Artigianpiada… eccellenza Romagnola

artigianpiada

Quando nel 2008, con mio marito, allora ancora fidanzato, decidemmo che per Pasqua saremmo andati in Romagna, già sapevo che ce ne saremmo innamorati…
In questo pezzo della nostra bella penisola, c’è qualcosa di inspiegabilmente unico.
Lo si respira passeggiando per le strade, soggiornando negli alberghi, frequentando i locali o stando distesi sulla spiaggia. Sarà la gente di Romagna, la loro armoniosa parlata, magari il liscio che fa da colonna sonora all’estate della riviera o forse l’efficienza ed i servizi di una zona che sa coccolare il turista, accompagnandolo ovunque cercando di non fargli mancare nulla… e poi c’è Lei la protagonista indiscussa delle tavole di Romagna, conosciuta amata e celebrata in Italia e nel mondo… la Piadina o piada, (come comunemente la chiamano i romagnoli).

Tra i primi a citarla è Virgilio nel VII libro dell’Eneide quando scrive di una exiguam orbem, un disco sottile che una volta abbrustolito, veniva diviso in larghi quadretti.
Si tratta di un cibo semplice che nel corso dei secoli ha identificato e unificato la terra di Romagna sotto un unico emblema passando da simbolo della vita rustica e campagnola (“pane dei poveri”) a prodotto di largo consumo.
Tra i cantori della Piadina Romagnola troviamo illustri esponenti della letteratura italiana, come Marino Moretti, Aldo Spallicci (col suo nome ha intitolato la rivista di tradizioni romagnole La Piè da lui fondata nel 1920) e soprattutto Giovanni Pascoli, che la definisce il pane nazionale dei Romagnoli.

“lo straccio balzellò rumoreggiando.
Il bianco fiore ella ammucchiò: col dito
aperse il mucchio, e vi gettava il sale
e tiepid’acqua dal paiuolo avito.
Poci ch’ebbe intriso rimesto l’uguale
pasta e poi la partì: staccò dal muro
il mattarello, strinse il grembiale;
e “le spinate” assottigliò col duro
legno, rotondo, a una a una: e presto
sì le portava ala focolare oscuro.
Vi via la madre ponea sul testo
sopra gli accesi tutoli: e su quello
le rigirava con un lento gesto:
nè cessava il rullio del mattarello.”3

da “Desinare” di Giovanni Pascoli

Fino a cent’anni fa, la Piadina Romagnola era un sostituto del pane a cui si ricorreva tra un’infornata settimanale del pane e l’altra. A partire dagli anni Settanta, alle piadine casalinghe si accompagneranno quelle di produzione artigianale. Nell’area costiera della zona di produzione, e soprattutto nel riminese, si è storicamente diffusa ed affermata la Piadina Romagnola o Piada Romagnola alla Riminese, caratterizzata dal fatto di essere sottile e flessibile fatta con pochi e semplici ingredienti.
La piadina romagnola è inserita nell’elenco dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani della regione Emilia Romagna. Si tratta di un prodotto alimentare composto da una sfoglia di farina di frumento, strutto o olio di artigianpiada 4oliva, sale e acqua, che viene tradizionalmente cotta su un piatto di terracotta, detto teglia (teggia in romagnolo), ma oggi più comunemente viene cotta su piastre di metallo, oppure su lastre di pietra refrattaria chiamate “testo” (test in dialetto).

La piadina quella tradizionale, in tutta la sua semplicità del pane steso col mattarello e cotto sul testo caldo, da farcire in mille modi e subito pronto da gustare, viene ben rappresentata dai prodotti dell’Artigianpiada.

Artigianpiada nasce nel 1994 come tradizionale chiosco della riviera Riminese ma, per la gioia dei nostri palati, nel giro di pochi anni riesce a trasformarsi in un piccolo laboratorio artigianale. Da allora l’azienda non ha più smesso di produrre piadine, anzi aumentando il volume di produzione, diventando oggi, una solida e concreta realtà industriale, con una rete distributiva capillare ed una logistica veloce e puntuale.

Il segreto, che rende speciale Artigianpiada, è che, per la preparazione delle loro piade, seleziona con cura gli ingredienti tutti italiani, li lavora secondo tradizione, senza aggiungere conservanti, né coloranti ed assicura ai propri prodotti freschezza e fragranza durature. Grazie alle certificazioni che garantiscono il meglio sia per la produzione che per la conservazione ed i requisiti igienico/sanitari del prodotto, questa azienda rappresenta un’eccellenza nel campo della produzione delle piadine.artigianpiada 2La gamma di piadine offerte da quest’azienda è molto varia, per soddisfare tutte le diverse esigenze di noi consumatori e, grazie alla sua capacità di sposarsi ad ogni tipologia di sapore e di cucina, è ideale per qualsiasi ricetta.

Ora passo ad illustrarvi nel dettaglio le varie tipologie di piadina:

  • LE FRESCHE Le classiche Piadine Romagnole realizzate in base alla ricetta tradizionale riminese (friabili e con spessore sottile). Senza conservanti né grassi idrogenati, le trovi nel banco frigo!
  • LE BIOLOGICHE sono il prodotto perfetto per chi sposa quotidianamente uno stile di vita alla costante ricerca di qualità e genuinità certificate: l’olio d’oliva e le farine provengono da coltivazioni biologiche e garantiscono un sapore vero.
  • LE TRADIZIONALI Piadine conservabili a temperatura ambiente, realizzato in base alla ricetta tradizionale riminese (friabile e con spessore sottile). Senza conservanti né grassi idrogenati.
  • LE SPECIALITA’ Una base perfetta per una pizza gustosa e veloce da cuocere… in padella.
  • I FARCITI Il meglio delle materie prime italiane, di qualità certificata e filiera corta, diventa sapore inconfondibile nei ripieni di Cascioni e Piadine Farcite.

Arrivati a questo punto dell’articolo, sono certa che vi è venuta voglia di piadina e poi, ora che la bella stagione è arrivata, cosa c’è di meglio che organizzare una cena a base di piadine con amici, oppure preparare preparare un pranzo leggero e gustoso per la vostra famiglia? Allora sbizzarritevi con le tante varietà di Artigianpiada, da un prodotto che non può mancare nelle dispense di tutte le famiglie.
Lasciate che, come è successo a me, l’anima della terra di Romagna invada le vostre tavole con la freschezza e la genuinità delle piadine dell’Artigianpiada!!

Continuate a seguirmi e vi porterò nel fragrante ed artigianale mondo di Artigianpiada, con  tutti i sapori ed i profumi di una lunga tradizione tutta tricolore!!artigianpiada 3Per ogni tipo di chiarimento informazione o, anche per ricevere comodamente a casa vostra i prodotti Artigianpiada vi lascio il sito internet, dove inoltre potrete consultare un vasto e curato ricettario, per le vostre piadine; Inoltre passate dalla loro pagina Facebook, sempre aggiornata!!

Buona piada a tutti!!

Gianna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error

Ti piace il Blog? Condividi le mie ricette ;-)