Crema pasticcera di Knam, ricetta golosa di facile preparazione

La crema pasticcera di Knam, una preparazione di base golosissima e perfetta per farcire torte, bignè, bomboloni e tanto altro.

La crema pasticcera di Knam resta cremosissima e dal sapore unico, di facile anzi facilissima preparazione, ha solo un difetto… crea dipendenza… se uno inizia ad assaggiarla (anche calda) un cucchiaio tira l’altro… quindi per non rimanere senza raddoppiate le dosi!

Potete consumare la crema servita in singoli bicchieri ed accompagnata da dei biscotti, una vera prelibatezza!

La ricetta è tratta dal libro di Ernest Knam “Che paradiso è senza cioccolato”.

  • Preparazione: 15 Minuti
  • Cottura: 5 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 500g circa
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • Latte intero fresco 340 g
  • Stecca di vaniglia 1
  • Tuorlo (circa 4 uova medie) 80 g
  • zucchero semolato 60 g
  • Amido di mais (maizena) 20 g
  • Farina di riso 10 g

Preparazione

  1. Dalla vaniglia estraete la polpa e mettetela in una ciotola, il bacello invece mettetelo in una casseruola, aggiungete il latte intero fresco e fatelo scaldare.

     

  2. Nella ciotola con la polpa di vaniglia aggiungete i tuorli e lo zucchero ed iniziate subito a lavorarli con una frusta, quando lo zucchero è sciolto perfettamente aggiungete le due farine precedentemente setacciate ed amalgamatele bene al composto di uova e zucchero.

  3. Aggiungete ora qualche cucchiaio di latte intero caldo e girate bene.

    Quando il latte bolle, togliete la vaniglia ed aggiungete il composto preparato, girate sempre il composto con la frusta fino a quando non diventa denso e cremoso (vi vuole pochissimo tempo 2/3 minuti circa).

    Mettete la crema ottenuta in una teglia bassa, copritela con la pellicola trasparente che deve essere a contatto con la crema, in questo modo non si forma la crosticina sulla superficie della crema e quando è a temperatura ambiente mettetela in frigorifero per un paio di ore in questo modo la crema di rassoda.

    Conservate la crema in frigorifero per un massimo di tre giorni.

Note

Precedente Pizzette di enkir, ricetta lievitata facile di Gabriele Bonci Successivo Torta di mele vegana, ricetta facile e veloce senza uova e burro

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.