SCIROPPO DI LAVANDA

Lo sciroppo di lavanda è ottimo per aromatizzare tè e tisane, per aggiungere un tocco profumato ai cocktail, per aromatizzare bevande, per aromatizzare dolci , yogurt, gelati etc. I fiori della lavanda sono utilizzati in fitoterapia per le numerose proprietà, hanno infatti azione sedativa e calmante sul sistema nervoso, da utilizzare in caso di ansia, agitazione, nervosismo, mal di testa e stress e insonnia. La lavanda svolge anche un’azione balsamica sulle vie respiratorie per questo è impiegata efficacemente nel trattamento di tutte le malattie da raffreddamento: influenza, tosse, raffreddore e catarro. Inoltre la pianta, limitando la formazione e soprattutto il ristagno di gas a livello gastro-intestinale, possiede proprietà carminative e antispasmodiche in quanto calma dolori e gli spasmi addominali e aiuta a distendere la muscolatura del ventre. La lavanda è un calmante nervino e antispasmodico molto usato nella causa delle vertigini, delle emicranie e dei dolori nervosi di testa. Per uso esterno vanta proprietà detergenti, antinfiammatorie, analgesiche, antibatteriche, cicatrizzanti e decongestionanti. La pianta è utilizzata per detergere ferite e piaghe; per alleviare il prurito e le punture di insetti; e per ridurre le irritazioni del cavo orale. In ambito cosmetologico viene usata l’olio essenziale di lavanda come profumo.

Non perderti la ricetta dello SCIROPPO DI MENTA, dello SCIROPPO DI CILIEGIE e dello SCIROPPO DI LIMONI
E se non vuoi perdere le nuove ricette ricorda di seguirmi anche su INSTAGRAM e su FACEBOOK . Ti aspetto !!
  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni500 ml circa
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 30 gdi fiori di lavanda freschi o secchi
  • 500 mldi acqua
  • 600 gdi zucchero

Preparazione dello sciroppo di lavanda

  1. Se utilizzate lavanda fresca che in Italia si raccoglie nei mesi di giugno, luglio, agosto e settembre lavatela bene poi tamponatela delicatamente per asciugarla, se utilizzate fiori di lavanda secchi comprati ( in erboristeria) in genere sono già pronti all uso e non hanno bisogno di essere lavati,

  2. Se state utilizzando la lavanda fresca prelevate i fiori dai rametti

  3. raccogliete i fiori in una terrina

  4. In una pentola aggiungete l’acqua e lo zucchero

  5. mescolate per far sciogliere lo zucchero

  6. ponete sul fornello e portate ad ebollizione

  7. raggiunto il bollore aggiungete i fiori di lavanda

  8. sciroppo di lavanda

    fate riprendere il bollore e fate bollire per 15 minuti, poi spegnete, coprite la pentola con il coperchio e lasciate raffreddare lo sciroppo di lavanda

  9. una volta freddo filtrate il composto con un colino a maglie molto strette o posizionate della garza o un telo di lino all’interno di un colino

  10. sciroppo di lavanda

    trasferite lo sciroppo di lavanda in barattoli o bottiglie di vetro meglio se sterilizzati.

  11. sciroppo di lavanda

    Strizzate la garza  che contiene i fiori utilizzato per il filtraggio, in modo da recuperare lo sciroppo intrappolato nelle maglie del tessuto

  12. Lo sciroppo di lavanda si conserva a temperatura ambiente, ma per maggiore sicurezza consevatelo in frigorifero.

sciroppo di lavanda

sciroppo di lavandasciroppo di lavanda

sciroppo di lavanda

sciroppo di lavandasciroppo di lavanda

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

2 Risposte a “SCIROPPO DI LAVANDA”

  1. Per i cocktail non si usa questo tipo di sciroppo di questo colore , Se la lavanda e’ sul viola , lo sciroppo deve essere viola…
    lo sciroppo non e’ solo un ingrediente dolcificante ma anche colorante..

    1. Probabilmente lei utilizza sciroppo di lavanda industriale,che contiene coloranti per cui è di colore viola. Se lo prepara in casa si renderà conto che il colore è quello che vede in foto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.