Crea sito

PANDORO SFOGLIATO

Il pandoro sfogliato delle sorelle Simili è una ricetta che ho trovato girovagando qua e la in internet. Ho voluto provarlo, perché è una ricetta diversa dalla mia (la trovate qui) che è preparata con il Bimby. Questo pandoro sfogliato l’ho preparato usando la planetaria e seguendo scrupolosamente la ricetta, ottenendo un ottimo risultato. Morbido, profumato, non troppo dolce e golosissimo!

 pandoro sfogliato
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di riposo14 Ore
  • Tempo di cottura35 Minuti
  • Porzioni1 stampo da 1 kg
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti per la preparazione del pandoro sfogliato

LIEVITINO

  • 60 gAcqua tiepida
  • 50 gFarina Manitoba
  • 1 bustinaLievito madre disidratato (io ho usato marchio Esselunga)
  • 1 cucchiainoZucchero
  • 1Tuorli

PRIMO IMPASTO

  • 200 gFarina Manitoba
  • 30 gBurro
  • 25 gZucchero
  • 1 bustinaLievito madre disidratato (io ho usato marchio Esselunga)
  • 2 cucchiainiAcqua
  • 1Uova

SECONDO IMPASTO

  • 200 gFarina Manitoba
  • 100 gZucchero
  • 2Uova
  • 2 bustineVanillina
  • 1 pizzicoSale
  • 140 gBurro a temperatura ambiente (per sfogliare)

Strumenti

  • 1 Planetaria Io uso mod. Bosch
  • 1 Mattarello
  • 1 Teglia per pandoro da 1 Kg
  • 1 Bacinella

Preparazione del pandoro sfogliato

Io ho usato il lievito madre disidratato in bustine, che ho trovato al supermercato. Se lo acquistate anche voi per la preparazione del pandoro sfogliato, controllate sempre la grammatura che vi viene consigliata, e che solitamente è scritta sulla confezione.
Potete usare il LIEVITO di BIRRA, nel lievitino vi serviranno 15gr da sciogliere in acqua, mentre per il primo impasto ve ne serviranno 3gr.
  1. LIEVITINO: Nella ciotola della planetaria mettere il lievito sciolto nell’acqua insieme allo zucchero, al tuorlo e alla farina. Mescolare bene con la frusta fino ad ottenere un composto liscio e ben amalgamato. Coprire la bacinella con la pellicola e far lievitare fino al raddoppio. Più o meno ci vorranno 1 o 2 ore. (il mio ha lievitato dalle 8.30 alle 9.30)

  2. PRIMO IMPASTO: Aggiungere al lievitino l’altro lievito sciolto in due cucchiai di acqua. Aggiungere lo zucchero, la farina e l’uovo, lavorare con il gancio per circa 5 minuti, poi unire il burro e impastare per altri 10 minuti a velocità media (io velocità 3). Coprire con la pellicola e lasciare lievitare fino al raddoppio del volume, ci vorranno dalle 2 alle 3 ore (il mio ha lievitato dalle 9.45 alle 10.45)

  3. SECONDO IMPASTO: Unire all’impasto le uova, lo zucchero, la vanillina, il sale e la farina. Lavorare l’impasto a media velocità (io velocità 3 poi 4) per circa 30 minuti, o fino a quando inizierà a incordarsi. Mettere poi l’impasto in una ciotola unta di burro e fare lievitare fino al raddoppio del volume. Ci vorranno dalle 2 alle 3 ore. (il mio ha lievitato dalle 11.15 alle 14.00)

  4. Una volta che ha lievitato, mettere la bacinella in frigorifero per almeno 40 minuti. Trascorso il tempo rovesciare l’impasto sul piano di lavoro. Con il mattarello stenderlo a forma di quadrato e mettere al suo interno il burro a pezzi. Richiudere con i quattro angoli portandoli al centro in modo da chiudere il burro nell’impasto.

  5. Prendere il mattarello, spianare l’impasto in un rettangolo e poi ripiegare in tre. Mettere in frigorifero a riposare per 20 minuti. Ripete questo passaggio per altre 2 volte. Alla fine, con le mani imburrate formare una palla e riporla nello stampo da pandoro precedentemente imburrato.

  6. Far lievitare l’impasto fino al bordo. Ci vorranno fino a 8 o massimo 10 ore. (il mio ha lievitato dalle 16.00 alle 23.30).Poi cuocere in forno caldo a 170° statico per circa 35-40 minuti. Se durante la cottura si colorisce troppo in superficie, ricoprire con la carta stagnola. Lasciare intiepidire e poi sformare. Farlo raffreddare bene e cospargere con zucchero a velo.

NOTE

Il pandoro sfogliato si conserva in un sacchetto di plastica per alimenti, per un massimo di quattro giorni.

Potete usare anche uno stampo da 750gr. Quando metterete l’impasto nella teglia dovrete pesarlo e usarne dai 750 agli 800 grammi. Quello che avanza potete suddividerlo in pirottini da muffin per esempio.

Potete seguirmi su FACEBOOK cliccando QUI e lasciando il LIKE alla pagina

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da ledolcezzedimammanene

Sono una "pasticciona" sempre con le mani in pasta... Mi diverte cucinare per le persone che amo, e adesso lo posso fare a tempo pieno! La mia passione, l'amore per il cibo e per la cucina mi è stato trasferito dalla mia nonna, che giornalmente preparava pasta fresca e leccornie per tutti. Cucinare e pasticciare mi rilassa... ma non sono sola, con me c'è il mio inseparabile Bimby!!! Un aiuto indispensabile!!! Adesso posso dire grazie nonna... grazie bimby ;) vi lovvo!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.