Crea sito

Zuccherini bolognesi o zucarén

Ieri, ho iniziato a fare gli zuccherini bolognesi o zucaren,tipici anche dell’Appennino tosco-romagnolo forse il biscotto più conosciuto e apprezzato dai veri bolognesi !Li realizzo per festeggiare come si deve le nozze d’argento dei nostri amici da vera” sdaura”(in bolognese è la donna che abitava in campagna che stava in cucina con le mani in pasta) .Si,li voglio proporre come pensiero antico d’altri tempi come solo la vera tradizione contadina sapeva fare!

Questi semplici dolcetti a forma di anello ,anni addietro ,infatti li preparavano per nozze e negli anniversari speciali, quali appunto i 25 e i 50 anni non possono certo mancare.
Gli zuccherini detti anche in dialetto zucarén… infatti, erano i dolci che accompagnavano le occasioni più importanti ed erano simbolo di abbondanza e felicità per gli sposi e gli invitati e sostituivano i confetti allora erano presentati in cesti con sopra la più bella tovaglia di pizzo della casa ,uniti a due a due da un bianco fiocchetto. Oggi vengono ancora fatti sia in casa sia nei migliori forni artigianali ma affiancano naturalmente le bomboniere e si consumano tutto l’anno.

Zuccherini bolognesi o zucarén

Ingredienti
Biscotti:Zuccherini bolognesi o zucarén
500 gr.farina per dolci
200 gr.di zucchero
3 uova
80 gr.di olio di semi
30 gr. di burro
3-4 gr.di semi d’anice
1/2 bustina di lievito per dolci
un pizzico di sale
per la glassa:
un bicchiere di liquore di anice
300 gr  di zucchero
2 cucchiai di acqua
1 cucchiaio di farina

Procedimento:
Setacciare  la farina ed il lievito e sistemarli a fontana in una terrina, nel buco centrale adagiare le uova con lo zucchero, precedentemente sbattute e trasformate in un composto spumoso, aggiungendo inoltre l’olio e un pizzico di sale. Impastare con cura, sino ad ottenere un impasto omogeneo e compatto, e solo alla fine incorporare i semi di anice.Lasciare in frigo il composto per circa un’ora coperta.

Sulla spianatoia, ben infarinata arrotolare un pezzo di pasta con le mani, formando dei piccoli cordoncini del diametro di circa 2 o 3 cm, formare delle ciambelle .
Imburrare una teglia, oppure utilizzare la carta forno, adagiare i biscotti ed infornare a 160° per circa 12 minuti a forno statico.Ne vengono circa un centinaio.
Nel frattempo sarà necessario preparare la glassa in una casseruola piuttosto larga, incorporando lo zucchero, il liquore e la farina e portando il tutto ad ebollizione, fino alla formazione di un composto bianco e denso. Una volta pronta sia la glassa che i biscotti, spegnere il fuoco e tuffare gli zuccherini nella casseruola permettendo alla glassa di ricoprirli per bene.
Dopodiché metterli ad asciugare su un foglio di carta forno, avendo cura di sistemarli distanziati.
Consumarli dopo un giorno, quando la glassa sarà ben indurita, se riposti in un contenitore chiuso conserveranno la loro fragranza per circa un mese.

Zuccherini bolognesi o zucarén

6 Risposte a “Zuccherini bolognesi o zucarén”

  1. Dalla foto immagino siano buonissimi, ideali come hai scritto te per festeggiare un evento così importante come le nozze d’argento dei vostri amici, allora buona festa!!

    1. …..Ciao Marinella,bè direi anche una settimana,rimangono buonissimi e naturalmente vanno tenuti in una scatola di latta o una di vetro chisa !! saluri cari e grazie del passaggio laura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.