Sterilizzazione e pastorizzazione casalinga

La Sterilizzazione e pastorizzazione casalinga è uno dei tanti argomenti che incuriosisce e mette tanti dubbi in testa ogni volta che vorremmo conservare qualcosa che ci piace per poterlo riutilizzare in futuro. Ricordo ancora mia madre, che preparava confetture, succhi di frutta e conserve  per tutto l’anno, senza mai aver avuto un problema, ed era un vero piacere consumarle nel periodo invernale. Di seguito vi voglio svelare queste due semplicissime operazioni da compiere per poter utilizzare vasi e vasetti per le vostre conserve.

 

 

Categoria: consigli pratici

Tempo di preparazione: 10 min.

Tempo di bollitura: 10 min. per la sterilizzazione + 30 min. per la pastorizzazione

Difficoltà: facile
Occorrente:

  • vasi e vasetti in vetro
  • acqua bollente
  • canovacci in cotone
  • 1 pentola capiente

 

Procedimento:

Per poter utilizzare i  vasetti in vetro per  conservare, confetture, pomodori, olive oppure quello che più desiderate, è necessario prima di tutto lavarli accuratamente con acqua calda, comprese  le capsule, poi farli bollire in acqua per almeno 10 minuti.  Successivamente, prelevateli con una pinza e fateli scolare a testa in giù su un canovaccio pulito, facendo attenzione a non toccare l’interno con le dita.

A questo punto, invasateli con i prodotti che desiderate, a temperatura ambiente, stando attenti a lasciare circa 1 cm dal bordo ed avvitate le capsule con forza, senza esagerare.

Quindi, coprite i vasi, separandoli,  con i canovacci ed adagiateli su fondo della pentola, riempite con acqua fredda fino a coprire i vasi e portate sul fuoco. Dopo circa mezz’ora dall’inizio del bollore, spegnete e lasciate raffreddare completamente tutti i vasetti prima di prelevarli, in questo modo eviterete che si rompano a causa dello sbalzo termico.

A questo punto, verificate che si sia creato il sottovuoto, premendo al centro delle capsule, se sentite un click, significa che l’operazione è fallita e quindi dovrete ripeterla, con una nuova capsula, se invece il click è assente, il sottovuoto si è creato correttamente.

Per le confetture e le marmellate, il sottovuoto, si può creare anche inserendo il prodotto bollente nei vasi sterilizzati, capovolgendoli a testa in giù e attendendo che si crei il vuoto durante il raffreddamento, poi procedere alla pastorizzazione in ogni caso, per evitare che si sviluppino muffe e batteri.

Se vi è piaciuto questo articolo sulla sterilizzazione e pastorizzazione casalinga, potrebbero interessarvi anche altri consigli pratici, QUI per leggerli tutti.

Vi piacciono le mie ricette? Allora seguitemi sul vostro social network preferito! 🙂  Mi trovate su Instagram  Pinterest Google+  Youtube  Twitter o sulla mia pagina Facebook per non perdere nessuna novità!!?

Precedente Vellutata di patate Successivo Bruschette con cavolfiore

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.