Pasta c’anciova

La pasta c’anciova e muddica atturrata (pasta con acciughe e pangrattato tostato) è un’antica ricetta siciliana povera, con ingredienti semplici e gustosissimi.

Si racconta che questo piatto nasce grazie agli emigranti siciliani; trovandosi fuori dalla loro terra e non riuscendo a reperire tutti gli ingredienti per realizzare la pasta con le sarde inventarono questo piatto chiamandolo “pasta a Milanisa”. Utilizzarono parte degli stessi ingredienti della famosa pasta con le sarde,aggiungendo l’estratto di pomodoro che sapientemente veniva lasciato asciugare al sole estivo siciliano e conservavano in dispensa per l’inverno, ed arricchendo il piatto con una spolverata di “muddica atturrata” che spesso troviamo nella cucina siciliana.

PASTA C’ANCIOVA

pasta c'anciova e muddica atturrataPASTA C’ANCIOVA E MUDDICA ATTURRATA

Ingredienti per due persone

  • 120 gr pasta, tipo bucatino
  • 100 gr estratto di pomodoro “Tre Compari”
  • 1/2 cipolla piccola
  • 1 spicchio d’aglio
  • tre acciughe salate o sott’olio
  • un cucchiaio di passoline* e pinoli
  • sale, pepe
  • olio extravergine d’oliva
  • pangrattato q.b.
Procedimento della pasta con acciughe e pangrattato

Sbucciare e tagliare finemente la cipolla. Mettere la passolina in ammollo nell’acqua per circa 10 minuti, prima di utilizzarla sciacquare e scolare. Sciacquare i filetti delle acciughe e privarli delle spine.

In una casseruola capiente versare l’olio extravergine d’oliva e fare imbiondire il trito di cipolla, mantenendo la fiamma bassa unire l’aglio privato dell’eventuale anima interna e le acciughe, mescolare ed appena le acciughe sono sciolte aggiungere l’estratto di pomodoro, due bicchieri d’acqua calda e mescolare per diluire completamente, unire i pinoli e l’uva passa, sistemare di sale tenendo conto della sapidità delle acciughe e lasciare cuocere a fiamma bassa con il coperchio a spiffero per circa 20 minuti.

procedimento pasta c'anciova e muddica atturrata

Preparare la muddica atturrata: in una padella antiaderente capiente versare un filo d’olio, il pangrattato ed un pizzico di sale a piacere, mescolare continuamente fino ad ottenere la tostatura del pangrattato di colore ambrato.

Nel frattempo mettere sul fuoco la pentola con abbondante acqua, appena raggiunge il bollore tuffare la pasta, sistemare di sale e cuocere secondo il tempo riportato nella confezione. Scolare la pasta e mantecare con una parte di condimento. Sistemare la pasta nei piatti, aggiungere altro sugo, ultimare con una spolverata di pangrattato tosato e servire!

* La passolina (uvetta di Corinto) è una varietà particolare di uva passa molto utilizzata nella cucina siciliana per preparare piatti salati, ha un aspetto simile ad un grano di pepe nero ed ha un gusto dolciastro-acidulo, da non confondere con l’uva passa di Pantelleria di colore chiara e dal gusto dolce che viene utilizzata in pasticceria.

Se ti è piaciuta la mia ricetta e vuoi restare aggiornato ti aspetto sulla mia pagina Facebook La cucina di Rosalba

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.