Focaccia della Befana, ricetta lievitata piemontese

La focaccia della Befana o Fugassa d’la Befana una ricetta caratteristica piemontese (zona di Cuneo e zone limitrofe) realizzata con un impasto lievitato con canditi e all’interno della focaccia viene messa una fava, il commensale che trova la fava deve pagare la focaccia.

Questo semplice dolce viene servito durante il pranzo dell’Epifania ed è un dolce apprezzato molto anche dai bambini, che adorano le granelle di zucchero e i canditi.

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    15 + levitazione minuti
  • Cottura:
    25/30 minuti
  • Porzioni:
    8/10 persone
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

per la biga

  • Farina Manitoba 200 g
  • Lievito di birra secco 1/2 bustina
  • Latte tiepido 2 bicchieri

per l’impasto

  • Farina Manitoba 300 g
  • Tuorli 3
  • zucchero semolato 150 g
  • Burro (a temperatura ambiente) 125 g
  • Sale q.b.
  • Canditi 75 g
  • Vaniglia 1/2 bacca
  • Fava 1

per la decorazione finale

  • Codette di zucchero q.b.
  • Albume sbattuto 1

Preparazione

  1. Sciogliete il lievito di birra in un bicchiere di latte tiepido, girate bene fino a quando non si scioglie bene.

    Nella planetaria mettete la farina setacciata, aggiungete il latte con il lievito di birra sciolto ed accendete l’apparecchio, fate lavorare alcuni minuti poi aggiungete il restante latte, quando avete un impasto omogeneo spegnete la planetaria, mettete l’impasto in una ciotola, rimarrà morbido, copritelo con pellicola trasparente e fate lievitare fino a quando non raddoppia di volume (un paio di ore) nel forno con solo la luce accesa.

    Quando la biga avrà raddoppiato di volume mettetela nuovamente nella planetaria, aggiungete la farina ed iniziate a lavorare il composto, ora aggiungete lo zucchero e un pizzico di sale, quando gli ingredienti iniziano ad amalgamarsi aggiungete la vaniglia e un tuorlo d’uovo per volta, quando si sarà amalgamato al composto unite i successivi.

  2. Per ultimo aggiungete il burro a temperatura ambiente, anch’esso poco per volta e fino a quando non si sarà ben amalgamato al composto non aggiungetene altro.

    Quando avete un composto liscio ed omogeneo spegnete la planetaria, trasferite il composto su una spianatoia infarinata, fate un giro di pieghe e mettetelo in una ciotola capiente, coprite con pellicola trasparente, rimettetelo in forno (questa volta senza luce accesa) e lasciatelo per tutta la notte a lievitare.

    Il giorno dopo aggiungete all’impasto i canditi ed amalgamateli bene al composto, aggiungete anche la fava.

  3. Stendete l’impasto in una teglia grande dando la forma di una pizza, mettete al contro un contenitore rotondo e iniziate a tagliare l’impasto fino al contenitore in 16 petali, arrotolate i 16 petali su se stessi e lasciate lievitare in forno spento per un paio di ore.

    Fate in modo di nascondere bene la fava dentro ad un pentalo attorcigliato.

    Spennellate la superficie della focaccia della Befana con l’albume d’uovo, aggiungete la granella di zucchero e infornate a forno già caldo a 180° per 25/30 minuti, se verso la fine della cottura tende a scurirsi troppo copritelo con un foglio di carta argentata.

    Fate raffreddare la focaccia della Befana prima di consumarla.

Da non perdere…….

Precedente Arrosto di tacchino all'uva bianca Successivo Capodanno i cibi e i riti portafortuna

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.