Tagliatelle in conchiglia

Tagliatelle in conchiglia

Tagliatelle in conchiglia. Buon 2022 dalla vostra Nonna Ariella, speriamo che lo abbiate cominciato alla grande con buone cene e atrettanti libagioni, oggi un primno piatto al profuno di mare, di estate, leggero anche per alleggerire il vostro organismo, quindi coraggio e mettiamoci al lavoro.

Da Wikipedia: ”La capasanta è un essere vivente ermafrodita e viene particolarmente apprezzato quando le gonadi dei due sessi, una arancio corallina e una avorio, sono ben evidenti.

Le carni sono gustose, sia crude sia cotte, anche se per motivi d’igiene e di rischi di malattie infettive ne è sconsigliato il consumo crudo, come del resto di tutti i bivalve essendo animali filtratori.” (Fonte: Wikipedia)

LEGGI ANCHE>>>>Deliziosi dolci freddi al caffè

Tagliatelle in conchiglia

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 grammi di tagliatelle
  • 12 capesante
  • mezzo bicchiere di vermut secco
  • 2 dl di brodo vegetale
  • 1 dl di vino bianco secco
  • 1 dl di panna liquida
  • 1 scalogno
  • 1spicchio di aglio
  • 1 ciuffetto di prezzemolo
  • 120 grammi di burro
  • sale e pepe q.b.

LEGGI ANCHE >>>> BOOKSHOP

Preparazione:

  1. Pulire lo scalogno, tritare e far ammorbidire al fuoco moderato insieme con il vino e il brodo.
  2. Lasciare ridurre il liquido della metà a fuoco moderato, poi allungare con la panna, nescolare con cura facendo addensare, sempre a fuoco dolce.
  3. Incorporare alla panna 100 grammi di burro, regolare di sakle e pepe, togliere dal fuoco, mantenere il tutto al caldo.
  4. Aprire le capesante, separare i molluschi dalle valve, pulirli e tagliarli in due.
  5. Fare insaporire il burro rimasto con lo spicchio di aglio pulito e schiacciato, quindi eliminare quest’ultimo e rosolare le capesante  nel burro.
  6. Dopo un paio di minuti bagnare le capesante con il vermut  e lasciare evaporare quasi del tutto.
  7. Regolare di sale e pepe, spolverare di prezzemlo tritato, spegnere e tenere al caldo.
  8. Cuocere rigorosamente al dente le tagliatelle, scolarle e versarle in una zuppiera, condirle con la salsa al burro, guarnendole poi con le capesante.

LEGGI ANCHE >>>> Bocconcini di coniglio al brandy

Questo straordinario primo piatto con le capesante si sposa bene con questo vino: Lizzano DOP Spumante Bianco di colore giallo paglierino tenue, con spuma vivace, regolare e persistente; al naso è delicato e gradevole, con spiccati sentori di frutta fresca; al palato risalta per equilibrio, freschezza e gradevolezza.

In poche parole è indicato per una cena romantica!!!! e non dimenticate le rose rosse…

Buon proseguimento e un ciao dalla vostra Nonna Ariella

Fonte: Wikipedia

Foto di Mrdidg da Pixabay