Pizza, ricetta con lievito madre

La pizza, ricetta con il lievito madre, vi conquisterà al primo assaggio.

Le pizze con il lievito madre rispetto il lievito di birra risultano più leggere e facilmente digeribili.

Pizza, ricetta con lievito madre1
  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo15 Ore
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni5 pizze
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàTutte le stagioni

Ingredienti per la pizza con il lievito madre:

Per il lievitino:

120 g lievito madre rinfrescato
120 g farina Manitoba
160 g acqua tiepida

Per l’impasto:

400 g farina Manitoba
100 g farina di semola
210 g acqua tiepida (circa)
15 g sale fino
1 cucchiaino miele di acacia
1 cucchiaio olio extravergine d’oliva

Per la farcitura:

q.b. passata di pomodoro
2 cucchiai olio extravergine d’oliva
q.b. sale fino
q.b. foglie di basilico
5 mozzarelle fior di latte

Strumenti per la preparazione della pizza ricetta con lievito madre:

1 Spianatoia
1 Ciotola
5 Teglie

Passaggi per la preparazione e la cottura della pizza con il lievito madre.

Un quattro ore prima dell’utilizzo rinfrescate il lievito madre.

La sera prima preparate il lievitino, sciogliete il lievito madre con l’acqua, quando è liquido e senza grumi aggiungiamo la farina poco per volta e giriamo bene.

Otteniamo un composto omogeneo ma molto morbido, lo facciamo levitare per tutta la notte coperto coperto con un panno a temperatura ambiente.

La mattina dopo aggiungiamo all’impasto preparato il miele, l’acqua tiepida, le farine precedentemente setacciate e giriamo bene e per ultimo il sale.

Trasferiamo il composto su una spianatoia infarinata e lavoriamo bene il composto fino a che risulterà bello liscio ed omogeneo.

Formiamo una palla, lasciamo lievitare a temperatura ambiente per 2 ore circa.

Dopo due ore stendiamo con le mani l’impasto e formiamo un rettangolo senza tirare troppo la pasta pieghiamo la parte superiore verso il centro e poi la parte inferiore che copre quella superiore e lo pieghiamo su se stesso in modo da formare delle pieghe di rinforzo che aiutamo l’impasto a lievitare meglio.

Ora facciamo lievitare ancora per un’altra ora.

Passata l’ora, dividiamo il composto in 5 parti, noi abbiamo ottenuto dei panetti da 220 grammi cadauna, formiamo delle palline e le mettiamo in una pirofila grande spolverata con poca farina, la copriamo con pellicola trasparente e la mettiamo in frigo fino a due ore prima dell’utilizzo.

Potete lasciare l’impasto anche per tutta la notte e utilizzarla il giorno dopo.

Due ore prima di utilizzare l’impasto tiratelo fuori dal frigo.

Ungete le teglie e su ogni teglia mettete un panetto, con le mani stendetelo senza premere troppo l’impasto e lasciando un cordoncino lungo tutta la circonferenza della pasta.

In una ciotola mettete la passata di pomodoro (700 ml circa) conditela con sale e olio e girate bene.

Stendete la passata di pomodoro sulla pizza, mettete la mozzarella precedentemente fatta asciugare bene su un canovaccio e poi tagliata a dadini piccoli.

Aggiungete se gradite dell’origano secco e delle foglie di basilico.

Infornare a forno già caldo a 250° per 10/12 minuti.

Buona pizza a tutti!

Note:

La ricetta è di Nunzia del blog Miele di Lavanda bravissima nei lievitati e super esperta degli impasti lievitati, grazie Nunzia

VI ASPETTIAMO  ANCHE SU:

FACEBOOK

INSTAGRAM

YOU TUBE

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

6 Risposte a “Pizza, ricetta con lievito madre”

  1. Ciao!!! Bellissima ricetta, devo assolutamente sperimentarla. Ho una curiosità che probabilmente vi farà sorridere ma sono una neofita in materia di lievito madre. Quando si parla di 120 grammi di lievito madre rinfrescato che cosa si intende? Che si prelevano 60 grammi (a cui aggiungo 60 grammi di farina e 30 di acqua) dal lievito che poi torna in frigo o che si prelevano 120 grammi e si rinfrescano quelli? Grazie

    1. Ciao carissima per 120 grammi di lievito rinfrescato si intende che prendi 60 grammi li lievito madre e aggiungi come giustamente hai detto 60 gr di farina e 30 di acqua e lasci riposare il composto fuori dal frigo per 3/4 ore così inizia la lievitazione e poi procedi come ricetta. aspetto notizieeeee 🙂

        1. di nulla, solo una cosa ti conviene pesare prima e dopo il lievito madre perché se non è ancora ben maturo può darsi che lieviti meno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.