PINCINELLE fatte a mano con la pasta in esubero.

Da quando ho Freddy ovvero il mio lievito madre (ebbene si gli ho dato un nome) sono sempre alla ricerca di ricette da fare con la pasta madre in esubero. Non sono sprecona, e Freddy e’ vecchio di 150 anni, quindi buttarlo mi dispiace.

PINCINELLE
La storia di Freddy e’ lunga: lui viene dall’est, via Canada, Alaska e New York. Originato in Russia, e’ un lievito madre dalla fragranza dolciastra e non troppo acida, forse iniziato dalla fermentazione di riso. Freddy e’ il mio BFF in cucina, e’ vero, ma non posso mica fare solo pancakes, scones, waffles?

(Se invece volete la ricetta degli scones la trovate qui sotto)
https://blog.giallozafferano.it/growingupitalian/scones-fragranti-con-lievito-madre/

 

Io volevo qualche cosa di salato oggi, allora, ecco fatte le PINCINELLE.

 

Le Pincinelle sono un piatto tipico Marchigiano e Toscano.  Il nome deriva dal fatto che nella cucina povera tradizionale,  un pizzico di impasto del pane veniva rimossa ed usato per fare la pasta. Un pizzico, o come  dicono qui in America un “pinch”.

PINCINELLE

Questa pasta a me piace servita con un sugo molto ricco, per contrastarne la semplicita’. Oggi ho optato per un condimento semplice ma gustoso, con rosmarino e salsiccia, un po’ simile ad una norcina. Veramente buono l’accostamento!  Pero’, non sono male neanche con sugo di pomodori e piselli.

Pincinelle

Allora, facciamo le Pincinelle?

DSCF7883

PINCINELLE

dose per pasta per 4 persone

Ingredienti:

100 gr di lievito madre rinfrescato

250 gr di farina (piu’ per impastare)

75 ml o piu’ di acqua. Secondo quanta ne occorre per ottenere un impasto come quello della pasta tradizionale.

PINCINELLE INTEGRALI

300 G Farina bianca

100 G farina Integrale

150 G di li.co.li

un pizzico di sale

Acqua quanto basta

Pincinelle

 

COME SI FA’

In una ciotola mescolare tutti gli ingredienti, trasferirli su una spianatoia infarinata ed impastare.

Dovrete ottenere una consistenza simile alla pasta acqua e farina tradizionale.

Coprite con una ciotola e lasciate riposare 3 o 4 ore a temperatura ambiente, oppure una notte in frigo.

Ora tagliate l’impasto a fette. Lavorate le fette a cordone (come per fare gli gnocchi) e tagliare i cordoncini ad intervalli di 6 / 8 cm. Oppure, se vi piace di piu’, formare  degli spaghetti lunghi.

Cuocere in abbondante acqua salata e condite con sugo a piacere.

Ecco un’altra gustosa applicazione per la pasta madre in esubero.

PINCINELLE

Enjoy!

Pubblicato da growingupitalian

Salve! Vivo tra due mondi, ma con i piedi per terra. E' un lusso poter scegliere il meglio di entrambi. La vita mi ha fatto questo regalo, e lo voglio condividere con Voi!! Sono nata negli anni 60 in Italia. Il mondo della televisione in Bianco e Nero, senza cibi GMO, senza smart phones. La mia infanzia e' stata costellata di persone incredibili e memorie indelebili della mia famiglia. Ora, 50 anni dopo e 10 mila km di distanza apparte, tutte queste memorie hanno contribuito ad arricchire la mia vita ..dopotutto, una ragazza puo' lasciare l'Italia, ma l'Italia non lasciam mai le sue ragazze!.Hello all. I live in between two worlds (USA and Italy) but I'm really grounded. I believe it's a luxury to be able to pick and choose the best of both. I've been given that gift and I'm sharing it with you. I was born in the 60's in Italy. Black and White pictures, no GMO, no tablets, no computers or cell phones. My childhood was starred by people and memories. It sure takes a village to raise a child...and a great family. I was blessed to have all of the above. Now, fast forward 50 years, 10,000 kilometers away. My life is richer than ever because of my upbringing. I have stories...lots of stories I will share with you. Afterall, A GIRL might leave Italy, but Italy NEVER leaves the girl!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.