Crea sito

Ricetta strozzapreti al limone e piselli

Ricetta strozzapreti al limone e piselli, un primo piatto dal colore giallo che dedico a tutte le donne. Un manicaretto dal gusto delicato e leggero, facile e veloce, l’unica difficoltà è procurarsi la pasta al limone oppure…farla tranquillamente a casa è semplicissimo, occorrono dei limoni biologici.Io ho utilizzato quella già pronta, ne sono rimasta catturata e l’ho acquistata da un negozio specializzato.Un omaggio per la festa della donna. Gli ingredienti: la pasta al limone, l’olio di oliva, la cipolla e i piselli. Andiamo in cucina e vediamo come si realizzano.

Ricetta strozzapreti

Ricetta strozzapreti al limone e piselli

INGREDIENTI per 4 persone:

  • 400 gr di strozzapreti
  • 250 gr di piselli
  • metà cipolla
  • olio di oliva q.

ESECUZIONE:

  • Sbucciare la cipolla, lavarla e grattugiarla con la mandolina a fori larghi.
  • Mettere in un tegame l’olio di oliva, la cipolla e farla stufare lentamente.
  • Unire i piselli e cuocerli per 20 minuti.
  • Nel frattempo versare l’acqua in una pentola e portarla a bollore e lessare la pasta.
  • Tirarla molto al dente e mantecarla con la base di piselli.
  • Se si asciugassero troppo versare un mestolo di acqua di cottura.
  • Amalgamare tutto e impiattare.

Buon appetito!

UN TOCCO IN PIU’: per rendere il sughetto più cremoso, frullare una parte di piselli oppure aggiungere una piccola quantità di panna. Si può anche mettere la buccia del limone grattugiata.

Se ti piace questa ricetta continua a seguirmi anche su Facebook, clicca mi piace sulla mia pagina

I MANICARETTI DI NONNA LELLA nozioni di cucina matoriale, dalla mia cucina alla vostra.

Ti può interessare…Torta mimosa alle fragole e panna   

  Nuvole mimosa

CURIOSITA’– Perchè si chiamano strozzapreti? E’ un formato tipico romagnolo, quando la Romagna e sotto il dominio Pontificio le signore del luogo preparavano questa pasta ai preti,dei buongustai, i mariti gelosi non potevano che augurare che si strozzassero.Da qui l’origine del nome.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *