Quaglie al profumo del bosco.

Quaglie al profumo del bosco.

Quaglie al profumo del bosco. Buon weekend a tutti i lettori di Cucina con Nonna Ariella,  il profumo di bosco ha una particolare magia e quando si realizza una ricetta con questo profumo la casa se ne riempe gioiosamente, quindi si unisce l’utile al dilettevole, poi il sapore è allettante per chiunque anche per chi ha gusti difficili da accontentare!

Curiosità sulla quaglia tratta da Wikipedia: ”Il canto della quaglia è un tipico suono delle campagne europee, riconosciuto da molti e ripreso anche nella letteratura musicale di grandi musicisti. Un suono che è parte integrante delle calde estati, che si integra appieno con il solleone e il frinire delle cicale. Gli inglesi, che per antica tradizione usano «umanizzare» i canti degli animali abbinandoli a frasi onomatopeiche di grande effetto, hanno tradotto il canto della quaglia in wet my lips.

Tre semplici parole che ripetute imitano alla perfezione il suo canto. Se questo canto emesso dai maschi è ben noto a tutti, ben difficile è invece udire e distinguere quello delle femmine, che può essere trascritto come piou-pioup, molto più discreto e che spesso viene confuso con il canto dei grilli e delle cavallette.” (fOnte Wikipedia)

LEGGI ANCHE >>>> Salmone al miso con noodles allo zenzero

Quaglie al profumo del bosco.

Ingredienti per 4 persone:

  • 8 quaglie
  • 100 grammi di pancetta
  • 4 cucchiai di olio evo
  • 1 cipolla bianca
  • 50 grammi di funghi secchi
  • 100 grammi di pomodori ramati
  • mezzo bicchiere di cognac
  • qualche foglia di salvia
  • sale e pepe q.b.

LEGGI ANCHE >>>> Flavia Vento una trappola amorosa con un finto Tom Cruise

Preparazione:

  1. Far ammorbidire i funghi secchi in acqua tiepida, dopo tritarli.
  2. Pulire le quaglie, lavatele e fiammeggiatele.
  3. In un tegame versare l’olio evo, la cipolla tritata, la pancetta tagliata a dadini, e alcune foglioline di salvia, non appena il soffritto è rosolato aggiungere le quaglie (schiacciatele così cuociono bene), fatele rosolare da ambo le parti, quindi versate il cognac per poi farlo evaporare.
  4. Unire i funghi e mescolare, tagliare i pomodori a pezzi e versarli nel composto, regolare di sale e pepe, portare a termine la cottura.
  5. Quale contorno a questo magnifico secondo pianto potete servire una purea di patate.

LEGGI ANCHE >>>> Torta di mele della Slovenia

Per questo secondo piatto l’abbinamento ideale per il vino è il seguente: Vino Rosso di medio corpo, anche Frizzante e/o Novello in particolare con vini prodotti in Campania., quale BreganzeCabernet, Campi Flegrei Pedirosso, Sannio Aglianico, a voi la scelta.

Un buon proseguimento di giornata, ciao dalla vostra Nonna Ariella