Panzerotti pugliesi a lievitazione naturale

Panzerotti pugliesi sono delle golosissime mezzelune di pasta lievitata, farcite con pomodoro e mozzarella o altro formaggio filante, e poi fritte. Piatto della tradizione pugliese che ho provato per la prima volta, e si come è piaciuto tantissimo sia a me che a mio marito, non vedo l’ora di rifarlo… è strepitoso!!

Vediamo la ricetta:

Panzerotti pugliesi
  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    qb ore
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

Impasto

  • Farina 0 350 g
  • Semola di grano duro rimacinata 150 g
  • Lievito madre (rinfrescato) 130 g
  • Miele 1 cucchiaino
  • Olio extravergine d’oliva 30 g
  • Sale 10 g
  • Acqua 280-290 g

Ripieno

  • Sugo di pomodoro (o passata) q.b.
  • Mozzarella q.b.
  • Origano q.b.

  • Olio di semi di arachide q.b.

Preparazione

  1. Panzerotti pugliesi

    Per i Panzerotti pugliesi a lievitazione naturale iniziate preparando l’impasto. Lo potete fare con l’impastatrice, planetaria, oppure a mano.

    Io ho fatto in questo modo: ho setacciato le farine dentro la ciotola dell’impastatrce, ho aggiunto il lievito madre rinfrescato e ridotto a pezzettini, (oppure lo potete prima sciogliere con un po’ di acqua presa dalla dose e poi aggiungerlo). Quindi il miele, e circa metà dose di acqua. Ho iniziato a impastare a bassa velocità, dopo un po’ ho unito l’olio e pian pianino dell’altra acqua (qb), fino a ottenere un’impasto abbastanza morbido e ben incordato. Infine il sale.

    Ho tolto l’impasto con le mani leggermente unte d’olio, l’ho pirlato sulla spianatoia per formare una palla, e l’ho trasferito in una ciotola leggermente oliata. Ho coperto l’impasto con pellicola e l’ho fatto raddoppiare (o qualcosina in più). Potete farlo sia a temperatura ambiente che con il passaggio in frigo. Dipende da come vi organizzate.

    Dopodiché ho diviso l’impasto in pezzature di circa 70-80 g, e pirlando ho formato delle palline (circa 15 pezzi). Le ho trasferite su delle leccarde con carta forno e coperte con pellicola. Ho lasciato lievitare a temperatura ambiente per circa 1 ora e mezza.

    Nel frattempo ho preparato il sugo di pomodoro. Se volete la mia ricetta CLICCATE QUI: , oppure usate del sugo di pomodoro pronto o passata di pomodoro.

    Ho tagliato il formaggio a bastoncini.

    Ho steso ogni pallina di impasto abbastanza sottile, formando un cerchio. Quindi ho aggiunto un cucchiaio di pomodoro, qualche pezzetto di formaggio e un po’ di origano.

  2. Panzerotti pugliesi

    Ho inumidito i bordi con un po’ d’acqua e ho chiuso il cerchio a metà formando la mezzaluna. Ho sigillato le mezzelune, prima schiacciando i bordi con i polpastrelli e poi con i rebbi della forchetta, per non far fuoriuscire il ripieno durante la cottura.

    Ho scaldato abbondante olio di semi di arachide, e ho fritto pochi Panzerotti pugliesi per volta, girandoli spesso fino a doratura.

    Una volta pronti li ho tolti con la schiumarola e li ho fatti sgocciolare su carta da cucina.

  3. Panzerotti pugliesi

    Et voilà, i Panzerotti pugliesi sono pronti, serviteli belli caldi. Buon appetito!!

    Seguitemi anche sulla mia pagina di Facebook Nonsolodolce di Lorena, grazie mille!

Note

Per chi non possiede il lievito madre può sostituirlo con 5-7 g di lievito di birra, aumentando la dose di farina di circa 70 g e di acqua di circa 35 g.

Volendo potete anche sostituire la farcitura a vostro gradimento.

Precedente Coppa al mascarpone pesche e amaretti Successivo Risotto ai funghi porcini e verdure

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.