Crea sito

Ciambellone cioccolato al bicchiere – Vanessa C.

Ciambellone cioccolato al bicchiere della nostra amica Vanessa C., una ricetta facile e veloce da realizzare senza bilancia con l’ausilio solamente di un comune bicchiere di plastica!!!

Ciambellone cioccolato al bicchiere

Vediamo, passo passo, come si prepara

Ingredienti per una teglia da 24 :

Utilizzate un bicchiere di plastica comune, di quelli usa e getta

  • 2 bicchieri e mezzo di farina
  • 2 bicchieri di zucchero
  • 1 bicchiere di latte
  • 1 bicchiere di olio di semi
  • 4 uova lievito cioccolato fondente
  • granella di pistacchio

Preparazione:

Mettete le uova insieme allo zucchero in una ciotola e montatele con le fruste elettriche fino a che non diventeranno bianche e spumose.

Unite l’olio e il latte a temperatura ambiente e successivamente la farina e il lievito.

Quando avrete ottenuto un composto omogeneo oleate uno stampo da ciambellone e versate l’impasto all’interno.

Vi consiglio di utilizzare questo metodo per creare uno stampo da ciambellone con i bordi più alti in modo che quando crescerà (e crescerà tanto vedrete  ) non rischierete che l’impasto sbordi fuori teglia.

Livellate bene la superficie e cuocete in forno statico a 180° per 40 minuti circa regolandovi sempre con il vostro forno visto che non tutti sono uguali.

Prima di sfornare fate sempre la prova stecchino, se esce asciutto il ciambellone al bicchiere sarà cotto.

 Fatelo raffreddare completamente e coprite con cioccolato fondente e granella di pistacchio

Informazioni:

  • Tempo di preparazione: 20 minuti
  • Tempo di cottura: 40 minuti
  • Tempo totale:  45 minuti

Se la ricetta è stata di tuo gradimento metti mi piace sulla Pagina Facebook del Blog

Torna alla HOME PAGE

Vedi anche

Ciambellone margherita con gocce di cioccolato

Ciambella alla banana con gocce di cioccolato

Ciambella Motta

Ciambella al caffè

Ciambella Morbida alla Nutella

Approfondimenti

Se è vero che i cibi più buoni sono anche quelli più pericolosi per la salute, il cioccolato sembra essere la classica eccezione che conferma la regola, o almeno in parte.

Chi vuole beneficiare a pieno del suo prezioso carico di antiossidanti deve infatti abituarsi ai risvolti amarognoli del fondente, rinunciando al gusto cremoso del cioccolato bianco e a quello vellutato delle barrette al latte.

Non a caso, il cioccolato fondente rappresenta una delle più generose fonti alimentari di flavonoidi, rinomati antiossidanti presenti negli alimenti di origine o derivazione vegetale, come il tè, il vino rosso, gli agrumi ed i frutti di bosco.

Tanto maggiore è la percentuale di cacao nell’amata tavoletta e tanto superiore è la presenza di flavonoidi. In media, 100 grammi di fondente ne contengono 50-60 mg, mentre in un’analoga quantità di cioccolato al latte ne ritroviamo soltanto una decina di mg.

Addirittura nulla è invece la percentuale di flavonoidi nel cioccolato bianco.

Dal punto di vista quantitativo, il contenuto in flavonoidi del fondente si avvicina a quello dei frutti di bosco (alimenti antiossidanti per eccellenza), mentre sotto il profilo qualitativo rispecchia, con le sue catechine, il potere antiossidante del the verde.

Tratto da http://www.my-personaltrainer.it/nutrizione/cioccolato.html

Salva