Crea sito

Pappardelle fatte in casa | Ricetta pasta fresca

Pappardelle fatte in casa
Pappardelle fatte in casa
Pappardelle fatte in casa

Pappardelle fatte in casa

Pappardelle fatte in casa ruvide, asciutte, perfette per tenere un condimento sia con pomodoro sia in bianco. Consigli e segreti per un risultato ottimale da mettere in atto sia nella stesura a mano con mattarello sia con l’apposita macchinetta elettrica per pasta. Si tratta di una preparazione base con uova e farine miste (farina di grano tenero tipo 0 e farina di grano duro tipo De cecco)

Pappardelle fatte in casa
Pappardelle fatte in casa

___________________

Qui altre FOTO

Portata : base per primo piatto

Prep Time:  30 minuti

Serving Size: 12 porzioni

Difficoltà : facile

________________________

Pappardelle fatte in casa

Ingredienti

  • 12 uova
  • 600 g farina 0
  • 600 g semola di grano duro

Preparazione

  1. Disponete sulla spianatoia le farine, quindi fare un incavo centrale
  2. Aggiungere le uova, quindi mescolate con una forchetta, fate assorbire tutta la farina circostante, fino a riuscire ad impastare con le mani. Formate un panetto sodo, quindi dividetelo in 4 parti uguali.
  3. Stendete ogni parte con il mattarello ( o con la macchinetta della pasta fino al numero 5 ) . Lo spessore deve essere di circa 2 – 3 mm
  4. Arrotolate una stesa alla volta, quindi tagliate le pappardelle (larghezza 1 cm), oppure utilizzare l’apposito accessorio per il formato pappardelle da posizionare nei binari del motore elettrico.

________________________

PER VOTARE LA RICETTA :

LASCIA IL TUO MI PIACE

________________________

Pappardelle fatte in casa

Consigli

I fattori che possono influire sul risultato finale possono essere :  la qualità della farina, la temperatura della cucina, la dimensione delle uova, l’umidità dell’impasto, la fase di asciugatura ecc ecc

Seguire ogni consiglio per ottenere una pasta fatta in casa davvero gustosa :

  1. Imparare a “sentire al tatto” la pasta mentre la lavorate, capire se è sufficientemente plasmabile, ne troppo morbida ne troppo asciutta
  2. Utilizzare solo farina bianca per una pasta più liscia e setosa, aggiungere percentuali man mano sempre più alte di semola per ottenere una pasta più ruvida.
  3. Imparate a conoscere il gusto e la qualità di una pasta fatta a mano con piccole aggiunte di farine diverse da unire alla classica bianca di base (esempio  integrale, di farro, di grano saraceno, di castagne, di ceci, di riso)
  4. Imparate a conoscere un impasto realizzato con uova intere oppure con soltanto i tuorli o addirittura senza uova (sostituite con acqua o latte). Ognuna avrà una sua consistenza e un suo gusto
  5. Imparate a lavorare il panetto per almeno 5 minuti di seguito (questo per favorire lo sviluppo del “Glutine” e quindi una buona compattezza della pasta all’atto della stesura)
  6. Imparate a lasciare il panetto coperto o meglio messo all’interno di una bustina alimentare da congelatore, per circa 20 minuti ( questo per permettere agli elementi del Glutine di legarsi fra loro, quindi per evitare l’effetto elastico durante la stesura )

Commenta questo articolo

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.