Crea sito

Sapore d’estate : rustici leccesi a modo mio

Eccomi qui!

Oggi ti propongo una ricetta di cui sicuramente avrai sentito parlare, ammesso che tu non li abbia mai mangiati…e credimi se così fosse devi assolutamente rimediare perchè sono buonissimi! Non conosco la ricetta ufficiale dei rustici leccesi ma questa versione napoletana di casa mia può essere una valida alternativa per chi come me ha assaggiato in vacanza questa bontà divina e l’ha voluta replicare nella propria cucina, con l’aiuto di un po’ d’intuito e qualche suggerimento online per capire cosa ci fosse all’interno.

Nonostante, come ormai ben sai, adoro sperimentare nuovi sapori, i grandi classici mi affascinano da sempre. Pochi ingredienti che danno un sapore unico. Sono sempre dell’idea che meno ingredienti si usano più i sapori sono definiti. In fondo cosa c’è di meglio della semplicità?

Ma ritorniamo a noi. Anni fa sono stata a Lecce, la Puglia è una terra stupenda ricca di storia e soprattutto terra dell’ottima cucina. In spiaggia per la prima volta ho assaggiato questi rustici e da quel momento ogni mattina erano diventati un appuntamento fisso.

Come ti ho detto fino allo scorso anno non avevo un buon rapporto con la pasta sfoglia perchè mi hanno sempre suggerito di cuocerla al massimo della temperatura e mi si è sempre bruciata. Adesso ho il mio metodo e finalmente sono riuscita a replicare i miei amatissimi rustici leccesi.

Quindi passiamo alla mia ricetta

RUSTICI LECCESI

Per circa 5 rustici abbastanza grandicelli

1 rotolo di pasta sfoglia

250 gr di latte

30 gr di farina

250 gr di provola

1 spicchio d’aglio

sale

olio

burro

passata di pomodoro

1 tuorlo d’uovo

latte

Come prima cosa prepariamo la besciamella. Io per prepararla nel pentolino mescolo la farina con il latte a filo in modo tale da non fargli fare grumi. Quando avrà una consistenza liquida aggiungo il resto del latte. Metto sul fuoco rimestando continuamente nello stesso verso finchè non avrà raggiunto la densità desiderata. In questo caso ci servirà una besciamella abbastanza solida. Dovrà staccarsi dalle pareti del pentolino per intenderci. Aggiungiamo un pezzettino di burro, mescoliamo finchè si sarà sciolto, aggiustiamo di sale e infine se ci piace mettiamo un po’ di noce moscata.

Mettiamola a raffreddare in modo tale da poterla manipolare per bene.

Nel frattempo prepariamo il sugo. In un altro pentolino soffriggiamo un goccio d’olio con uno spicchio d’aglio; quando l’aglio sarà rosolato eliminiamolo e aggiungiamo la passata di pomodoro. Facciamola cuocere a fiamma moderata e una volta cotta aggiustiamo di sale. Mettiamo a raffreddare anche il sugo.

Mentre i due composti staranno raffreddandosi prepariamo i contenitori.

Ricaviamo dei cerchi abbastanza grandi dalla pasta sfoglia in numero pari perchè dovranno essere accoppiati a due a due.

L’eccedenza di pasta non impastiamola di nuovo ma sovapponiamo tutti i pezzettini e tiriamo la sfoglia con il matterello in modo tale da riottenere un quadrato da cui ricavare altri cerchi.

Tagliamo a pezzettini piccoli la provola ( io la preferisco da buona napoletana ma sono certa che non sarà questo il tipo di formaggio utilizzato, quindi usa nel caso quello che preferisci di più).

Una volta che le salse saranno ben fredde prendiamo un disco di pasta sfoglia, inumidiamo i bordi con acqua (non troppa altrimenti la pasta si spacca, giusto un goccio per far in modo che i bordi dei due dischi si incollino per bene) e collochiamo al centro un velo di sugo, sopra posizioniamo una pallina di besciamella e creiamo un buco al suo interno mettendo la provola a pezzettini.

Ricopriamo ogni singolo disco farcito con un altro disco. Lasciamo la parte centrale morbida e facciamo combaciare i bordi, pressiamoli bene in modo tale che in cottura non si aprano.  In questo modo si sarà creata una sorta di cappellino.

Spennelliamoli con un rosso d’uovo battuto con un pizzico di sale e un goccio di latte.

Inforniamoli a 180° per circa 20 minuti.

Serviamoli tiepidi.

Spero che questa ricetta ti sia piaciuta e spero che la proverai in modo tale da farmi sapere cosa ne pensi.

Ti aspetto alla prossima ricetta e come sempre su Facebook.

Ti abbraccio.

Federica.

rustici leccesi rustici leccesi rustici leccesi  rustici leccesi

 

 

7 Risposte a “Sapore d’estate : rustici leccesi a modo mio”

    1. Semplice e veloce ma soprattutto buonissima. Fammi sapere se la provi Rosaria. Un abbraccio.

    1. Grazie mille Gabriela, anche a me piace molto e poi dà molto sapore ai piatti 🙂

  1. Very efficiently written post. It will be valuable to anyone who usess it, as well as myself. Keep doing what you are doing i will definitely read more posts. kgefegagfaagcdbe

I commenti sono chiusi.

Translate »