucchero a velo. (a fuoco spento)
Trasferite il composto su di una spianatoia spolverizzata con zucchero a velo e continuate a lavorare l’impasto fino a che sarà liscio ed omogeneo  e non si appiccicherà più alle mani. Se desiderate ottenere una pasta di zucchero colorata, dividetela in panetti  e aggiungete il colorante desiderato (meglio se in gel o in pasta) .Continuate a lavorare  il panetto fino a che il colorante si sarà assorbito e il colore sarà uniforme.

Infine avvolgete la pasta di zucchero con della pellicola trasparente e conservatela in un luogo fresco e asciutto fino al momento di utilizzarla! 
Io la userò per ricoprire una torta in occasione del compleanno di mia mamma!

Pubblicato da Dolci Tentazioni di Rosa Cardillo

Mi chiamo Rosa, ho 35 anni e vivo da pochissimo a l'Aquila, qui purtroppo non ho ancora trovato lavoro quindi la maggior parte del mio tempo sono a casa e posso dedicarmi alle mie passioni. Su Dolci Tentazioni, scrivo, cucino e fotografo le mie ricette con passione e amore, concentrandomi soprattutto sulla pasticceria. Collaboro attivamente con aziende Food&Wine con la creazione di foto e ricette Cerco di parlare di piatti genuini, preparati a casa con ingredienti di tutti i giorni che si trovano facilmente al supermercato. Cose realistiche, insomma. Cose che riconosci e che riesci a pronunciare. Niente di elaborato: una via di mezzo tra il preparare tutto da zero e le cose semplici più elementari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.