Crea sito

Ravioli spinaci e ricotta con salsa di noci – ricetta della tradizione

Spesso le cose più semplici sono anche le più buone ed è per questo che oggi ho deciso di proporvi la ricetta dei ravioli spinaci e ricotta. Una alternativa vegetariana ai più leggera ai classici ravioli di carne. Un piatto delicato ma gustoso al tempo stesso. Può sembra molto complicato ma in realtà richiede solo un po’ di pazienza e poche regole da seguire, ma che sicuramente vale la pena di provare per l’enorme soddisfazione che avremo preparando la pasta ripiena in casa.
In Liguria, la mia regione, sono una vera specialità e vengono conditi o semplicemente con burro e salvia oppure, come vedremo oggi, con la salsa al sugo di noci che con il suo carattere deciso ben si sposa alla delicatezza della farcia. E’ un piatto che ho sempre amato. Era il pranzo della domenica. Ricordo ancora come si scioglievano in bocca con la loro consistenza soda, ma morbida e delicata al tempo stesso. Me li preparava la nonna Lisetta, nata e cresciuta a Genova ottima cuoca e conoscitrice di tutti i segreti della cucina ligure. Devo dire che da adulta difficilmente ho assaggiato dei ravioli buoni come quelli che faceva lei. Mai e poi mai avrei pensato di cimentarmi in questa preparazione, al giorno d’oggi chi ha tempo di fare i ravioli, è già tanto se butto nell’acqua a bollire la pasta secca! Poi però un giorno mia mamma per caso ha trovato degli appunti della nonna, che tra le altre ricette, citava i suoi meravigliosi ravioli….la tentazione era troppo forte. Così con calma mi sono programmata la giornata, ho comprato gli ingredienti necessari ed una domenica mattina mi sono messa al lavoro seguendo passo passo le sue indicazioni. Sono sincera quelli della nonna rimarranno negli annali della storia, erano il top. Forse perché facevano parte dei miei ricordi da bambina e li ho quasi “mitizzati”, forse perché certe persone sembra che abbiano la bacchetta magica in cucina e qualunque cosa tocchino si trasforma in capolavoro, nonostante questo devo dire che i miei ravioli erano proprio buoni e sono molto soddisfatta dei risultati ottenuti e quindi ho deciso di condividere gli sforzi con voi.
Ricavatevi un momento nella vostra settimana e cercate di preparali, ne vale veramente la pena e sono un ottimo anti stress per staccare dalla frenesia quotidiana!

  • Preparazione: 60 Minuti
  • Cottura: 3-4 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 4 persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

Per la pasta alluovo

  • 400 g Farina 00
  • 4 uova intere (circa 80 g l'una)
  • q.b. semola rimacinata

Per il ripieno della pasta

  • 250 g spianci freschi
  • 125 g ricotta vaccina
  • 50 g Parmigiano reggiano (grattugiato)
  • q.b. Noce moscata
  • q.b. Sale

Preparazione

Preparazione pasta all'uovo

  1. Come prima cosa procedete preparando la pasta all’uovo che poi dovrete farcire con il ripieno di spinaci. Seguite tutte le indicazioni per preparare una perfetta sfoglia all’uovo cliccando qui La pasta all’uovo: ricetta infallibile per preparare una sfoglia perfetta

Preparazione ripieno

  1. Mentre la pasta all’uovo riposa preparate il ripieno. Lavate gli spinaci ed asciugateli con un panno, poi metteteli in una padella antiaderente con un cucchiaio di olio di oliva, copriteli con il coperchio e lasciateli cuocere sino a quando si saranno ammorbiditi (circa 2 minuti). Toglieteli dal fuoco, scolateli bene e strizzateli per eliminare il liquido in eccesso, metteteli da parte. In una ciotola versate la ricotta, il parmigiano ed una grattugiata di noce moscata, regolate di sale e mescolate bene gli ingredienti con un cucchiaio o con una frusta affinchè si amalgamino per bene. Riprendete gli spinaci, sminuzzateli in un mixer poi aggiungeteli al composto di ricotta e mescolando omogeneizzate il composto. Tenete da parte per la farcitura della pasta.

Preparazione ravioli

  1. Riprendete la sfoglia che a questo punto avrà riposato, dividetela in due parti (lasciate avvolta nella pellicola quella che non usate perchè non si secchi), infarinatela leggermente ed iniziate a tirarla con la macchina impastatrice cominciando dal rullo con lo spessore più largo fino ad arrivare al penultimo più stretto (dovrà essere spessa circa 1 mm). E così procedete anche per il restante pezzo di pasta. Se volete potete procedere anche con il mattarello ma visto che la sfoglia deve essere molto sottile se non siete particolarmente abili ve lo sconsiglio.
    Stendete una sfoglia sul piano di lavoro leggermente infarinato con della semola e con l’aiuto di un cucchiaino o una tasca da pasticcere create sulla pasta dei piccoli mucchietti di ripieno che dovranno essere distanziati circa 3 cm l’uno dall’altro.
    A questo punto inumidite i bordi della sfoglia con un pochino di acqua, stendete sopra la seconda sfoglia di pasta e pressate intorno al ripieno con le dita cercando di far uscire l’aria tra un raviolo e l’altro in modo da evitare che si aprano in cottura. Infine con una rotella taglia pasta ricavate i vostri ravioli. Otterrete dei quadrati di circa 4 cm per lato. Disponeteli su un vassoio infarinato con della semola in modo che non si attacchino l’uno con l’altro. I vostri ravioli sono pronti!!!

Cottura

  1. Portate a bollore l’acqua con il sale in una pentola capiente, immergetevi i ravioli e lasciateli cuocere sino a quando non verranno a galla (circa 3 min). Scolateli delicatamente con una schiumarola e conditeli con il sugo di noci (per la ricetta del sugo di noci clicca qui SALSA AL SUGO DI NOCI) oppure più semplicemente con burro e salvia! A piacere spolverizzare con del parmigiano grattugiato. Buon appetito!

Note

E’ possibile conservare i ravioli in frigorifero per 2/3 giorni oppure nel congelatore per al massimo 1 mese. Se decidete di congelarli riponeteli in un vassoio ben distanziati fra di loro e quando deciderete di utilizzarli metteteli a cuocere ancora da surgelati.
Trucchi per ottenere il raviolo perfetto:
– l’impasto va fatto riposare dopo averlo preparato, in modo da permettere la formazione della maglia glutinica.
– La sfoglia deve essere sottile, se le sfoglie sono spesse il risultato in cottura sarà una pasta dai bordi crudi oppure dal ripieno stracotto
– Il ripieno non deve essere né troppo umido né troppo asciutto. Quindi perché non sia troppo umido è importante che la verdura sia ben strizzata in modo che non rilasci troppa acqua, per questo è meglio cuocerla in padella e non bollirla. Nel caso in cui il ripieno fosse troppo duro aggiungete un pochino di ricotta.
– Per sigillare bene i bordi il trucco è inumidire con un pennello bagnato di acqua i bordi della sfoglia inferiore prima di mettere quella superiore.
– Quando chiudete i ravioli evitate di lasciare aria all’interno poiché questa, a contatto col calore dell’acqua tenderà a espandersi facendo scoppiare il vostro raviolo con la conseguente perdita del ripieno ed entrata di acqua all’interno.
– Cuoceteli in acqua a bollore non troppo elevato, altrimenti il movimento dell’acqua potrebbe causare l’apertura dei ravioli in cottura.
– Infine una volta cotti non tuffateli nello scolapasta ma tirateli su delicatamente con una schiumarola come fareste con gli gnocchi.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.