Siciliainbocca degusta Firriato

1009549_10153133888704347_4388844922784273851_o

Lo scorso 11 marzo ho avuto l’opportunità di tornare in Sicilia pur restando a Roma. Si è tenuto un nuovo imperdibile evento in uno dei miei ristoranti preferiti Siciliainbocca in Prati che ha organizzato un fantastico incontro con una delle eccellenze del panorama vinicolo siciliano, la cantina Firriato. Come ho già raccontato, amo questo locale per l’accoglienza e l’attenzione che il personale ha verso il cliente, per i colori, per i profumi e ovviamente per il cibo. Le materie prime vengono accuratamente selezionate e praticamente tutto viene direttamente dalla Sicilia. Lo chef Vito Marino interpreta i piatti della tradizione con un tocco di modernità molto interessante capace di stuzzicare anche i palati più esigenti e per questa serata speciale aveva preparato un menù che si sposava perfettamente ai vini che avevamo in degustazione. Tra il piatti ed i vini si è creato un connubio veramente interessantissimo. Siamo stati accompagnati in questo meraviglioso percorso gustativo dalla wine ambassador Daniela La Porta che ci ha trasportato con la fantasia fino ai filari dei vigneti di Favignana. Abbiamo così potuto apprezzare pienamente i pluri-premiati vini di questa cantina serviti dai gentilissimi sommeliers FIS Francesca e Duilio.

Ecco il fantastico menù:

Antipasti

  • Crocchettina di patate croccante con Tuma
  • Alicette marinate con olio extra vergine ‘Tenuta la Gallinella’
  • Carpaccio di polpo con timo e pepe rosa
  • Tartare di salmone fresco accompagnato da pere zuccherine e mostarda al miele di zagara11057266_10204875342577699_4935714346137372946_n

Gaudensius -Metodo classico- Nerello Mascalese, 2014
Gaudensius è un atto d’amore, un vino spumante dal perlage raffinato, a grana sottile, continua e persistente, caratterizzato  da colori con sfumature tendenti all’oro luminoso, dal sapore complesso e al contempo di rara eleganza.Il calice suggestivo del celebre e secolare Nerello Mascalese dell’Agro etneo, vocato per la spumantizzazione,  sancisce, ancora una volta, il rispetto di Firriato verso un territorio complesso e di straordinarie potenzialità. 
Si presenta dal colore giallo paglierino, intenso ed elegante con tipiche note di crosta di pane e lievito, fresche note fruttate e floreali. Perlage fine e persistente. Al gusto si presenta con una spiccata mineralità e un’ottima acidità. 11044553_10204875343217715_5345001967492159173_n

Primo piatto

  • Paccheri di farina artigianali del pastificio ‘Pica’ con ragù di totani dello stretto, pomodoretti di Pachino al profumo di prezzemolo 11014703_10204875345257766_302275613994505443_n

Jasmin-Zibibbo, 2014
Zibibbo, il suo nome deriva dall’arabo dove il termine zabib assume il significato di “uva secca”, prodotto nel trapanese dove la pianta incontra un suolo prettamente argilloso ricco di sodio e vari minerali che conferiscono al vino una buona fragranza e sapidità. Profumo floreale ed elegante, sentori agrumati avvolti da nuances di fiori di gelsomino e macchia mediterranea. Al palato ampio e armonico, dal frutto suadente in un ventaglio di agrumi dai gialli ai rossi
1422507_10204875344897757_6370055089312121158_n
Secondo piatto

  • Involtini di spatola con pane saporito, accompagnato da cipollata e menta fresca di campo e sformatino di cardi e patate gustose. 11045010_10153133889589347_5155907243053822963_o


Favinia ‘la Muciara’-Grillo,Catarratto e Zibibbo, 2013

Favinia La Muciara è la prima etichetta che Firriato ha prodotto nell’isola di Favignana, reimpiantando le viti dopo un secolo di assenza. In un’estensione di cinque ettari, la famiglia Di Gaetano ha introdotto i vitigni autoctoni di Perricone, Nero d’Avola, Grillo, Zibibbo e Catarratto, avvalendosi di una viticultura estrema, dovuta alle complesse condizioni pedoclimatiche che rendono l’isola unica e attraente. La vicinanza al mare, il soffio protettivo e mite del Favonio e la fertilizzazione naturale della Poseidonia sono solo alcuni dei fattori determinanti per l’elevata qualità dei vini della linea Favinia, produzioni limitate e di nicchia capaci di concedere ai wine lovers il gusto autentico della Sicilia, perla del mediterraneo. Dal Colore Giallo tenue con marcati riflessi verdolini, all’olfatto ha uno spettro aromatico elegante e complesso con nuance di fiori di zagara, di tiglio, di sambuco che si intrecciano con note di erbe aromatiche mediterranee .Al palato ingresso morbido e avvolgente che va ad aprirsi con pacata autorevolezza, facendo apprezzare una piacevole e vibrante acidità avvolta da eleganti note aromatiche combinate con una insolita sapidità e mineralità, effetto dell’influenza marina10985484_10204875348737853_6467529009792499840_n

Dessert

  • Semifreddo fatto in casa al pistacchio di Bronte accompagnato da riduzione di Malvasia1622410_10153133889739347_1372389017144801119_o

L’Ecru’ – malvasia e zibibbo, 2011 

La produzione de L’Ecrù richiede 3 vendemmie dello Zibibbo. Nella prima le uve vengono raccolte e vinificate tradizionalmente. Segue un’altra vendemmia in cui una parte dei grappoli viene raccolta e posta in appassimento sui graticci mentre la restante  viene lasciata in pianta per la surmaturazione  con la piegatura del rachide che interrompe l’afflusso di linfa al grappolo. Infine, dopo 8 giorni circa, si procede alla terza e ultima vendemmia, quella dell’uva surmatura, lasciata sulla vite per ottenere una maggiore concentrazione di zuccheri negli acini. Il vino, e non il mosto, viene poi arricchito dall’aggiunta di Malvasia e Zibibbo appassiti e messi in infusione, in maniera tale da estrarre dalle bucce i sentori che caratterizzano il vino. Eccezionale, massima la fittezza e la potenza in succhi e dolcezza del L’Ecrù 2011, passito d’interminabile persistenza espressiva.

10431534_10204875352777954_8506232342127923977_n

Niente di meglio che una bella serata con dell’ottimo cibo, dell’ottimo vino e una compagnia di amici sinceri! Grazie Siciliainbocca!

10985054_10153133890154347_8432525398871838657_o
Chef Vito Marino
10634131_10153133889929347_1421572387557784069_o
Le proprietarie Vanessa e Azzurra!
10003701_10153133890024347_7566956539079826836_o
Il tanto atteso momento della riffa…. Lo Chef Vito Marino estrae il numero di un fortunato cliente!

 

11024679_10153133890089347_8916870530094378738_o
Il fortunato cliente!
1614586_10153133889859347_7523325004986378427_o
I sommelier FIS Duilio e Francesca

11009405_10153133888939347_5884816807290239086_o 10981050_10153133889059347_1660807145934813164_o 10708794_10153133889339347_4361965975156459044_o 10855014_10153133888759347_8151412424131966688_o 11050278_10153133888744347_5376336316035153908_o 1009549_10153133888704347_4388844922784273851_o 11041229_10204875346537798_7332860080958577218_n 11025185_10204875333617475_7434154190518918890_n 10996310_10204875340937658_6557909640959505105_n 11038933_10204875340297642_1008039058077456732_n 10441509_10204875338617600_7013111321913210010_n 1604618_10204875334457496_6714045021838070581_n 11060293_10204875337017560_4371673185985719954_n 11043154_10204875354577999_4099611492214822343_n 10616184_10204875335697527_7245657066397190344_n

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
Precedente Torta della nonna soft by Letizia Zumbé Successivo La torta dei 100 giorni di Beatrice (cioccolato e carote)