Rigatoni in gratin con radicchio e speck

Rigatoni in gratin con radicchio e speck

Rigatoni in gratin con radicchio e speck. Buona serata a voi tutti dalla vostra Nonna Ariella, questa sera presentiamo una ricetta veramente speciale, Rigatoni in gratin con radicchio e speck, facilissima da realizzare dal sapore un poco particolare ma gradevolissimo al palato, è un primo piatto che può essere considerato anche come piatto unico per gli ingredienti che lo compone.

Il radicchio rosso di Treviso è una varietà di cicoria, è caratterizzato da un colore rosso scuro intenso, da striature bianche, da una consistenza croccante e da un inconfondibile gusto delicatamente amarognolo; ha due varienti: precoce e tardivo, la prima variante è la meno pregiata.

LEGGI ANCHE >>>> Marcia Perugia-Assisi un corteo senza fine

Ingredienti:

  • 300 grammi d rigatoni
  • 80 grammi di fontina
  • 2 cespi di radicchio di Treviso
  • 50 grammi di speck
  • 40 grammi di parmigiano grattugiato
  • 1 scalogno
  • qualche rametto di timo
  • burro q.b.
  • sale e pepe q.b.

LEGGI ANCHE >>>> Chianciano Terme offerta imperdibile per 2 persone con colazione e ingresso Spa

Preparazione:

  1.  Tagliare a listarelle lo speck e tritare lo scalogno.
  2. Lavare e pulire con cura il radicchio, tagliando le foglie a striscioline nel senso della lunghezza.
  3. Mettere a cuocere in abbondante acqua bollente e salata i rigatoni.
  4. Nel frattempo sciogliere una noce di burro in una padella antiaderente, unire lo scalogno tritato, lo speck e un cucchiaino di foglioline di timo, rosolando il tutto per un istante.
  5. Unire il radicchio e farlo saltare per qualche minuto a fiamma vivace , regolare di sale e pepe.
  6. Scolare i rigatoni, rigorosamente al dente, e condirli immediatamente con una noce di burro e un cucchiaino di parnigiano grattugiato.
  7. Stendere sul fondo di una pirofila imburrata un primo strato di pasta, coprirla con parte del sugo al radicchio preparato e con la fontina tagliata a fettine molto sottili.
  8. Ripetere gli strati e terminare con il parmigiano grattugiato rimasto e fiocchetti di burro.
  9. Fare gratinare nel forno preriscaldato a 200°C per una deciba di minuti.

LEGGI ANCHE >>>> Fragole e crema al cioccolato bianco

Per questo primo/unico piatto è consigliabile un vino italiano molto conosciuto: il Sangiovese di Romagna dall’odore: vinoso, con profumo delicato che ricorda la viola ed infine dal  sapore: armonico, leggermente tannico, con retrogusto gradevolmente amarognolo.

Vi auguro una buona serata, Nonna Ariella

Foto di Peter Stanic da Pixabay