Dedicato a te

Comincio col premettere che questo articolo non è attinente al mio blog, ma lo dovevo scrivere, per rispetto alla persona meravigliosa che mi ha trasmesso la passione per la cucina e che mi ha fatto diventare quella che io sono adesso: la mia MAMMA. Volevo anche giustificare ai miei lettori la mia lunga assenza, ma non riuscivo a mettere nero su bianco le emozioni forti e dolorose che sto provando.

Purtroppo la mia vita da quel giorno fatidico non è e non sarà più la stessa… ne ho sentite tante, ma più di tutte che il tempo allevierà le mie sofferenze, cosa alla quale credo poco, perché ogni giorno che passa è una sofferenza in più e purtroppo, rientrando nella quotidianità mi accorgo che il vuoto della sua assenza è incolmabile… è una voragine senza fine.

Vorrei dilungarmi e parlare di Lei ma, stranamente per come sono fatta io, che spiattello le mie emozioni e i miei sentimenti al mondo intero, che sono come un libro aperto, istintiva, impulsiva e poco razionale, questa volta le mie emozioni e quello che ho dentro voglio tenermeli per me e solo per me.

Quindi, ho preso dal web un articolo che racchiude in sé tutto quello che Lei era e che rispecchia anche i tanti commenti che ho ricevuto dai miei amici che l’hanno conosciuta bene o quelli di semplici conoscenti che l’hanno stimata.

Mamma che dorme

Dedicato a te

“Le donne forti le riconosci, non passano inosservate.
Quando camminano senti la loro presenza, quando arrivano senti che qualcosa cambia.

Non sono donne facili, perché non si accontentano, perché vogliono e cercano qualcosa di più. Non hanno paura delle sfide per trovare ciò che hanno nel cuore, non hanno paura nemmeno di soffrire per inseguire i loro ideali.
Non vogliono piacere a tutti le donne forti, vogliono piacere soprattutto a sé stesse. Quando le donne forti ti guardano non vedi solo i loro occhi. C’è qualcosa di più. È la loro anima che scorgi, ha il colore del sole e la luce della luna.

Quando le donne forti si muovono non c’è solo il loro corpo ma ci sono anche i loro sogni, le loro speranze, la fiducia che hanno in sé stesse e negli altri.

Le donne forti non sono come tutti gli altri, ascoltano anche il loro lato più istintivo, ridono e piangono senza vergognarsi e se ne hanno voglia si siedono per terra o camminano scalze come se fosse la cosa più normale del mondo.
Le donne forti non sono donne che non sbagliano mai ma sono donne che affrontano i loro sbagli con la forza dell’anima. I fallimenti e le sconfitte diventano terreno fertile per imparare, per migliorare. Diventano il luogo dove l’anima trova gli spazi per crescere.
Le donne forti sono in grado di vestirsi di niente ma di sembrare tutto. È la loro anima che le veste, è la forza di sé stesse che le circonda. Ed è proprio questa loro presenza, a volte difficile, che merita di averle conosciute”.

Simona Oberhammer – La Via Femminile

Lei era l’allegria in persona, sempre positiva, propositiva, forte e con una gioia di vivere travolgente… il suo sorriso era contagioso… i suoi consigli preziosi… la sua classe e la sua eleganza innate.

Dicono che una persona non muore mai completamente finché vive nei nostri ricordi, ma io non voglio vivere di ricordi… aspetto solo che Lei mi prenda di nuovo per mano e mi guidi, facendomi vedere tutto in una luce nuova e spero tanto che il suo ed il mio sorriso non si siano spenti per sempre!!!

Niente muore, tutto vive…..

Precedente Pomodori ripieni di riso Successivo Plumcake di mele cremoso

12 commenti su “Dedicato a te

  1. Tesoro che dirti, le parole servono a poco, tu sei una persona meravigliosa e di sicuro lo devi a lei che ti ha fatto crescere così, ti voglio bene.

    Valeria

  2. adriana il said:

    Ciao cara,
    in questo momento non ci sono parole………ti capisco benissimo.
    Anch’io sono rimasta ferma col blog per più di 4 mesi per la perdita immensa e straziante di mio padre con il quale avevo un rapporto viscerale. Capisco il tuo dolore che è anche il mio.
    In questo momento so che i ricordi fanno più male di qualsiasi altra cosa.
    Posso solo dirti che ti sono vicina, che il “tuffarsi a capofitto” in altre attività (proprio come il blog) possono essere l’unico rimedio per cercare il meno possibile di pensare. Un abbraccio immenso!!! <3

    • raffikaelesuemaniinpasta il said:

      grazie Adriana….. purtroppo niente e nulla al momento può distrarmi e può aiutarmi a non pensare, perché è il mio primo pensiero quando apro gli occhi e l’ultimo quando li chiudo….. per non parlare delle giornate lunghe, vuote e ormai senza un senso….. spero di ritornare un pochino quella di prima….. Baci <3

  3. ciao è vero è durissima ci sono passata anche io non ti rassegni mai …..però voglio dirti un’altra cosa la famiglia ne risente i figli sopratutto ti vedono cosi e stanno male pure loro ciao ti abbraccio forte.

    • raffikaelesuemaniinpasta il said:

      è vero Elena….. la famiglia ne risente tantissimo, specie i figli, ma spero di riprendere in mano la mia vita….. forse qualcuno riuscirà a darmi uno scossone e spero che non sia troppo tardi….. un abbraccio anche a te!!!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.