Crea sito

Refrontolo, Città del vino. Degustazione vini Passiti

Refrontolo, Città del vino. Degustazione vini Passiti italiani

Refrontolo (Treviso – Veneto) è un paese nell’Altamarca trevigiana confinante con le spettacolari montagne della provincia di Belluno. Refrentolo, denominato isola del Marzemino, è un bellissimo comune che ospita il romantico Molinetto della Croda da visitare assolutamente se siete in zona, qui alcune foto del Mulino nelle varie stagioni dell’anno. Nella visita si può assistere all’antica macinazione a pietra della naturale farina Mais biancoperla.

Refrontolo pur essendo nel territorio del Prosecco DOCG e DOC, ha un antico vitigno di Marzemino che storicamente è prodotto nella versione Passito. Il Refrontolo Passito IGP si ottiene dalle uve di Marzemino quasi in purezza (95%) che vengono raccolte e fatte appassire per la produzione di un vino dolce di notevole pregio, chiamato anche il vino di Mozart (o Perla nera, Berzamino, Barzemin e Bassamino), perché citato nel secondo atto dell’opera del “Don Giovanni” di Wolfang Amadeus Mozart con la frase “Versa il vino! Eccellente Marzimino!“.

Per conoscere come si produce il  secolare Marzemino di Refrontolo, leggere qui.

Ogni autunno dal 2014, Refrontolo (due fine settimana nel mese di ottobre o novembre), ospita all’interno della storica Barchessa di villa Spada la Rassegna nazionale dei Marzemini e dei vini Passiti dell’associazione nazionale Città del vino, quest’anno (2018) è arrivata alla quinta edizione.

Refrontolo

(foto di Villa Spada)

Refrontolo - Villa Spada

Novembre 2018. La Villa Spada con i suo storici arredi è attualmente parzialmente visitabile. Loredana Collodel racconta che da poco eletta donna Sindaco di Refrontolo riceve una telefonata dal Notaio Giovanni Candiani di Venezia che le dice di voler donare al Comune una parte consistente della Villa Spada, lei incredula crede sia uno scherzo e in un primo momento non asseconda questa eventualità, che poi si dimostrerà vera.

(foto del Sindaco all’entrata della Casa Rossa del complesso di Villa Spada)

Refrontolo - Sindaco Loredana Collodel

La storia racconta che la sera del 29 ottobre 1918, nella fuga precipitosa gli austriaci scagliarono un ultimo proiettile di granata su Refrontolo, di cui è ancora visibile il notevole buco su una sua facciata appena restaurata.

Refrontolo, Città del vino. Degustazione vini Passiti italiani

Refrontolo, Città del vino. Degustazione vini Passiti italiani ORTAGGI che passione - Sara Grissino

Degustazione guidata del vino Passito italiano

Questa per me è stata la prima volta che ho partecipato ad una degustazione guidata del vino. E’ stata molto piacevole e contrariamente a quanto pensavo non ho avuto nessun problema di sbandamento dovuto all’alcool. Ringrazio per questa opportunità Zeta group.

La sommelier che ci ha guidato in questo interessante viaggio era molto brava e professionale. Ci ha fatto assaporare nei bicchieri da vino, una alla volta i seguenti Passiti bianchi e rossi abbinandoli con dei formaggi della Cooperativa Agrincansiglio.

La Cappucina (2017)

Caratteristiche

14° gradi
Prosecco Glera, vino bianco Passito

Colore dorato che evoca alla vista e al gusto il miele di acacia. Al naso molto fruttato e piacevole. Gusto mieloso, di canditi e frutta secca. Lascia in bocca un retrogusto di mandorla amara.

Ottimo abbinato alla caciotta affumicata

Alvio Pestarino

Caratteristiche

14° gradi
Vigneto Cortese, vino bianco Passito

Succo dal colore ambrato e dalla consistenza densa. Al naso è un trionfo di frutta esotica.  In bocca è dolce e piacevolmente tannico, ricorda lo zucchero caramellato, i canditi, gli agrumi e la frutta esotica molto matura. Lascia un ricordo di mandarino.

Ottimo abbinato a del formaggio stagionato

Polla del duca – Lucca (2008)

Vin Santo del Chianti, vino bianco Passito

Caratteristiche

Succo dal colore brillante e dalla consistenza liquorosa. Al naso è profumatissimo e dolce. In bocca ha un gusto intenso, ricorda la liquirizia, la vaniglia e lascia un retrogusto di mandorla amara.

I tempi per produrre il vin Santo sono lunghi e i grappoli sono sottoposti ad un processo di appassimento che dura anni (4 anni di sosta, per questo vino specifico) durante i quali perdono il 45 per cento dell’acqua e nel contempo aumenta la concentrazione degli zuccheri. Viene posto in botti piccole (barrique) dove precedentemente si conservava del vino rosso.

Recioto della Valpolicella (2015)

Vino rosso Passito

Caratteristiche

Da servire a temperatura ambiente, sui 18°.

Succo dal colore rosso rubino profondo. E’ un vino corposo che riempe la bocca e non cade. Al naso è profumatissimo, speziato, intenso e dolce. In bocca ha un gusto amabile, rotondo, pieno e fruttato: frutta rossa, litchi, corbezzolo, prugna, rosa canina, pepe rosa…

Ottimo abbinato a formaggi teneri.

Le sue uve sono composte da tre differenti vitigni: 75% Corvina e in percentuale minore da Molinara e Rondinella. Per disciplinare è un vino che deve sostare nelle botti barrique almeno per 4 – 5 mesi e 3 mesi in vetro (bottiglia).

Refrontolo rosso di Marzemino (2015)

Vino rosso Passito raro (il mio preferito)

Caratteristiche

Da servire ad una temperatura di 14° – 15°.

Succo dal colore rosso rubino con orli violacei. Al palato: amabile, armonico, moderatamente dolce, morbido, sapido, vellutato che riempe la bocca e non cade. Il profumo è ricco e delicato con note di mora di rovo, frutti di sottobosco, marasca e prugna sotto spirito. Al naso è profumatissimo, speziato, intenso e dolce. In bocca ha un gusto amabile, rotondo, pieno e fruttato: frutta rossa, litchi, corbezzolo, prugna, rosa canina, pepe rosa…

I suoi grappoli migliori (con buccia grossa e perfetta) sono raccolti poco prima della maturazione e vengono posti sulle graticole ad essiccare. Il Refrontolo Passito si può considerare maturo nei 10-12 mesi di vita. Per disciplinare è un vino che deve sostare gli ultimi 3 mesi in vetro (bottiglia).

.

Per restare informato sulle ultime ricette di ORTAGGI che PASSIONE seguimi su FACEBOOK o su INSTAGRAM o su TWITTER.

Copyright © Ortaggi che passione by Sara

Pubblicato da Sara Grissino

Cuoca green, seguo la stagionalità degli alimenti nella preparazione dei miei piatti. Amo conoscere, sperimentare in cucina i prodotti della campagna e non solo. Solare, mi piace stare in mezzo alla gente, condividere emozioni ed imparare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright © 2013 - 2019 all rights reserved - ORTAGGI CHE PASSIONE by Sara