ORATA AL CARTOCCIO IN PADELLA

ORATA AL CARTOCCIO IN PADELLA, un secondo di pesce leggero, gustoso e veloce da realizzare grazie al cartoccio che ne esalta tutti i sapori.
Quando non si ha voglia di accendere il forno, e non si vuole bollire o friggere , il cartoccio è la soluzione migliore, chiude gli odori e esalta i sapori mantenendo la leggerezza.
Vi lascio un’altra idea di pesce saporito QUI la ricetta del pesce spada in bianco al forno; QUI sarde allinguate fritte.
Per tante altre ricette metti MI PIACE QUI su Facebook e su Instangram QUI.

orata al cartoccio in padella
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 2orate
  • 1limone
  • 2 fogliealloro
  • 1 ciuffoprezzemolo
  • 2 spicchiaglio
  • q.b.olio di oliva
  • q.b.sale
  • q.b.pepe

Strumenti

  • 2 Carta forno

Preparazione

  1. orate al cartoccio in padella

    Per la realizzazione dell’ORATA AL CARTOCCIO IN PADELLA, ci vogliono pochissimi minuti.

    La prima cosa da fare è scegliere il pesce, che deve essere fresco, si deve presentare con occhi lucidi e vivi, la carne deve avere una buona consistenza e tonicità e non deve essere molliccia.

    Per agevolare la ricetta vi consiglio di farvi pulire il pesce dal vostro pescivendolo di fiducia.

    “Come pulire un’orata?”

    Nel caso, invece, che lo compriate non pulito, procedete ad eliminare le squame, premendo in senso contrario con un coltello dalla parte che non c’è la lama e vedrete che con una lieve pressione e facendo su e giù le squame si staccheranno tutte.

  2. Dopo aver tolto le squame da entrambi i lati, procedete a togliere le interiora.

    Procedete a fare un taglio all’altezza della pancia, infilate le dita e togliete tutto quello che trovate di molle.

    Le vostre orate adesso sono pulite e pronte per essere utilizzate nella ricetta.

  3. A questo punto salate le orate massaggiando ogni lato con un pizzico di sale.

    Prendete un foglio di carta forno che vi servirà per chiudere ogni orata nel suo cartoccio.

    “perchè non utilizzare l’ alluminio?”

    Non utilizzate l’alluminio per il cartoccio, in cottura l’alluminio tende a rilasciare delle sostanze sul cibo, oltre a essere poco salutare anche il gusto ne risente.

  4. Al centro del foglio di carta da forno , mettete le orate, aggiungete a queste 3 fettine di limone, una posizionatela all’interno della tasca della pancia svuotata.

    Aggiungete un po’ di prezzemolo, uno spicchio di aglio e una foglia di alloro.

    Mettete un filo di olio e poco pepe.

    Chiudete La carta forno prima arrotolando le estremità una con l’altra e poi chiudendo i lati come se fosse una caramella.

  5. Non vi resta che mettere la vostra orata al cartoccio in padella. Accendete un fuoco lento e coprite con un coperchio.

    Lasciate cuocere per circa 20 minuti senza scoprire.

    Passati i 20 minuti, aprite una parte della carta da forno, provate con una forchetta staccare la carne dell’orata dalla lisca, se si stacca facilmente e in maniera compatta, è pronta! Altrimenti richiudete e lasciate cuocere ancora qualche minuto.

  6. Quando la vostra Orata al cartoccio in padella è pronta, servite con tutto il cartoccio, oltre a presentarsi bene scenograficamente, quando il vostro commensale aprirà il cartoccio avrà il piacere di godersi il profumo che ne uscirà!

    Servite la vostra Orata al cartoccio in padella con un’insalata verde o con delle patate lesse prezzemolate.

    Alla prossima da Sapore Arianna!!

Variazioni:

Invece del pesce intero, potete realizzare questa ricetta utilizzando il filetto di Orata.

Invece di orata potete utilizzare anche il branzino.

Nel cartoccio si possono aggiungere, pomodorini e olive, ma bisognerà omettere il limone.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!
Precedente PANNOCCHIE DI MAIS ALLA GRIGLIA Successivo PESTO ALLA SICILIANA con ricotta e pomodorini freschi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.