Gnocchetti sardi home made

Questi gnocchetti di semola di grano duro sono i preferiti di mio marito. Ci vuole poco per avere un primo piatto fantastico, si possono condire con un semplice pomodoro fresco e cacio ricotta, con la rucola o con i legumi. Come vi suggerisce la vostra fantasia. Io li preparo con una macchinetta specifica, ma si può usare anche l’attrezzo taglia pasta per garganelli.
Forza vediamo come si preparano. Tutti al lavoro

Gnocchetti sardi home made
  • DifficoltàFacile
  • Tempo di preparazione40 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per preparare i nostri gnocchetti sardi

500 gr di semola di grano duro
acqua molto calda q. b
Un pizzico di sale fino
farina 00

Strumenti

Che ci occorrono

1 Pentolino
1 Spianatoia
1 Coltello
1 Forchetta
1 Ciotola
Pellicole per alimenti

Gnocchetti sardi home made

Passaggi

Iniziamo con il mettere la farina a fontana sulla spianatoia, ci aggiungiamo il sale e piano piano inseriamo l’acqua che avete riscaldato, mescolando con una forchetta per evitare di scottarsi. Lavorate l’impasto facendo attenzione alla consistenza, non deve essere duro, ma neanche troppo morbido. Lavorabile.
Una volta pronto lasciatelo riposare sotto una coppetta di plastica per evitare che si secchi in superficie, o nella pellicola alimentare. Trascorso il tempo, infarinare la spianatoia, tagliare dei pezzettini di massa, e lavorarli formando dei cordoncini con uno spessore simile ad una matita. Se avete la macchina per gnocchetti inserite il cordone e realizzate la pasta, in caso usate il tagliere per garganelli passate sopra i tocchetti di massa che dovranno essere di circa 2 cm. Poi scegliete se farli più grandi o più piccoli. Quando avrete terminato la preparazione, spolverizzate con la farina, e lasciate riposare fino al momento del bisogno.

Bastoncini d’impasto

Questo tipo di pasta si può preparare anche solo con la farina, o metà semola e metà farina. Dipende dalla consistenza che desiderate. Per questa versione ci vuole più tempo per la cottura ma sono buonissimi. Ne vale la pena aspettare. Garantito.

Il mio consiglio di prepararli lo stesso giorno che li dovrete mangiare, perché rischiano di seccarsi troppo. Se avanzano metteteli in frigorifero e consumateli entro un giorno

Spero che questa ricetta vi è piaciuta provate a prepararla e ditemi cosa ne pensate nei commenti.

Votate tante stelline

Se desiderate qualcosa di più sfizioso provate Riso, patate e cozze alla barese nelle terrine di terracotta

Per rimanere aggiornati potete seguirmi nel mio gruppo di cucina I pasticci di Anna https://www.facebook.com/groups/947084278692719/?ref=share_group_link

O direttamente sulla mia pagina personale Facebook https://www.facebook.com/profile.php?id=100004424358929

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da a1273 I Pasticci di Anna di Anna Ardito

Mi chiamo Anna, sono Pugliese e sono una pasticciona. Adoro stare tra i fornelli ,mi rilasso e allo stesso tempo mi diverto. Amo sperimentare nuove ricette.