Taralli pugliesi ricetta senza bollitura contiene ricetta tradizionale e con Bimby

Questa mia ricetta Taralli pugliesi nasce dalla voglia di voler trasmettere a dei bambini (durante un campus estivo) le tradizioni culinarie salentine. Ho voluto però apportare una variante alla ricetta classica: TARALLI PUGLIESI SENZA BOLLITURA! Devo ammettere che il risultato è veramente straordinario, croccanti e friabili dal gusto unico.
Sono buonissimi come antipasto, negli aperitivi o da servire nei buffet, magari con salumi affettati di ogni tipo o formaggi.
I bambini li adorano e li mangiano contenti come fossero patatine perchè sono saporiti, potete prepararli con semi di finocchiorosmarino o olive.
I taralli si preparano senza lievito, perciò potete utilizzare anche farine più grezze come l’integrale o come nel mio caso la farina tipo 1 macinata a pietra, così avranno anche un sapore più rustico.  La ricetta può essere anche proposta ai vegani perchè non contiene derivati animali, l’ingrediente principale è l’olio extra vergine di oliva, che li rende friabili e conditi perfettamente.

  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzionitanti taralli
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gfarina 1
  • 200 mlvino bianco secco
  • 130 mlolio evo
  • q.b.sale

Preparazione

  1. Per preparare i taralli pugliesi senza bollitura non serve molto tempo. Innanzi tutto pesate olio e vino e mettetelo a scaldare in un pentolino per 1 minuto, non deve bollire.

    Setacciate le due farine in una ciotola e mescolatela insieme al sale. Versate nelle farine il vino e l’olio mescolati e iniziate ad amalgamare. Otterrete un impasto molto morbido. Impastate fino ad avere un impasto elastico e omogeneo. Fate riposare 30 minuti coprendo l’impasto con pellicola. Intanto foderate la teglia con carta forno e impostate a 200 gradi il forno.

    Riprendete l’impasto poco per volta e stendendolo con il palmo delle mani formate un cordoncino di circa 1 cm di diametro.

    Tagliate il cordoncino in pezzi di circa 10 cm e unite gli estremi dei cordoncini formando una ciambellina.

    Disponete i taralli nella teglia mam mano che li preparate. Proseguite fino ad esaurimento del l’impasto.

    Infornate così i taralli ottenuti nel forno ormai caldo (200 °C statico) e fate cuocere per 25 – 30 minuti.

    Per verificare la cottura dei taralli basterà aprire il forno, prenderne uno e verificate che la parte che sta a contatto con la carta da forno sia ben dorata. La parte superiore deve essere ambrata.

    Ecco che i vostri taralli sono cotti, allora estraeteli dal forno e fateli raffreddare prima di mangiarli.

    I vostri taralli pugliesi senza bollitura  sono pronti per essere gustati.

    Potete conservare i taralli in una scatola di latta o in un barattolo di vetro, si conservano perfettamente fino a una settimana.

  2. RICETTA TARALLI PUGLIESI BIMBY

    Mettere tutti gli ingredienti nel boccale e impostare 3 minuti velocità spiga

    Una volta preparato l’impasto, lasciare riposare per almeno 30 minuti avvolto da pellicola.

    Formare dei filoncini di impasto e chiudere come se volessimo realizzare delle piccole ciambelle;

    Preriscaldare il forno a 200 gradi;

    Mettere i taralli in una teglia e infornare 25/30 minuti a 200 gradi.

    Lasciate raffreddare i taralli e una volta freddi conservateli in una scatola di latta o in un barattolo di vetro, si conservano perfettamente fino a una settimana.

Note aggiuntive

Non essendoci lievitazione nei taralli potete utilizzare anche le farine deboli, fra gli ingredienti vi ho indicato le più utilizzate ma potete sostiturle con una tipo 2 o una farina integrale, meglio evitare la “00” o farine più raffinate per dolci. – Potete utilizzare un olio di oliva o di semi se non avete l’extra vergine. – Se non vi piacciono i classici semi di finocchio potete aggiungere peperoncino, olive denocciolate tritate finemente.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!
Precedente Ricetta Salsa di pomodoro fatta in casa ricetta classica e bimby Successivo Come cuocere le castagne per un ottima pulitura

Lascia un commento