Cudduraci calabresi

I cudduraci calabresi sono dei dolci tipici precisamente del reggino, molto simili a una pasta frolla morbida vengono modellati creando diverse forme, spennellati con l’uovo e decorati con uova sode e codette colorate. In tutta la calabria si possono trovare gli stessi dolci con delle varianti, simili a brioche oppure con nomi diversi da zona a zona come nguti o cuzzupe. Chi prepara questi dolci non li fa solo per se stesso, ma in genere li regala, infatti in passato nella tradizione grecanica, i cudduraci venivano regalati dalla “zita” (fidanzata) al proprio uomo il giorno di Pasqua. Più grandi, decorosi e ricchi di uova erano questi dolci e più grande era l’amore per l’altra persona. Nella scampagnata del lunedì dell’Angelo (detto “pascuni”), i cudduraci nella tavola del reggino non mancano. Ricordo quando a casa dei nonni si accendeva il forno a legna e le zie preparavano questi dolci. Era momento d’ incontro e di festa fra zii e cugini. Queste forme particolari e piene di colori mettevano allegria.

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni1 chilo di biscotti
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1 kgFarina 00
  • 250 gZucchero
  • 250 gBurro
  • 2 bustineLievito in polvere per dolci
  • 2 bustineVanillina
  • 1 pizzicoSale
  • 4Uova intere
  • 1Tuorlo
  • 1 bicchierinoVermouth
  • Buccia del limone grattugiata
  • Latte (se necessario)

Per la decorazione

  • Qualche uovo sodo
  • 1Uovo (per spennellare)
  • Palline colorate

Preparazione

  1. Metti il burro a sciogliere a bagnomaria e intanto in una ciotola rompi le uova con lo zucchero e montale con l’aiuto di uno sbattitore. Quando il burro è quasi freddo versalo nella ciotola delle uova.

  2. Versa in seguito la farina setacciata e tutto il resto degli ingredienti. Quando noti che il composto non può continuare ad essere amalgamato con la frusta elettrica, procedi a mano. Se necessario aggiungi qualche goccia di latte.
    Il composto deve risultare bello sodo. Avvolgilo nella pellicola per alimenti e mettilo in frigo per 1 ora.

  3. A questo punto l’impasto è pronto per essere modellato.
    Munisciti di teglie con carta forno (circa 4). Taglia l’impasto a pezzi e crea delle forme a piacere. Puoi visitare google immagini per prendere qualche spunto.
    Puoi fare forme di colombe, di cuori, polipetti, trecce, cestini ecc.. Io ho composto queste forme perché sono quelle che faceva mia nonna. Crea delle forme medie perché in forno raddoppieranno il loro volume. In alcune potete inserire l’uovo sodo al centro.

  4. Accendi il forno ventilato a 200° C e nell’attesa che arrivi a temperatura spennella i dolci con l’uovo leggermente sbattuto, infine cospargi con delle codette o palline colorate.

  5. Il tempo di cottura varia da forno a forno e dalla grandezza dei biscotti, più o meno dai 25 – 30 minuti e devono essere dorati. Questi cudduraci calabresi sono buonissimi, sopratutto la mattina con il latte.

Note

4,1 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Laura

Sono una ragazza dalle mille passioni. Oggi mi dedico al cucito, domani alla cucina .. poi abbandono tutto e mi dedico alla grafica e alle foto, ma non riesco a far a meno di imparare nuove cose. Troppe passioni!

4 Risposte a “Cudduraci calabresi”

  1. Che belli che sono!
    Anche dalle mie parti (Taranto) si fa qualcosa di simile.
    Le nostre tradizioni non devono essere mai dimenticate, sono un grande patrimonio.
    Un abbraccio e buona Pasqua

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.