Girelle crema e uvetta con lievito madre

Girelle crema e uvetta ovvero “Pain au raisin” (nome originale francese) sono dei dolci lievitati buonissimi, golosi e genuini. Adatti sopratutto alla prima colazione o alla merenda.

Io ho un bellissimo ricordo di queste meravigliose girelle ❤, le mangiai proprio in Francia un paio di anni fa, quando sono stata in vacanza in Bretagna. Me le ricordo ancora, erano verramente eccezionali, golosissime,  fragranti e profumate!!! ❤

Girelle crema e uvetta (con lievito madre)

Le Girelle crema e uvetta si possono preparare con una semplice pasta brioche, brioche per danesi, oppure con pasta per croissant (quelle originali).

Io ho scelto di farle con pasta brioche per danesi, che si differenzia da quella semplice, per il solo fatto che il burro viene prima montato con lo zucchero semolato e poi aggiunto alla fine.

Le mie, come tutti i lievitati le preparo sono con il lievito madre. Per chi non lo avesse, può sostituirlo con il lievito di birra e usarne circa 10-12 g, aumentare la dose di farina di circa 100g e 50 g di liquidi in piu o comunque regolarsi in modo da ottenere un impasto abbastanza morbido.

Girelle crema e uvetta con lievito madre

INGREDIENTI: 

PASTA BRIOCHE PER DANESI:

  • 300 g di farina Manitoba
  • 300 g di farina 00
  • 200 g di lievito madre rinfrescato (io due volte di seguito)
  • 180 g di burro a pomata (morbido)
  • 120 g di zucchero semolato
  • 3 uova grandi
  • 220-230 g circa di latte (io parzialmente scremato)
  • aromi: 15 g di Rum per dolci, 1 cucchiaio di miele, semini di 1 bacca di vaniglia
  • 8 g di sale

PER LA CREMA PASTICCERA:

  • usare una dose di crema pasticcera, con 60 g di farina.. per la ricetta cliccare qui:

PER COMPLETARE:

  • 180 g di uvetta (in alternativa potete usare le gocce di cioccolato)
  • 1 uovo per spenellare

PROCEDIMENTO:

Dopo aver rinfrescato il lievito madre (io due volte di seguito), ho iniziato a preparare l’impasto, in questo modo:

Ho miscelato gli aromi (i semini della vaniglia, il cucchiaio di miele e il rum), qualche ora prima di fare l’impasto in modo che si insaporiscano.

Nella planetaria ho montato il burro morbido con lo zucchero fino ad ottenere un composto gonfio e di di colore chiaro, poi l’ho messo da parte.

Con un mixer a immersione ho frullato i 200 g di lievito madre rinfrescato con una parte del latte (circa 180 g). In questo modo il lievito si osigena ed è più facile da incorporare poi nell’impasto.

Ho setacciato le farine facendole cadere dentro la ciotola della planetaria e ho iniziato a impastare aggiungendo il lievito madre frullato con il latte, un uovo alla volta e poi il latte restante (circa 50 g). Ho fatto incordare bene fino ad ottenere un impasto elastico, poi ho unito gli aromi, fatto amalgamare e quindi ho aggiunto la montata di burro e zucchero (un po’ per volta). Ho fatto inglobare bene e alla fine ho aggiunto il sale, lavorando l’impasto ancora un paio di minuti.

UNA PRECISAZIONE: Con il liquidi bisogna sempre andarci piano e unirli un po’ per volta, perché non tutte le farine assorbono allo stesso modo. Quindi la dose di 230 g di latte è un po’ approssimativa. Alla fine deve risultare un impasto mediamente morbido, ma elastico. Un’altra cosa a cui bisogna fare attenzione è quella di controllare che l’impasto non superi i 26°C, per non avere problemi con l’incordatura. Se si dovesse scaldare troppo basta fare delle pause mettendo l’impasto a raffreddare in frigo e poi continuare.

A impasto finito, l’ho tolto con le mani leggermente unte di burro e diviso in due pezzi. Ho pirlato ogni pezzo e ho formato due palline più o meno uguali.

Girelle crema e uvetta

Ho messo lievitare in due contenitori, con della pellicola leggermente infarinata (per poi poter togliere senza difficoltà).

Ho fatto lievitare a temperatura ambiente per 6-7 ore (sui 20°C). Poi ho messo in frigo per tutta la notte. In questo modo il glutine si distende e l’impasto sarà più facile da manegiare.

Il giorno successivo ho preparato la crema pasticcera con questa ricetta e l’ho fatta raffreddare bene.

Ho lavato l’uvetta e l’ho fatta rinvenire con un po’ d’acqua tiepida e rum per circa 15-20 minuti. Poi l’ho strizzata e asciugata.

Ho tolto l’impasto dal frigo e lasciato ambientare per circa mezz’ora. Dopodiché l’ho steso a circa 1/2 cm. Ho spalmato sopra la crema pasticcera fredda e ho aggiunto l’uvetta. Ho formato il rotolo e l’ho tagliato a fette di circa 1-1,5 cm, con un coltello ben affilato.

Ho posizionato le girelle leggermente distanziate su delle leccarde rivestite con carta forno e ho coperto con pellicola leggermente infarinata.

Ho fatto lievitare in forno spento con luce accesa per circa 3-4 ore. Dopodiché ho spenellato le Girelle con crema e uvetta con l’uovo sbattuto e un goccio di latte.

Girelle crema e uvetta

Ho infornato a circa 190°C (forno statico) per 15-20 minuti (controllate nel vostro forno). Poi fatto raffreddare su gratella.

Girelle crema e uvetta (con lievito madre)

Potete congelare le Girelle crema e uvetta una volta cotte in sacchetti di plastica. Prima di consumarle, basterà scongelarle in frigo e poi scaldarle leggermente in forno. Saranno soffici come appena fatte. Buona colazione a tutti!

Seguitemi anche sulla pagina di Facebook Nonsolodolce di Lorena, vi aspetto! 😍

7 Risposte a “Girelle crema e uvetta con lievito madre”

  1. Buonasera…. Volevo chiederti volendo sostituire la pasta madre con il licoli quale quantitá dovrò usare? Grazie e complimenti per il tuo blog

    1. Buongiorno Sara, grazie del complimento per il blog! Per il licoli.. volglio precisare che non l’ho mai usato, ma ho letto che bisogna dividere la dose di PM solida in tre parti e moltiplicare per due (quello è il licoli da usare) e la differenza è la farina da aggiungere. Esempio: 150:3=50×2=100 | quindi la conversione per 150 g di PM solida è.. 100 g di licoli e 50 di farina. Invece i liquidi rimangono uguali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.