Crea sito

Seppie in umido, tenerissime

Seppie in umido Ortaggi che passione

Qualche anno fa ho mangiato in un’osteria di Caorle delle seppie in umido tenerissime. Curiosa ho chiesto la ricetta alla proprietaria che gentilmente mi ha svelato i segreti per un’ottima cottura.

Prima di tutto occorre procurarsi una seppia freschissima.

Non bisogna aggiungere sale durante la cottura ed invece va utilizzato l’aceto.

Seppie in umido Ortaggi che passione

Seppie in umido

 

Ingredienti per 4 persone

  • 1 seppia freschissima (da 1 kg o più)
  • 1 cipolla
  • olio extra-vergine d’oliva
  • ½  bicchiere di aceto di vino bianco
  • prezzemolo (facoltativo)

 

 

Farsi pulire dal pescivendolo la seppia (toglierà l’osso, le interiora con il sacchetto dell’inchiostro, gli occhi e il rostro). Se lo desiderate potete chiedergli di tenervi da parte l’inchiostro, che potete utilizzare per altre preparazioni (potete congelarlo).

Tagliare la cipolla e soffriggerla nell’olio evo. Spegnere e farla raffreddare.

Nel frattempo sciacquare bene sotto l’acqua corrente la seppia ed eliminare la pelle. Tagliarla a tocchetti, compresi i tentacoli e  scolare.

Poi aggiungere la seppia alla cipolla raffreddata e accendere il fuoco vivace. Unire l’aceto di vino bianco e sfumare per circa 5 minuti. Le seppie butteranno fuori la loro acqua. Lasciare sobbollire a fuoco medio/basso per circa 1 ora.

A fine cottura, se necessario aggiungere il sale, il pepe e il prezzemolo tritato finemente.

Servire le seppie in umido calde magari accompagnate da della polenta o su dei crostoni di pane dorato.  La scarpetta è d’obbligo.

Di seguito la ricetta di un altro modo per rendere questo mollusco morbido

SEPPIA LESSATA in PENTOLA A PRESSIONE

Pulire bene la seppia e dividerla in pezzi grandi. Porla in una pentola a pressione  e aggiungere solo l’acqua necessaria per coprirla a filo. Aggiungere un cucchiaio d’aceto bianco (o vino bianco) e gli aromi a scelta tra: aglio, alloro, carota, cipolla, sedano…

Cuocere per 20 minuti dal fischio, una volta terminato il tempo spegnere il fuoco sotto la pentola a pressione e lasciarla sfogare da sola. Estrarre la seppia, sgocciolarla e tagliarla a pezzi.

Porre la seppia in una capiente ciotola e condirla in insalata con: limone, olio extra vergine di oliva e in base alle preferenze anche poco aglio e prezzemolo tritato. Servire la seppia lessata: calda, tiepida o fredda.

Facebook

Pubblicato da Sara Grissino

Cuoca green, seguo la stagionalità degli alimenti nella preparazione dei miei piatti. Amo conoscere, sperimentare in cucina i prodotti della campagna e non solo. Solare, mi piace stare in mezzo alla gente, condividere emozioni ed imparare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.