Fritole venete, le mie frittelle veneziane ricotta e mele

Le fritole venete sono le tradizionali frittelle di Carnevale veneziane preparate a Venezia e dintorni nel periodo più caratteristico della città lagunare. La mia ricetta è veloce, semplice e soffice soffice perfetta per ottenere delle fritoe morbide e profumate. Un dolce fritto e molto goloso. La ricetta che amo seguire è quella della mia amica Silvana, grande cuoca e donna veneta da sempre.

Fritole venete, le mie frittelle ricotta e mele ORTAGGI che passione by Sara Grissino
  • Preparazione:20 minuti
  • Cottura:30 minuti
  • Porzioni:circa 45 – 50 pezzi d.4 cm

Ingredienti

  • 250 g Ricotta (meglio se confezionata)
  • 3 Uova piccole (circa 150 g)
  • 150 g Zucchero
  • un pizzico Sale
  • 1 mela grattugiata alla julienne (circa 150 g)
  • 300 g farina bianca (0 o 00)
  • la buccia grattugiata di un limone o arancia bio (o al naturale)
  • succo 1 arancia media (circa 80 g)
  • mezza bustina Lievito in polvere per dolci (g 8)
  • abbondante Olio di semi di arachide (per friggere)
  • q.b. Zucchero a velo (per decorare)

Preparazione

  1. Fritole venete, le mie frittelle veneziane ricotta e mele ORTAGGI che passione

    Fritole venete

    frittelle veneziane ricotta e mele

     

    Preparare tutti gli ingredienti: togliere le uova (3) e la confezione di ricotta (g 250) dal frigorifero, setacciare la farina (g 300) con il lievito in polvere (8 g), pesare lo zucchero (g 150), lavare un limone (o arancia), spremere il succo dell’arancia (e/o limone), grattugiare una mela (media) alla julienne e versarci sopra il succo di un’arancia e la buccia del limone.

    In una ciotola, porre tutti gli ingredienti in ordine: ricotta, uova, zucchero, un pizzico di sale e mescolare. Poi aggiungere la mela grattugiata con il succo dell’arancia e la buccia di limone, quindi incorporarli al composto. Per ultimo aggiungere la farina con il lievito ed amalgamare tutti gli ingredienti con una spatola per dolci.

    In una padella d’acciaio (o nella friggitrice) porre abbondante olio di semi e portare dolcemente a 160° -170° (controllare o con un termometro da cucina o immergendo nell’olio caldo uno stuzzichino o poche briciole di pane, quando intorno si formeranno tante bollicine l’olio è pronto), una volta raggiunta la temperatura con l’aiuto di un cucchiaio versare delle palline di composto nell’olio. Durante la cottura girare in continuazione le fritole venete per ottenere una colorazione uniforme, una volta cotte togliere con la schiumarola e scolare in un colapasta, poi trasportarle su della carta assorbente.

    Una volta tiepide, cospargere le frìtole con zucchero a velo. Ora non ti resta che gustarle in compagnia, andranno a ruba.

I CONSIGLI di Sara

VARIANTI

  • aggiungere un bicchierino di rum all’impasto per un gusto più aromatico
  • aggiungere una manciata di uva sultanina (circa 100 g) al composto per ottenere delle frittelle più saporite
  • usare il succo di limone invece di quello dell’arancia per un gusto più fresco

Ti posso consigliare, un dolce di Carnevale non fritto: le Maschere di pasta frolla al cacao, divertiti a prepararle con i bambini di casa.

 

TRE VENETE IN CUCINA

Sotto il logo della mia nuova avventura che sto intraprendendo con due esperte blogger:

Cristina di  www.veneto360.land

Paola di     www.iosonopaola.it

seguici per rimanere aggiornata-o sul territorio veneto e le sue tradizioni culinarie

fritole venete - 4 venete in cucina

Per restare informato sulle ultime ricette di ORTAGGI che PASSIONE seguimi su FACEBOOK o su INSTAGRAM o su TWITTER

Copyright © Ortaggi che passione by Sara

Precedente Cavolo verza in padella, ricette per tutti i gusti Successivo MARZO calendario verdura di stagione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.