TARALLI PASQUALI

I taralli pasquali sono il dolce tipico della Pasqua in Puglia. Una ricetta semplice e tradizionale tramandata di generazione in generazione, contengono molte uova e poi vengono bolliti, infornati e infine passati nel gileppo, una glassa bianca e zuccherina.Gli ingredienti: la farina, le uova, l’olio di oliva, il sale e il bicarbonato. Andiamo in cucina e vediamo come si realizzano.

Taralli Pasquali

INGREDIENTI

5 uova

5 cucchiai di olio

5 pizzichi di sale

un po’ di bicarbonato

500 gr di farina

ESECUZIONE

Mettere le uova in una ciotola capiente e mescolarle bene con olio e sale.

Dopo su di un piano disporre la farina, fare un buco centrale e al centro aggiungere le uova ,

lavorare bene l’impasto fino a renderlo liscio.

Tagliare una parte di impasto a realizzare dei tubolari e poi tagliarli lunghi 8\10 cm circa,

unire le punte e formare dei grossi taralli.

Proseguire così fino alla fine dell’impasto.

Versare in una pentola l’acqua, metterla sul fornello e poco prima di bollire mettere alcuni

 taralli, pochi perchè non si devono avvicinare, devono bollire per 4-5 minuti girandoli spesso.

Proseguire così fino alla fine dei taralli.

Dopo scolarli con una schiumarola  e riporli su di uno strofinaccio, devono asciugarsi, rigirarli spesso.

Quando si saranno rafffreddati e asciugati, fare un’incisione lateralmente con un coltello molto affilato.

In cottura si gonfieranno e si spaccheranno, questo è il passaggio più bello.

Sistemarli uno accanto all’altro in una teglia da forno a 180° per circa 30 minuti, devono diventare dorati.

L’ultimo passaggio è metterli nel gileppo.

Per il gileppo o gilep o glassa di zucchero occorrono: 250 gr di zucchero, 50 ml di acqua, 1 albume, un pizzico di sale e 1 cucchiaino di succo di limone. Mettere l’acqua e lo zucchero in un pentolino e portare a bollore a fiamma bassa. E’ pronto quando, mettendo su due dita una goccia di acqua e zucchero allargandole si forma un filo. Montare l’albume a neve e mettere il liquido ottenuto ancora caldo a filo girando sempre con un cucchiaio. Unire il succo di limone, mescolare e immergere i taralli.

N.B. l’acqua per lessare i taralli non deve mai bollire, se è necessario aggiungere dell’acqua fredda.

Se ti piace questa ricetta continua a seguirmi anche su Facebook, clicca mi piace sulla mia pagina

I MANICARETTI DI NONNA LELLA nozioni di cucina amatoriale, dalla mia cucina alla vostra.

Puoi tornare alla Home per poter leggere tutte le mie ultime ricette.

ALTRE RICETTE TRADIZIONALI DI PASQUA:

La scarcella Pugliese

Colomba Pasquale veloce

Crostata ricotta e amarene

Rustico agnello di Pasqua

Agnello al forno con patate

 

6 Risposte a “TARALLI PASQUALI”

  1. bella questa recetta e bello il tuo blog, io sono lucana ma quasi confinante con la Puglia e molte delle vostre ricette sono anche le nostre, con calma mi spulcerò il tuo blog
    ciao

    1. Ciao, la cottura a 180° per circa 30 minuti…dipende dal forno,devono diventare dorati. Grazie e Buona Pasqua. 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *