Portafogli di pollo farciti

Cenetta facile e veloce..non ho scritto i dosaggi perché sono andata a occhio; indicativamente per ogni fettina di pollo ho arrotolato una fetta di prosciutto cotto attorno ad una mezza sottiletta…ovviamente se si vuole sentire un po’ il prosciutto cotto la fettina dovrà essere abbastanza spessa o abbastanza grande.

Ingredienti:

  • petto di pollo già tagliato in fette (1 a testa)
  • prosciutto cotto a fette
  • sottilette
  • 1 uovo
  • farina qb
  • pangrattato qb
  • 1 cucchiaino di sale aromatico
  • olio per fritture (che io miscelo con olio d’oliva)
Procedimento:
  1. Tagliare le fettine di petto di pollo a metà in senso orizzontale creando delle specie di tasche; appiattirle leggermente con il batticarne
  2. preparare i fagottini di prosciutto cotto e sottiletta e metterli nel centro della tasca di carne
  3. chiudere la tasca premendo molto bene i bordi di carne
  1. sbattere l’uovo in una terrina con sale aromatico
  2. passare i portafogli nella farina, quindi nell’uovo sbattuto ed infine nel pangrattato
  3. scaldare bene in una padella antiaderente l’olio e friggervi i portafogli prima da un lato poi dall’altro
  4. scolare su carta assorbente e servire con verdura fresca o cotta.
Variazioni della ricetta: naturalmente la farcitura può essere varia ed eventuale: speck e Asiago, prosciutto crudo e scamorza, ecc. Ma anche la cottura, se si vuole una pietanza più leggera, va cotta nel forno…

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Precedente Involtini di cavolo verza Successivo Ciambella Viaggi

2 commenti su “Portafogli di pollo farciti

  1. Sai che anche questa ricetta potrebbe andar bene per la raccolta? Sei proprio brava, e sono sicura che se mi faccio un giro ne trovo delle altre, stay tuned! 😉

    • Lucia il said:

      Mi fa piacere essere utile…so quanto è dura all’inizio! Senza nessuno che ti spieghi e poca esperienza è un continuo provare, sbagliare e riprovare, spesso per buttare, qualche volta per crear qualcosa di completamente diverso! :D…Ancora adesso, quando faccio qualche piatto nuovo, mi aiutano maggiormente le foto che non le spiegazioni, seppur dettagliate. Odio i vecchi libri di cucina solo scritti!

Grazie per essere passato a trovarmi. Siediti pure...faccio volentieri due chiacchiere

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.