Pizza rossa romana sottile e croccante

Pizza rossa romana sottile e croccante o a detta di molti in questo periodo pizza rossa tipo Roscioli

Non è che io non voglia chiamarla pizza Roscioli , perchè non ho nessun problema a dare a Cesare ciò che è di Cesare ma quando io ero piccola a Roma ( e quindi parecchio tempo fa ) di Roscioli non si sentiva proprio parlare ancora .

Io ho imparato ad amare questa pizza perchè era quella che trovavo dal fornaio sotto casa , Fausto , e che spesso era la mia merenda a scuola .

Per chi non la conoscesse questa pizza è particolare, è sottile ma ben lievitato , friabile più che dura … unta sopra ma asciutta sotto … una delizia vera e propria e così diversa dalle classiche pizze in teglia che comunemente vengono associate all’idea di pizza romana . Questa pizza rossa tipo Roscioli è diversa da tutto quello che mangerete nelle altre città ve lo assicuro .

 

  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    30+lievitazione minuti
  • Cottura:
    14/15 minuti
  • Porzioni:
    6 persone
  • Costo:
    Molto Basso

Ingredienti

  • farina forza 330 1 kg
  • acqua fredda 750 g
  • Lievito madre ((in alternativa 2 gr di lievito di birra secco )) 200 g
  • Sale 4 cucchiaini
  • farina maltata o malto diastatico 2 cucchiaini

per condire

  • pomodori pelati frullate q.b.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Origano q.b.
  • Sale q.b.

Preparazione

  1. Ok ,devo come ogni volta ripetere il mantra che il lievito madre va usato rinfrescato e raddoppiato perchè questa ricetta non va fatta con esubero

    Io ho iniziato il mio impasto verso le 16 quindi fate in modo di rinfrescare verso mezzogiorno .

    Rinfrescare più tardi ed iniziare quindi più tardi l’impasto non vi creerà nessun problema perchè va comunque fatto riposare in frigo.

     

  2. Iniziate mettendo in planetaria la farina e circa 650 gr di acqua e fate riposare per circa 30 minuti dopo aver mescolato come nella classica autolisi .

    Trascorso questo piccolo tempo di autolisi aggiungete il lievito a pezzetti ed iniziate ad impastare .

    Quando si sarà creata una buona maglia glutinica unite a filo il resto dell’acqua e infine il sale .

    Spostate l’impasto in un contenitore con i bordi leggermente unti e lasciate a temperatura ambiente per un paio di ore .

    la lievitazione deve partire quindi dovrete notare che l’impasto inizia a crescere .

    In estate potrebbe volerci solo un’ora ed in pieno inverno potrebbero servirne anche due e mezza .Insomma aspettate che il vostro impasto inizi a crescere e mettetelo a riposare in frigo .

     

  3. Il giorno dopo verso l’ora di pranzo controllate l’impasto che riposa in frigo ,NON dovete portarlo a raddoppio ma andrà bene un 1,5 .

    Stagliate anche da freddo non ci saranno problemi .

    per regolarvi su quanto impasto mettere nella teglia ( perchè dovrà essere molto sottile ) fate questo calcolo:

    l’area della teglia X 0,3 ( o al massimo 0.35)

    Lasciate raddoppiare i panetti in ciotoline singole .

     

     

  4.  

    Quando i panetti saranno raddoppiati accendete il forno impostandolo su 250°

    Stendete l’impasto  su un piano usando solo semola e poi spostatelo in una teglia leggera ed antiaderente

    frullate i pomodori pelati ,salateli e conditeli con olio extravergine di oliva.

    coprite la superficie della pizza e poi aggiungete un pò di origano .

    Portate in forno e cuocete per circa 12 minuti a contatto con il pavimento del forno e poi gli ultimi due minuti spostateli nella parte più alta, sotto la resistenza superiore .

     

  5. Appena sfornata la pizza spennellatela con olio per lucidarla per bene e poi spostatela su una gratella per farla diventare ancora più croccante .

     

  6. Ovviamente nello stesso modo potrete fare anche la pizza bianca ma quella vi consiglio di farla leggermente più alta quindi moltiplicare l’area della teglia per 0,35/0,40

     

    questa è una variante della pizza romana ,la versione classica bianca la trovate qui

     

     

Note

Seguimi su Facebook 

Lascia il tuo “mi piace” sulla mia PAGINA FACEBOOK  , ti basterà lasciare il tuo like e selezionare “Mostra per primi” e non ti perderai nessuna mia ricetta .

Seguimi sui miei gruppi

per parlare insieme di cucina in generale cliccando qui

o di pasta madre nello specifico iscrivendoti qui

Su Instagram

Ti basta cliccare qui per seguirmi sul mio profilo e chiacchierare anche lì

Su Youtube

Iscriviti al mio canale per non perdere nessun video sulla panificazione e la pasta madre

Precedente hamburger di ceci vegetariano Successivo Pasta con pomodorini confit ed acciughe

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.