GATEAU DI PATATE IN CROSTA

Il Gateau di patate in crosta è un secondo piatto a base di patate, insaccati e formaggio racchiusi in un croccante guscio di pasta sfoglia. E’ la ricetta del gateau partenopeo, ma con un qualcosa in più che lo rende goloso e sfizioso. Se invece volete optare per la classica ricetta senza la pasta sfoglia basterà seguire l’intero procedimento e non usarla.

GATEAU DI PATATE IN CROSTA

GATEAU DI PATATE IN CROSTA

Ingredienti

  • 700gr di patate (peso da pulite)
  • 40gr di parmigiano o grana
  • 100gr di prosciutto cotto a cubetti o fette
  • 100gr di speck a cubetti o fette (oppure salame, come da ricetta originale)
  • 1 mozzarella (125gr)
  • 1 uovo
  • sale e pepe q.b.
  • un pizzico di noce moscata
  • 50gr di panna fresca o vegetale da cucina
  • 1 rotolo di pasta sfoglia rotonda

Se realizzate il classico gateau vi servirà una teglia quadrata di circa 20cm x 20cm. Bisognerà imburrare bene e poi cospargere con pangrattato prima di travasare all’interno il gateau.

CON BIMBY

  1. Per prima cosa bisogna cuocere le patate al vapore. Prendere le patate, sbucciare e tagliare in quattro parti. Mettere nella campana del Varoma. Nel boccale invece versare 500gr di acqua, chiudere con il coperchio e posizionare sopra il Varoma. Cuocere per 20 minuti velocità 1 temperatura Varoma. Controllare con una forchetta se sono cotte e mettere da parte, altrimenti proseguire ancora per qualche minuto.
  2. Asciugare il boccale. Mettere all’interno il grana e tritare a velocità 7 per 10 per 5 secondi. Aggiungere le patate, l’uovo, la panna, il sale, il pepe, la noce moscata e mescolare a velocità 3 per 10 secondi. Unire la mozzarella a cubetti, il prosciutto a cubetti e lo speck a cubetti. (Se si usano a fette bisognerà tagliarli a listarelle). Mischiare Antiorario Velocità 2 per 10 secondi. Aprire il boccale e dare una mescolata con la spatola.
  3. Prendere una teglia e ricoprire il fondo con la pasta sfoglia. Fare un bordino e poi bucherellare il fondo. Versare al suo interno il composto e livellare bene con le mani sporche di olio. Cospargere con il grana (o parmigiano) e mettere in forno caldo a 180° fino a quando la superficie sarà completamente dorata.
  4. Servire il Gateau di patate in crosta caldo o tiepido. Anche freddo è buono.

SENZA BIMBY

  1. Per prima cosa bisogna cuocere le patate al vapore. Usare una pentola a pressione, oppure riempire di acqua una padella, adagiare al suo interno le patate e cuocere per 30-40 minuti. Io ho usato il microonde modalità cottura a vapore e ho selezionato 7 minuti. Controllare con una forchetta se sono cotte e mettere da parte, altrimenti proseguire ancora per qualche minuto.
  2. Grattugiare il grana e mettere in una ciotola. Tagliare a cubetti la mozzarella e tenere da parte. Se il prosciutto e lo speck non sono a dadini ma in fette, tagliarle a piccoli pezzi. Mettere da parte.
  3. in una bacinella capiente mettere le patate, l’uovo, la panna, il sale, il pepe, la noce moscata e mescolare bene con un cucchiaio di legno. Unire poi la mozzarella a cubetti, il grana grattugiato, il prosciutto a cubetti e lo speck a cubetti. Mescolare bene fino a quando il composto risulti omogeneo.
  4. Prendere una teglia e ricoprire il fondo con la pasta sfoglia. Fare un bordino e poi bucherellare il fondo. Versare al suo interno il composto e livellare bene con le mani sporche di olio. Cospargere con il grana (o parmigiano) e mettere in forno caldo a 180° fino a quando la superficie sarà completamente dorata.
  5. Servire il Gateau di patate in crosta caldo o tiepido. Anche freddo è buono.

Potete conservare il gateau di patate in crosta, già pronto, per poi riscaldarlo al bisogno. Si sconsiglia di prepararlo con troppe ore di anticipo prima di cuocerlo poiché il composto potrebbe annerirsi. Potete utilizzare salumi e formaggi di vostro gradimento.

POTETE SEGUIRMI SU FACEBOOK CLICCANDO QUI

POTETE SEGUIRMI SU TWITTER CLICCANDO QUI

Precedente PASTA CON CREMA DI RUCOLA E GAMBERETTI Successivo RISOTTO AFFUMICATO

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.