Crostata al limone con meringa

Print Friendly

 

Oggi avevo voglia di fare qualcosa di diverso così mi sono cimentata in questa crostata…non nego che la cosa sia impegnativa perché i passaggi sono tanti e ci vuole un po’ di tempo, inoltre la cottura della meringa mi ha fatto tribolare e non poco! Tuttavia il risultato finale è uno spettacolo e vi assicuro che ripaga della fatica 😉

2013-02-22 21.00.43

Crostata al limone con meringa

 

Ingredienti per 6/8 persone:

per la base

  • 300 gr di pastafrolla;

per la crema

  • 4 tuorli d’uovo;
  • 100 gr di zucchero;
  • 1 limone (succo e scorza)
  • 30 gr di farina;
  • 20 gr di amido di mais;
  • ½ litro di latte tiepido;
  • 30 gr di burro;

 per la meringa

  • 3 albumi;
  • 1 pizzico di sale;
  • 3 cucchiai di zucchero semolato;
  • 2 cucchiai di zucchero a velo;
  • 1 cucchiaio di succo di limone.

 

 

Per prima cosa preparate la pastafrolla seconda la ricetta che troverete nel mio link….

Trascorsi i 30 minuti di riposo, prendete la frolla dal frigo e stendetela sino a formare un disco con cui fodererete una teglia da 24 cm precedentemente ricoperta di cartaforno oppure imburrata e infarinata.

A questo proposito io preferisco usare gli stampi a cerniera anziché quelli specifici per crostata. Sarà una questione di abitudine ma quando uso quelli da crostata succede sempre qualche pasticcio! In questo caso, poi, che bisogna sfornare una crostata particolarmente delicata per via dello strato di meringa, io mi sento più tranquilla con l’apertura a cerniera ma ovviamente voi usate quello che preferite 😉

2013-02-22 18.35.582013-02-22 18.38.412013-02-22 19.05.33

Detto questo, dopo aver foderato la teglia, bucherellate tutta la superficie con i rebbi di una forchetta, ricoprite la pasta con della cartaforno e riempite l’incavo con dei legumi secchi quindi procedete con la “cottura in bianco” della pastafrolla per 25 minuti a 200°C, togliendo la cartaforno negli ultimi 5 minuti per far dorare la crostata.

Mentre la base raffredda passiamo alla preparazione della crema che non è altro che una versione della crema pasticciera con l’aggiunta del succo e della scorza di limone. Sbattete i rossi dell’uovo con lo zucchero ed il succo di limone sin ad ottenere un composto bello spumoso quindi aggiungete la farina setacciata e amalgamate bene il tutto.

2013-02-22 17.49.58 2013-02-22 17.51.18 2013-02-22 17.52.09

Versate piano piano il latte che avrete fatto scaldare in un pentolino con la buccia del limone e, dopo aver sciolto per bene l’impasto di uova e farina, rimettete il tutto sul fuoco e continuate a mescolare sino a che la crema si sarà rappresa. Per ultima cosa aggiungete il burro e fatelo sciogliere per bene. Una volta raffreddata leggermente copritela con della pellicola facendola aderire alla crema in modo che non si formi la fastidiosa pellicina quindi riponete in frigo per farla raffreddare.

2013-02-22 17.53.062013-02-22 17.54.312013-02-22 18.05.32

Nel frattempo prepariamo la meringa montando a neve fermissima gli albumi con il sale e unendo ad uno ad uno, e sempre mescolando, i cucchiai di zucchero e il succo di limone. Tenete presente che per la riuscita dell’operazione gli albumi dovranno essere preferibilmente a temperatura ambiente e soprattutto pulitissimi, senza neppure una traccia di rosso, altrimenti non monteranno! Vi accorgerete della buona riuscita della meringa quando avrete ottenuto un bel composto sodo e lucido.

 2012-12-30 19.58.42 2012-12-30 19.59.142013-02-22 20.19.59

A questo punto versate la crema al limone nella crostata cotta e ben raffreddata quindi ricoprite, aiutandovi con una spatola o se preferite con una sac à poche, con la meringa, spolverizzate di zucchero e ponete in forno a 180°C per 15 minuti sino a che la meringa diventerà bella dorata. Gli ultimi minuti potete farli in modalità grill facendo però attenzione che la meringa non scurisca troppo.

2013-02-22 20.23.11 2013-02-22 20.26.52 2013-02-22 20.50.35

E’ ovvio che da forno a forno i tempi di cottura possono variare parecchio pertanto i tempi e le temperature per la cottura della meringa che ho scritto sono indicativi. Lo specifico perché cuocere la meringa è un’operazione veramente insidiosa pertanto potrete stare tranquilli solo dopo avere fatto delle prove con il vostro forno 😉

Una volta dorata la meringa sfornate e lasciate raffreddare perfettamente la crostata prima di toglierla dalla tortiera quindi conservate in frigorifero sino al momento di servire.

 

Forse ti potrebbe interessare anche...

6 risposte a Crostata al limone con meringa

  1. Valentina scrive:

    Direi che è tutto a posto, banner e il resto! La ricetta la inserisco subito, grazie per avervi partecipato!!!!
    Valentina

  2. Annalisa scrive:

    Ci credo che sia stato molto impegnativo realizzarla, però guarda che bel risultato, una torta davvero molto golosa, bravissima Dany!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*