Crea sito

Taralli siciliani ricetta classica (bersaglieri e regina)

Ogni voglio proporvi i TARALLI SICILIANI dei biscotti tipici che si preparano nel periodo di ognissanti e dei morti in Sicilia, vengono regalati ai bambini in cesti, allestiti con dolcetti vari e frutta martorana, simbolo di un regalo dall’aldilá dei cari defunti il cosidetto CANNISTRU. Mi ricordo che da bambina aspettavo sempre con ansia la mattina del 2 novembre, per vedere cosa mi avessero “portato i morti”. Tutti sapevamo che erano le mamme / nonne ad allestire quei cesti e metterli in bella vista sul tavolo, ma era comunque qualcosa che ci faceva pensare a chi non c’era piú e un occasione in piú per andare il pomeriggio al cimitero e ringraziare i nostri cari, si perché era sempre una gran sorpresa trovare “lu cannistru” con tanti regalini accompagnati da dolciumi vari. In molti paesi i cesti venivano addirittura nascosti e i bambini la mattina del 2 novembre scorrazzavano per casa a cercarli. Io non vivo in Italia da piú di 20 anni ormai, ma grazie ai miei amici e comunque grazie a social vedo che le tradizioni continuano e vengono tramandate anche ai piú giovani. Ormai i taralli peró si trovano tutto l’anno e per qualsiasi occasione, io vivendo all’estero un po’ meno, cosi ho deciso di farli a casa e mantenere viva la tradizione per mio figlio. Ho giá preparato una versione veloce con lievito e glassa fatta con lo zucchero a velo, che trovate in fondo alla ricetta, ma quest’anno mi sono voluta cimentare con la versione originale che é un attimo piú laboriosa, ma che secondo me merita e vale la pena di essere provata, perché il risultato é straordinario. Otterrete dei taralli siciliani straordinari morbidissimi dentro, ma al tempo stesso un involucro croccante e friabile tipico di questi biscotti. Anche la glassa classica ha il suo perché e conferisce a questi biscotti una consistenza molto particolare. Ricetta dal libro “Dolci e ricette classiche siciliane” versione 1982. Ma adesso vediamo come si preparano nella ricetta che segue.

  • Preparazione: 25 Minuti
  • Cottura: 15 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 10-12 persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • 800 g Farina 00 (primo impasto)
  • 200 g Farina 00 (spianatoia)
  • 200 g Zucchero
  • 4 Uova
  • 250 ml Latte
  • 200 g Strutto
  • 15 g Ammoniaca per dolci (Hirschhornsalz in Gemania)
  • 1 Scorza di limone
  • 40 g Semi di anice (in polvere)
  • 250 ml Acqua
  • 1 kg Zucchero
  • 3-4 cucchiaini Cacao amaro in polvere (per la versione al cacao)
  • q.b. Latte

Preparazione

  1. Iniziate la preparazione dei taralli siciliani dividendo i tuorli dagli albumi, quindi montate quest’ultimi a neve ferma. A parte montate i tuorli con lo zucchero unite lo strutto morbido e unite gli albumi montati. Ora mescolate con 800 g di farina, l’ammoniaca che avrete sciolto in un po’ di latte e unitela al composto delle uova, setacciandola. Mi raccomando non dimenticate la frusta per l’impasto. Naturalmente versate la farina alternandola con il latte restante e infine la scorza del limone grattuggiata finemente. Se decidete di usare i semi di anice potete versarli a questo punto, io non li ho messi. Ora versate l’impasto si una spianatoia, sará molto appiccicoso e unite i 200 g di farina restanti; impastate con le mani finché non avrete ottenuto un impasto liscio che potrete lavorare bene. ATTENZIONE a questo punto dividete l’impasto in 2 parti uguali, unite ad una metá 2 cucchiaini di cacao con un goccio di latte e finite di impastare per ottenere la versione al cacao.

  2. Accendete il forno a 200°, con l’impasto formate dei cilindri di circa 1 cm di spessore, ve ne serviranno due che verranno arrotolati tra di loro, formando una sorta di treccia che tagliatere formando i taralli siciliani della lunghezza di 8-10 cm. Ponete i biscotti su carta forno a circa 3 cm di distanza tra di loro ed infornate per circa 15 minuti.

  3. Quando i taralli siciliani saranno ben cotti sfornate e lasciateli raffreddare per bene. Quindi dedicatevi alla preparazione della glassa: in un pentolino versate lo zucchero con l’acqua e fate sciogliere finché non sará completamente liquido. La glassa sará pronta quando toccandola con le dita si formerá una sorta di filo. Fate attenzione perché lo zucchero é bollente e potete scottarvi. Ora dividete la glassa in 2 ciotole e  in una unite 1 cucchiaino di  cacao amaro e mescolate con delle fruste finché non sará completamente sciolto. Ora riprendete i taralli ed immergete i bianchi nella glassa bianca e quelli al cacao nella glassa al cacao.

  4. Ponete i vostri taralli siciliani su una griglia e lasciate asciugare per bene almeno 5-6 ore meglio se tutta la notte. Il giorno dopo i vostri taralli siciliani saranno fragranti e buonissimi. Si conservano morbidi per almeno 1 settimana se conservati in una scatola di latta. Il giorno successivo la glassa assumerá un aspetto biancastro anche quella al cacao é l’effetto dello zucchero.

    Qui la versione VELOCE CON LIEVITO E GLASSA FACILE dei taralli al cacao e limone 😉

CONSIGLIO

ATTENZIONE: é molto importante far raffreddare per bene i taralli prima di coprirli di glassa affinché l’ammoniaca evapori completamente. Altrimenti rischierete di “imprigionare” a biscotti ancora caldi tutto l’aroma dell’ammoniaca che quindi si sentirá per almeno un paio di giorni !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.