Crea sito

Gli gnocchi

Gnocchi al finto ragù, ricetta economica.

Gnocchi al finto ragù: un primo gustoso all’insegna del risparmio.
Un’idea semplice e ingegnosa che permette di portare in tavola un piatto povero ma ricco di bontà.
Un finto ragù che è possibile proporre durante tutto il corso dell’anno: sedano, carote e cipolle sono, infatti, sempre facilmente reperibili sui banchi di frutta e verdura dei nostri mercati.
Lo spunto per questo finto ragù (con qualche variante personale) mi è arrivato sfogliando il numero del mese di Marzo della rivista Sale&Pepe in cui, nelle prime pagine, viene proposta la ricetta della “Pastasciutta al ragù senza ragù” di Petronilla (moglie, medico e donna di casa appassionata di cucina che si inventa piatti e ricette “senza”…dalle polpette senza carne, finti sughi, similiburro…) in cui il soffritto e il latte diventano i protagosnisti di un ragù ortolano denso, pastoso e saporito che va a sostituire il più classico e ricco ragù di carne.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
1 kg. di patate
300 gr. di farina
1 uovo
4 carote medie
1 cuore di sedano con le foglie più tenere
1 porro (la parte bianca) oppure 1 cipolla bianca
4 foglioline di salvia
qualche fogliolina di basilico
1/2 cucchaino da té di concentrato di pomodoro
30 gr. di burro
1 bicchiere di latte
olio extra vergine di oliva q.b.
Parmigiano Reggiano q.b.

sale q.b.
pepe nero q.b.

(altro…)

Gnocchi con sugo di cannella, zucchero, Parmigiano Reggiano e uva passa.

Gnocchi con sugo di cannella, zucchero, Parmigiano Reggiano e uva passa: un primo piatto dai sapori davvero insoliti che, però, si sposano davvero alla perfezione l’un con l’altro.
L’origine di questi gnocchi vanta diverse provenienze: dalla cucina di origine slava alla cucina tradizionale della bassa veronese con tante e differenti varianti.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
1 kg. di patate
300 gr. di farina
1 uovo
sale q.b.
60/70 gr. di Parmigiano Reggiano
40 gr. di zucchero
cannella q.b. (a seconda dei gusti)
50 gr. di burro
2 manciate di uva passa

Bollire le patate con la buccia (ancora meglio farle cuocere nella pentola a pressione per circa venti minuti).
Una volta cotte, pelare le patate e schiacchiarle ancora calde (io uso il passa verdura).
Aggiungere alle patate la farina, l’uovo, un po’ di sale.
Impastare il tutto per bene.
Su un tagliere leggermente infarinato formare dei piccoli cordoncini di impasto, tagliarli poi a tocchetti (io non li faccio troppo piccoli perchè mi piacciono gli gnocchi belli corposi) e passarli sui rebbi di una forchetta in modo che assumano la loro classica forma (ideale per raccogliere il sugo).
Buttare gli gnocchi poco alla volta in abbondante acqua salata bollente.
Mentre gli gnocchi cuociono sciogliere il burro in un’ampia padella facendo attenzione a non farlo soffriggere.
Quando gli gnocchi saliranno a galla scolarli con una schiumarola e buttarli in padella.
Saltare gli gnocchi per qualche istante aggiungendo lo zucchero, la cannella, il Parmigiano Reggiano (mescolati precedentemente in una ciotola) e l’uva passa (precedentemente messa in ammollo in acqua tiepida e ben strizzata).
Impiattare e servire gli gnocchi ben caldi.Gnocchi con sugo di cannella, zucchero, Parmigiano Reggiano e uva passa.

Spatzle di zucca, ricetta autunnale.

Spatzle di zucca: dare un tocco autunnale ai tipici gnocchetti della cucina tirolese è davvero semplicissimo!

INGREDIENTI PER 2 PERSONE:
200 gr. di zucca cotta al forno
180/200 gr. di farina 00
2 uova medie
30 ml. di latte
sale q.b.
noce moscata q.b.

Pulire la zucca privandola di semi, filamenti e buccia e tagliarla a fettine.
Cuocere la zucca in forno, avvolta in carta stagnola, a 180 gradi fino a quando risulterà molto morbida.
Sfornare la zucca e farla intiepidire.
Frullare la zucca, il latte e le uova fino ad ottenere una crema liscia e omogenea.
Versare il composto in un’ampia ciotola e aggiungere la farina setacciata, un pizzico di sale e un po’ di noce moscata mescolando per bene.
Lasciare riposare per qualche minuto.
Con l’aiuto dell’apposito attrezzo per gli spatzle o di uno schiacciapatate a fori grossi iniziare a preparare gli gnocchetti facendo cadere piccole quantità di impasto in abbondante acqua bollente salata.
Scolare gli spatzle di zucca appena riaffioreranno a galla.
Condire gli spatzle di zucca con olio e qualche foglia di salvia.
Impiattare gli spatzle di zucca ben caldi e spolverizzarli con un altro po’ di noce moscata e abbondante parmigiano reggiano.
Consigli e varianti: preferire la zucca mantovana ricca di sapore e dalla consistenza piena e pastosa; per rendere il piatto più ricco è possibile sostituire l’olio con burro fuso e aggiungere un’abbondante macinata di pepe nero; per rendere questo primo piatto davvero delicato mantecare con qualche cucchiaio di ricotta aromatizzata con una spolverizzata di noce moscata; il sapore della zucca si sposa molto bene con i funghi porcini che possono essere quindi usati per dare un gusto deciso e irresistibile al piatto; spolverizzare gli spatzle di zucca con un mix di parmigiano reggiano, amaretti secchi e nocciole tritate per portare in tavola un primo piatto dal sapore insolito ma invitante; per un sapore davvero particolare sostituire la noce moscata con la cannella in polvere.
Spatzle di zucca

Gnocchi di ricotta al basilico con salsa al pomodoro, ricetta mediterranea.

Gnocchi di ricotta al basilico con salsa al pomodoro: quando i classici gnocchi del giovedì lasciano il posto a una deliziosa variante ricca di sapori e profumi della tradizione mediterranea il successo è, comunque, assicurato.
Facili e veloci da preparare, questi gnocchi di ricotta delizieranno il vostro palato grazie al loro sapore delicato.

INGREDIENTI PER 4/6 PERSONE:
500 gr. di ricotta vaccina
150 gr. di parmigiano reggiano
250 gr. cirac di farina 00 (dipende dall’umidità della ricotta e dalla grandezza dell uova)
2 uova medie
15/20 foglie di basilico
sale q.b.
salsa di pomodoro q.b.

Tritare finemenente il basilico.
Versare in una ciotola la farina, il parmigiano reggiano, la ricotta, le uova, il basilico tritato e un pizzico di sale.
Impastare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto compatto, ben amalgamato e facilmente maneggiabile.
Su un tagliere ben infarinato formare con l’impasto delle striscioline di dimensioni uguali.
Tagliare le striscioline a tocchetti e, passandoli su rebbi di una forchetta, dargli la classica forma degli gnocchi (ideale per raccogliere il sugo).
Cuocere gli gnocchi di ricotta in abbondante acqua salata, pochi alla volta, scolandoli appena tornano a galla con l’aiuto di una schiumarola.
Condire gli gnocchi di ricotta con abbondante salsa al pomodoro.
Impiattare gli gnocchi di ricotta ben caldi decorandoli con qualche foglia di basilico fresco e un filo di olio extra vergine a crudo.
E’ possibile conservare gli gnocchi di ricotta in freezer congelandoli stesi su un vassoio, per evitare che si schiaccino, e raccogliendoli poi in un sacchetto una volta induriti.
Gnocchi di ricottaGnocchi di ricotta

Gnocchi di semolino alle verdure.

Gli gnocchi di semolino alle verdure sono un’ottima alternativa per sostituire i classici gnocchi alla romana sicuramente buoni e gustosi ma certo non leggeri.
Con gli gnocchi di semolino alle verdure si può portare in tavola un piatto ricco di sapore senza però la presenza di burro e grandi quantità di parmigiano (una ricetta decisamente più light in attesa della prova costume).

INGREDIENTI PER CIRCA 25 GNOCCHI:
125 gr. di semolino
500 ml. di latte fresco
250 gr. di verdure (zucchine, carote e porro)
1 tuorlo
noce moscata q.b.
sale q.b.
olio q.b.
pangrattato q.b.
pepe q.b.

Triatare le verdure al mixer e farle saltare in padella con olio e sale.
Scaldare il latte con un po’ di sale, noce moscata e olio.
Quando il latte sarà caldo aggiungere poco per volta il semolino.
Mescolare di continuo con una frusta fino a quando il composto sarà ben addensato.
Togliere il semolino dal fuoco.
Aggiungere al semolino il tuorlo d’uovo e le verdure precedentemente cotte mescolando per bene per amalgamare tutti gli ingredienti.
Versare il semolino o su una teglia o su un piatto stendendo e livellando uno strato di circa un centimetro di spessore.
Quando il semolino sarà freddo formare con l’aiuto di un coppapasta (tondo o a forma di fiore) gli gnocchi.
Sistemare gli gnocchi di semolino in una teglia da forno leggeremente unta.
Spennellare gli gnocchi di semolino con un po’ di olio e spolverizzare con un po’ di pangrattato.
Gratinare gli gnocchi di semolino in forno a 100/120 gradi in funzione grill per circa dieci/quindici minuti (devono divenatre leggeremente dorati).
Sfornare gli gnocchi di semolino e spolverizzarli con un po’ di parmigiano e pepe.
Servire gli gnocchi di semolino non troppo caldi in modo da poter gustare al meglio i sapori.

Per questa ricetta ho usato il semolino del Molino Chiavazza:
http://www.molinochiavazza.it