Sostituire il burro con l’olio nelle ricette

Sostituire il burro con l'olio nelle ricette

Ciao a tutti! Nuovo articolo per voi, oggi vi spiego Come sostituire il burro con l’olio nelle ricette! E’ un articolo che volevo scrivere da tempo perchè molte/i di voi mi chiedono spesso come sostituire il burro con dell’ottimo olio di oliva nelle ricette sia dolci che salate. Così ecco qui un articolo semplice ed esaustivo che può aiutarvi in questa semplice operazione.


Differenza tra burro e olio :

L’olio ha tre fondamentali differenze rispetto al burro:
1) la consistenza: l’olio è liquido e in fase di cottura non perde acqua come invece fa il burro;
2) la composizione: l’olio non presenta alcuna percentuale di acqua mentre il burro commerciale è composto generalmente per l’80% da grasso e per il 20 % da acqua;
3) il punto di fumo: l’olio ha un punto di fumo molto superiore al burro, per il quale si raggiunge intorno ai 30 gradi.

Burro e olio sono due tipi di grassi diversi, il burro è un grasso animale, mentre l’olio è un grasso vegetale che può essere ricavato dalle olive e da molti semi come semi di girasole, semi di sesamo, semi di zucca, semi di canapa, semi di arachidi e molto altro…
Ma qual’è la differenza tra olio e burro? Vediamo un pò:

L’olio extravergine di oliva è costituito da lipidi per ben il 99.9%, mentre il burro contiene anche una frazione di acqua, che rende inferiore il contenuto lipidico totale, e pari all’84% circa del prodotto. Ma la differenza fra i due condimenti non è soltanto nella quantità di grassi presenti, quanto anche nella loro qualità.

Per quanto riguarda l’olio extravergine di oliva la maggior parte dei lipidi è rappresentata da grassi insaturi, ovvero benefici per l’organismo, mentre all’interno della componente lipidica del burro sono gli acidi grassi saturi ad essere maggiormente rappresentati.
Mentre in 100 grammi di olio extravergine sono presenti circa 80 grammi di grassi insaturi e solo 15 di saturi, infatti, nel burro troviamo ben 49 grammi di grassi saturi contro solo 26 di insaturi. E attenzione particolare merita il discorso del colesterolo che, totalmente assente nell’olio extravergine, è invece presente in quantità non trascurabili nel burro (250 mg/100g).
Per avere un valore di riferimento, nell’ambito di una dieta sana si consiglia l’assunzione di un massimo di 300 milligrammi al giorno di colesterolo.

Olio extravergine e burro sono molto differenti anche per quanto riguarda l’apporto di sali minerali e di vitamine. Nell’olio sono infatti praticamente assenti i minerali, mentre nel burro questi sono presenti – calcio e fosforo, seppur in minime quantità – per via del latte da cui esso viene ricavato.
Nell’olio extravergine di oliva sono presenti buone quantità di vitamina E, un potente antiossidante che contrasta i radicali liberi nell’organismo, ma relativamente poca vitamina A; nel burro invece accade il contrario, essendo questo alimento caratterizzato da un ottimo contenuto di vitamina A.

Nel burro, inoltre, è presente la vitamina D, indispensabile per la fissazione del calcio nelle ossa e, di conseguenza, fondamentale sia per la crescita che per il mantenimento dell’apparato scheletrico.



Ma vediamo quanti grammi di olio serviranno per sostituire il burro nelle ricette!


20gr di burro ……………… Olio 12gr
50gr di burro ……………… Olio 35gr
65gr di burro ……………… Olio 50gr
80gr di burro ……………… Olio 65gr
100gr di burro ……………… Olio 80gr
120gr di burro ……………… Olio 95gr
130gr di burro ……………… Olio 100gr
150gr di burro ……………… Olio 120gr
160gr di burro ……………… Olio 130gr
180gr di burro ……………… Olio 145gr
200gr di burro ……………… Olio 160gr
220gr di burro ……………… Olio 175gr
250gr di burro ……………… Olio 200gr
280gr di burro ……………… Olio 245gr
300gr di burro ……………… Olio 260gr



Queste sono le quantità da tener a mente quando si vuole sostituire il burro nelle ricette sia dolci che salate.


ALTRI CONSIGLI….

(presi dal web)

Le alternative più versatili al burro sono l’olio extravergine d’oliva e il burro vegetale preparato in casa. Ma non finisce qui. Infatti potrete sostituire il burro anche con la polpa di avocado o il BURRO DI MANDORLE per la preparazione dei dolci, oppure con il BURRO D’ARACHIDI, la crema di sesamo, o tahin, nelle ricette salate. Ecco alcuni suggerimenti utili.


Burro vegetale fatto in casa
Una delle possibili alternative al comune burro è rappresentata dal burro vegetale biologico. Lo potrete acquistare nei negozi di alimenti naturali. È di norma composto da oli vegetali biologici addensati utilizzando la lecitina di soia (senza idrogenazione). Potrete ripetere in casa un processo simile avendo a disposizione proprio questi semplici ingredienti: oli vegetali (biologici e pregiati), acqua e lecitina di soia, come suggerito da una semplice ricetta presente online.

Oppure potrete preparare il burro vegetale fatto in casa utilizzando 100 ml di olio extravergine d’oliva, 50 gr di latte di soia al naturale, senza zucchero e senza sale, un pizzico di sale e qualche goccia di succo di limone. In questo modo otterrete delle alternative al burro vaccino adatte sia alle preparazioni dolci che a quelle salate, sia per quanto riguarda le esigenze di consistenza, che dal punto di vista del sapore.


Polpa di avocado
Avreste mai pensato di ricavare l’alternativa al burro da un frutto? Si tratta della polpa di avocado, un alimento ricco di grassi benefici, la cui consistenza ricorda quella del comune burro. Questa caratteristica, insieme al sapore delicato, permette di utilizzare la polpa di avocado in sostituzione del burro soprattutto nella preparazione dei dolci, come torte, muffin o plumcake. Potrete schiacciare con una forchetta o frullare la polpa di avocado ed unirla agli altri ingredienti dei vostri impasti, a poco a poco, in modo da ottenere una consistenza il più possibile simile a quella delle ricette tradizionali. La polpa di avocado è molto utile per rendere i dolci più leggeri sostituendo con essa almeno la metà del burro o della margarina indicati nelle ricette.


Crema di sesamo
La crema di sesamo può essere utilizzata per sostituire il burro nelle ricette salate. Il suo gusto è piuttosto deciso, quindi potrete decidere di sostituire il burro indicato nelle ricette in parte con dell’olio e in parte con della crema di sesamo, conosciuta anche come tahin o tahina. Per preparare in casa la crema di sesamo vi serviranno soltanto dei semi di sesamo e dell’olio extravergine d’oliva. Dovrete tostare i semi di sesamo in padella per un paio di minuti, senza aggiungere oli. Poi dovrete frullarli in un mixer o robot da cucina, aumentando via via la potenza e aggiungendo a poco a poco dell’olio extravergine o dell’olio di sesamo a filo, fino ad ottenere una crema di sesamo dalla consistenza il più possibile liscia ed omogenea. La crema di sesamo è una delle alternative più gustose da spalmare sul pane insieme alla marmellata, in sostituzione del burro. Provatela anche per sostituire il burro come condimento, per arricchire le insalate, per mantecare i risotti e per preparare salse e besciamelle. Se ne amate il sapore, la potrete sfruttare anche per preparare dei biscotti.


Burro di mandorle
Un’interessante alternativa al burro nella preparazione dei dolci è rappresentata dalla crema di mandorle, che può essere acquistata nei negozi di prodotti biologici, o che potrete preparare in casa semplicemente frullando le mandorle con un robot da cucina potente, fino a quando non rilasceranno i propri oli naturali e formeranno una crema (se è necessario, aggiungete nella preparazione poco olio dal sapore delicato, ma con un mixer ad alta velocità non dovrebbe servire). La crema di mandorle è adatta a sostituire il burro nella preparazione della pasta frolla e dei biscotti. La preparazione sarà più semplice se tosterete le mandorle prima di frullarle. Oltre che con la crema di mandorle, potrete sostituire il comune burro nella preparazione dei dolci con il burro di cacao, che è però meno facilmente reperibile. Il consiglio è di provare a cercarlo in pasticceria. Con lo stesso procedimento utilizzato per la crema di mandorle, potrete preparare anche una crema di anacardi, del burro di arachidi o una crema di nocciole, da utilizzare in sostituzione del burro nelle preparazioni dolci o salate a seconda dei vostri gusti.


QUI LA RICETTA DEL BURRO DI MANDORLE

QUI LA RICETTA DEL BURRO DI ARACHIDI


 

Giovi Light

✬• GUARDA ANCHE 

MENU’ 7 GIORNI DA 1500 CALORIE

per affrontare la prova costume!


 


E SE SEI INTERESSATA DAI UN’OCCHIATA ALLA LISTA COMPLETA DELLE RICETTE DETOX!


E SE HAI BISOGNO DI QUALCHE CONSIGLIO IN PIU’ PER LA TUA DIETA CLICCA QUI SOTTO! 😉


VI CONSIGLIO ANCHE UNA TABELLA DIETETICA PER IL PESO DEGLI INGREDIENTI DA CRUDI A COTTI DA CONSULTARE OGNI VOLTA CHE NE AVRETE BISOGNO!


E SE AVETE BISOGNO DI SAPERE LE CALORIE DI OGNI ALIMENTI QUESTO E’ L’ARTICOLO CHE FA PER VOI, SEMPRE UTILE DA CONSULTARE E DA TENERE A PORTATE DI MANO! =)

—————————————————————

VI ASPETTO NEI MIEI SOCIAL!

 PAGINA FACEBOOK * CANALE YOUTUBE * INSTAGRAM * TWITTER

Vi aspetto anche sul mio CANALE TELEGRAM installate l’app

PER NON PERDERE NESSUNA NOVITA’!

—————————————————————

 
Precedente Insalata valeriana con ravanelli e parmigiano Successivo MENU' 7 GIORNI DA 1300 CALORIE!

Lascia un commento