PASTA CON LE SARDE A MARE

La pasta con le sarde a mare è un primo piatto povero del passato, preparato in tempi di "magra" in Sicilia. Grazie alla presenza del finocchietto selvatico il gusto ricorda molto quello della tradizionale pasta con le sardesolo che le sarde non ci sono, appunto sono rimaste (o scappate!) a mare! 🙂

I finocchietti selvatici sono tra gli ingredienti principali di questo piatto. Con un'erba spontanea di facile reperibilità, preparerete un primo piatto veramente buono e saporito. Provateci alla prima occasione!

pasta con le sarde a mare
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4 persone
  • Costo: Molto Basso

Ingredienti

  • Finocchietto selvatico 2 mazzetti
  • Cipolle 1
  • Acciughe sott'olio 6
  • Zafferano 2 bustine
  • Pinoli 1 cucchiaio
  • Uva passa 1 cucchiaio
  • Vino bianco mezzo bicchiere
  • Concentrato di pomodoro 1 cucchiaino
  • Olio extravergine d'oliva 40 ml
  • sale e pepe q.b.
  • Bucatini 280 g

Per la "mollica atturrata" (pane abbrustolito)

  • Pangrattato 50 g
  • Olio extravergine d'oliva 1 cucchiaino
  • sale e zucchero q.b.

Preparazione

  1. pasta con le sarde scappate

    Pulite i finocchietti e tagliateli a pezzi. Lessateli in abbondante acqua salata, nella quale poi cuocerete la pasta, quindi non buttatela via!

    Scolate i finocchietti cotti e sminuzzateli finemente se non l'avete già fatto prima.

    Tritate la cipolla e soffriggetela in 4 cucchiai olio extravergine d'oliva utilizzando una padella capiente. Unite le acciughe e muovendole con un cucchiaio di legno fatele sciogliere. Aggiungete l'uvetta,  i pinoli,  un mestolo di acqua di cottura dei finocchietti, il concentrato di pomodoro e lo zafferano.

    Aggiungete i finocchietti e fate insaporire il tutto, salate, pepate e sfumate con il vino. Fate cuocere per una decina di minuti.

    Nel frattempo preparate la mollica "atturrata" ovvero abbrustolita. Fate riscaldare un cucchiaio di olio extravergine d'oliva in un padellino, aggiungete il pangrattato, un pizzico di sale e un pizzico di zucchero, e fate abbrustolire il pane, facendo attenzione a non bruciacchiarlo. Basteranno giusto due minuti.

    Cuocete la pasta nell'acqua di cottura dei finocchietti e conditela col sugo preparato.

Per un piatto ancora più light

- Dimezzate l'olio e sostituite con un paio di cucchiai di acqua di cottura dei finocchietti

- Potete considerare fino a 60 g di pasta a testa, i bucatini gonfiano molto in cottura e otterrete un piatto comunque abbondante.

 

Lascia un commento