Panini di tapioca al formaggio

panini di tapioca al formaggio

Panini di tapioca al formaggio. Buona giornata cari lettori di Cucina con Nonna Ariella, tempo di scampagnate all’aperto, di picnic fuoriporta, quindi che c’è di meglio se non preparare squisiti panini con insaccati o formaggi, frutta per potersi nutrire in salute all’aria aperta e in compagnia di amici e parenti? La ricetta che proponiamo oggi sono i panini di tapioca al formaggio che potete imbottire con salumi a vostro piacete, senza glutine quindi commestibili per chiunque,.

Questo pan de questo è originario del Sud America però chi rivendica la paternità è il Brasile, Argentina e infine la Colombia,, l’ingrediente principe è la tapioca, una farina non facile da trovare però in alcuni negozi specializzati si trova e dopo di che fare questi panini non è complicato ma facile.

leggi anche >>>>> Il sottosegretario alla Salute Costa e l’ipotesi stop isolamento per i positivi asintomatici

Ingredienti per 20 panini:

  • 170 ml di latte
  • 75 ml di olio di semi 
  • 1 cucchiaino di sale
  • 250 grammi di farina di tapioca
  • 1 uovo
  • 125 grammi di parmigiano grattugiato

LEGGI ANCHE >>>>> Oroscopo “Primo Quarto di Luna in Bilancia” (dal 4 al 10 luglio)

Preparazione:

  1. Mettere in un pentolino il latte, l’olio e il sale e portare a ebollizione.
  2. Quando inizierà a bollire spostare il pentolino dal fuoco e aggiungere la farina.
  3. Mescolare quindi rapidamente.
  4. Appena il composto risulterà morbido e si staccherà dalle pareti del pentolino, lasciarlo leggermente intiepidire.
  5. Incorporare ora l’uovo e rigirare, aggiungere il parmigiano e riprendere a mescolare.
  6. Una volta ottenuto un impasto compatto formare delle palline.
  7. Trasferitele quindi in una leccarda rivestita di carta forno
  8. Togliere dal forno appena si formerà la doratura sulla superficie dei panini

leggi anche >>>> Estate con le piadine integrali ‘green’

Una ricetta facile per ottenere uno straordinario panino da poter farcire come meglio piace a voi.

Un buon proseguimento dalla vostra Nonna Ariella.

Foto di RitaE  da Pixabay