Uovo a bassa temperatura in pasta kataifi

Cuocere a bassa temperatura può sembrare complicato e difficoltoso ma con strumenti facili da usare e semplici da reperire vi garantisco che tutto diventa semplice e veloce.

Qui puoi trovare tutte le mie ricette cotte a bassa temperatura

Vuoi essere sempre aggiornato sulle mie ricette? Da oggi si può! Basta iscriversi al mio canale TELEGRAM

Puoi seguirmi anche su 
FACEBOOK e INSTAGRAM


  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni2
  • CucinaItaliana

Ingredienti

400 g zucchine
q.b. porro
q.b. olio extravergine d’oliva
q.b. sale fino
pasta kataifi
2 uova

Passaggi uovo a bassa temperatura in pasta kataifi su crema di zucchine

Preparazione uovo a bassa temperatura
Riempite la pentola di acqua e azionate il roner con i seguenti parametri 62 gradi per un’ora. Per la cottura sottovuoto utilizzo questo roner.

Preparazione crema di zucchine
Pulite il porro e tagliatelo ad archetto; lavate le zucchine e tagliatele a macedonia (cubo di 1 cm); mettete un filo di olio in una pentola, aggiungete il porro e fate rosolare per qualche minuto e successivamente aggiungete le zucchine, salate e pepate; aggiungete brodo vegetale oppure l’acqua. Fate cuocere per 10 minuti e successivamente con l’aiuto del minipimer frullate le zucchine; assaggiate e sistemate di sale e pepe.

Questo è il MIXER/MINIPIMER che utilizzo per la preparazione delle mie ricette.

Preparazione pasta kataifi
Accendete il forno a 180 gradi e su una teglia disponete un foglio da carta da forno.
Arrotolate la pasta kataifi formando dei nidi con un buco al centro. Spennellate ogni nido con olio extra vergine di oliva e una spolverata di sale fino. Infornate per 5 minuti. Attenzione alla cottura in quanto sarà molto veloce, la pasta kataifi dovrà diventare dorata e croccante.

Impiattate mettendo come base la crema di zucchine, sopra la pasta kataifi e al centro l’uovo.

Vi consiglio di aprire il guscio solo della parte superiore dell’uovo e poi versarlo direttamente al centro del nido della pasta kataifi. Se lo sgusciate tutto rischiate di rompere il tuorlo.

Per tornare al menu principale clicca gisincucina

/ 5
Grazie per aver votato!