TARTINE AL SALMONE, UN ANTIPASTO ORIGINALE PER CAPODANNO

Queste tartine al salmone sono un antipasto molto originale e sfizioso per Capodanno e per le feste natalizie in genere durante le quali il salmone è uno dei protagonisti indiscussi delle nostre tavole!

Ho pensato infatti di realizzare un antipasto al salmone che racchiuda in un boccone gusto, eleganza, leggerezza e qualità degli ingredienti. Queste tartine o bruschette hanno soddisfatto in pieno le mie aspettative, buone e sane, belle da vedere e delicate. Insomma il successo è assicurato!

Guarda anche tutti questi

bruschette al salmone
  • DifficoltàMolto facile
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo25 Minuti
  • CucinaItaliana

Ingredienti

200 g salmone affumicato
100 g ricotta fresca
200 g pane ai cereali (filoncini)
1 melagrana
q.b. granella di pistacchi

Strumenti

Passaggi

Taglia la melagrana a metà, tieni da parte un cucchiaio di chicchi del frutto, quindi con uno spremiagrumi ricavane il succo.

Sistema, senza sovrapporle, le fettine di salmone su un piatto, quindi irrora col succo di melagrana. Lascia marinare per circa venti minuti.

Intanto che il salmone sta marinando, taglia il pane a fettine spesse un paio di centimetri.

Riscalda una padella antiaderente, quindi abbrustolisci le fettine di pane un minuto per lato per ottenere una leggera tostatura.

Lavora la ricotta con una forchetta per un minuto, quindi spalma ogni tartina con un cucchiaio della crema ottenuta.

Sgocciola le fettine di salmone una per volta. Ripiegala a metà su sé stessa nel verso della lunghezza fino a formare una striscia doppia di salmone. Infine arrotola dal lato stretto formando una rosellina di salmone.

Sistema la rosellina di salmone su una tartina spalmata con la ricotta e continua in questo modo con le altre bruschette.

Sistema infine le bruschette su un piatto da portata e cospargi con la granella di pistacchi. Decora quindi con i chicchi di melagrana tenuti da parte e servi le tue bellissime tartine al salmone.

4,5 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *