Crea sito
okara

Okara cos’è e come si utilizza in cucina

Quante volte avete sentito parlare di okara e vi siete chiesti cos’è e come si utilizza in cucina? Ebbene l’okara è la polpa che resta dopo la spremitura del latte vegetale fatto in casa. Principalmente quando si dice okara si collega subito ad un prodotto a base di soia, ma ormai si prepara il latte vegetale in tutte le versioni, nocciole, avena, mandorle, riso ecc. quindi di conseguenza l’okara segue il gusto della preparazione di origine. Inoltre possiamo ottenere l’okara anche durante la preparazione del formaggio vegano conosciuto con il nome di tofu.

L’okara è un prodotto prezioso ricchissimo di nutrienti per questo dopo la preparazione di un latte vegetale fatto in casa o tofu … non si butta mai.

100 grammi di okara apporta :

  • 77 calorie
  • 4,8 grammi di Proteine
  • 3,3 grammi di fibre
  • 1,3 grammi di ferro
  • 80 mg di calcio
  • zero colesterolo

Come conservare l’okara

Una volta ottenuto il prodotto okara si può utilizzare subito, oppure si può conservare 2 – 3 giorni in frigo, si può conservare in congelatore per lunghi periodi, oppure si può essiccare come si vede qui -> Okara di nocciole essiccata

Come si utilizza l’okara

L’okara come prodotto fresco (quindi non essiccato) va sempre aggiunto ad un impasto di base come impasto per fare :

  • pane
  • biscotti
  • torte da colazione
  • polpette
  • ripieno per ravioli
  • pasta fresca
  • pizza

L’okara come prodotto essiccato invece si può utilizzare anche direttamente sul piatto finito (che sia dolce o salato). Un esempio è quello di utilizzarlo al posto del parmigiano su qualsiasi pasta, oppure fa un’ottima figura anche come guarnizione su torte in sostituzione della granella di nocciola (o altro frutto secco), meravigliosa e nutriente anche aggiungerla in abbondanza nell’insalata verde insieme ad altri alimenti nutrienti come possono essere i semi di lino frullati, l’alga spirulina, lievito alimentare in scaglie, curcuma, zenzero (se provate l’insalata verde in questa versione potete evitare di mettere i soliti condimenti)

Commenta questo articolo

comments