Japanese Cotton Cheesecake – Soffice Cheesecake Giapponese

La japanese cotton cheesecake è una delle torte più celebri del web nell’ultimo anno: se ne leggono un’infinità di varianti, tra cui quella con soli tre ingredienti (la proverò e vi farò sapere!). Questa è sicuramente la ricetta che preferisco, che consente di ottenere uno splendido dolce umido, dalla consistenza scioglievole e di una sofficità senza pari, che lascia spazio al delizioso aroma di limone e vaniglia. Tutte queste caratteristiche contribuiscono ad avere un dolce estremamente delicato e leggero, che innescherà in voi il desiderio di mangiarlo tutto, una fetta dopo l’altra!

Figlia di Gatta

  • Preparazione: 20 Minuti
  • Cottura: 100 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 10 persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • Burro 109 g
  • Panna fresca liquida 182 g
  • Zucchero 255 g
  • Essenza di vaniglia q.b.
  • Philadelphia 394 g
  • Tuorli 11
  • Scorza di limone (grattugiata) 1
  • Farina 00 109 g
  • Amido di mais (maizena) 37 g
  • Albumi 11
  • Cremor tartaro 1 cucchiaino

Preparazione

  1. Per preparare la cotton cake, partite dal porre in una ciotola il burro e la panna e fateli sciogliere a bagnomaria, ponendo la ciotola su un pentolino contenente un po’ d’acqua e solo quando questa avrà raggiunto il bollore.

  2. Unite 127 g di zucchero al burro sciolto con la panna e mescolate con una frusta a mano. Aggiungete ora, il philadelphia e mescolate ancora, fino ad avere un composto omogeneo.

  3. Togliete la ciotola dal bagnomaria ed aggiungete i tuorli (a temperatura ambiente), mescolando sempre con la frusta. Unite quindi la vaniglia, la scorza di limone grattugiata ed il succo di limone filtrato.

  4. Aggiungete ora la farina setacciata con l’amido ed incorporatela al composto.

  5. In un’altra ciotola, montate a neve gli albumi, aggiungendo lo zucchero rimasto un po’ per volta ed in ultimo il cremor tartaro. Incorporate delicatamente con una marisa, gli albumi montati, nel composto precedente, con movimenti delicati dal basso verso l’alto.

  6. Preriscaldate il forno a 175°C. Rivestite una teglia di 22 cm di diametro, dai bordi molto alti (almeno 10 cm) con la carta forno, facendo in modo che fuoriesca dalla teglia di circa 5 cm. Preparate ora una teglia più larga della precedente dove versare qualche dito di acqua bollente: la cottura della cotton cake avviene a bagnomaria, per cui dovrete porre la teglia con il composto, all’interno della teglia più grande con l’acqua.

  7. Versate il composto nella teglia rivestita ed infornate per 10 minuti. Abbassate ora la temperatura del forno a 150°C e cuocete per altri 10 minuti. Abbassate ancora la temperatura fino a 130°C e cuocete per 80 minuti circa, finché non risulti lievemente dorata in superficie. Non prolungate troppo la cottura, altrimenti la cotton cake risulterà asciutta e perderà la sua peculiare consistenza.

  8. Sfornate la torta, lasciatela raffreddare a temperatura ambiente, sformatela e cospargete di zucchero a velo prima di servire. Conservatela sotto una campana di vetro a temperatura ambiente.

Consigli

Vi consiglio di non utilizzare teglie sganciabili, qualora voleste utilizzarla comunque, foderatela esternamente con almeno tre strati di carta alluminio, per impedire all’acqua di penetrare nella teglia. La cotton cake è squisita gustata nella sua semplicità, per via della consistenza umida e dell’aroma di limone e vaniglia, ma nulla vieta ai più golosi, di accompagnarla ad una salsa al cioccolato oppure ad una crema inglese.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.