Come rinfrescare il lievito madre

Come rinfrescare il lievito madre – ho deciso di scrivere questo articolo (con video tutorial) per far capire meglio quant’è facile gestire il lievito madre e in questo caso fare un semplice rinfresco.. 😉

Come rinfrescare il lievito

Come rinfrescare il lievito madre

Il lievito madre (in ambito casalingo) va tenuto in frigorifero a una temperatura di circa 4°C, preferibilmente in un barattolo di vetro (senza guarnizione), in quanto produce gas e comunque deve respirare. Per conservarlo e mantenerlo in vita, ha bisogno di essere rinfrescato. Di regola ogni 4-6 giorni.

Il rinfresco consiste nell’aggiunta di farina e acqua al lievito madre. Si fa per mantenerlo in vita ed in salute, di solito si procede prima di panificare. Dopo circa 3-4 ore dal rinfresco, quando sarà un po più che raddoppiato, si potrà usarlo per qualsiasi ricetta di lievitati che prevede il lievito madre.

Il barattolo di vetro non va mai lavato con detersivo. Basta sciacquarlo di tanto in tanto con acqua tiepida e poi asciugarlo, prima di introdurre il lievito.

OCCORRENTE: (la dose da rinfrescare dipende dal utilizzo, comunque in proporzione 2:2:1)

  • 150 g di lievito madre
  • 150 g di farina (io uso la 0)
  • 70-75 g di acqua naturale

Come rinfrescare il lievito madre

PROCEDIMENTO: 

Per rinfrescare il lievito madre io procedo in questo modo:

Tolgo il barattolo del lievito madre dal frigo, circa un’ora prima di fare il rinfresco, in modo che si ambienti un pochino. Tolgo e butto via la parte superiore dove di solito si forma la crosticina, metto sulla bilancia la dose di lievito madre che intendo rinfrescare (di solito 100 g se devo solo rinfrescare, senza panficare), o altrimenti 150-200 g (dipende quanto ne devo usare nella ricetta), poi aggiungo la stessa dose di farina e la metà di acqua naturale. Di regola la proporzione tra lievito madre, farina e acqua è di 2:2:1.

A questo punto impasto brevemente (vedi video qui sotto) e formo una pallina, la sistemo nel barattolo di vetro (io uso quello da 1kg), schiaccio leggermente e faccio un taglio a croce. Chiudo il barattolo (senza guarnizione) e lascio a temperatura ambiente.

Se non mi serve il lievito madre (ma ho fatto solo il rinfresco), lo metto in frigo dopo circa 1-1,5 ore. Se invece devo usarlo per una qualsiasi ricetta, lo lascio raddoppiare (circa 3 ore), prelevo la dose che mi serve e con il resto riaffaccio una pallina, la sistemo nel barattolo e metto in frigo fino al prossimo rinfresco.

A volte si pensa che è difficile da gestire e rinfrescare il lievito madre, che ci sia chissà che lavoro dietro, oppure se non lo rinfreschi in tempo muore. Noooo è veramente duro a morire e comunque anche se doveste dimenticare di fare un rinfresco, niente paura… si può sistemare tutto con tranquillità… niente panico. 😂😉

Per altri consigli su come creare e gestire il lievito madre CLICCARE QUI:

Qui invece trovate il video tutorial su Come rinfrescare il lievito madre:

Seguitemi anche sulla mia pagina di Facebook Nonsolodolce di Lorena, grazie mille!! 😍

Precedente Spaghetti con pollo al curry e verdure Successivo Ricetta Crème caramel

2 commenti su “Come rinfrescare il lievito madre

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.