Gnocchi con panna e speck

Oggi vi presento i miei gnocchi con panna e speck.

Le origini dei gnocchi risale ai tempi della scoperta dell’America.

Prima venivano chiamati zanzarelli, poi malfatti ed infine oggi vengono chiamati gnocchi.

Gli gnocchi sono caratterizzati da una forma arrotodata e da una cavità centrale capace di raccogliere meglio i sughi.

 

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    30 minuti
  • Cottura:
    5-6 minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Patate 300 g
  • Farina 200 g
  • Uova 1-2
  • Sale q.b.

Sugo

  • Panna acida 300 ml
  • Speck 200 g

Preparazione

  1. Lavare bene le patate e metterle a cuocere con tuttta la buccia in abbondante acqua salata.

    Pelare poi le patate e passarle nel schiaccia patate.

    Distendiamo il  composto su un piano lavoro.

    Quando sono fredde, aggiungere la farina , un uovo ed il sale ed impastare velocemente.

    Se il nostro composto per i gnocchi con panna e speck non fosse abbastanza omogeneo aggiungere ancora un uovo.

    Infine tirare dei bigoli di pasta e tagliarli allo spessore di 1,5cm.

    Cuocere in abbondante acqua salata. La cottura dei gnocchi con panna e speck sarà pronta quando gli gnocchi saliranno in superficie.

     

  2. Preparare il sugo:

    Mettiamo in una padella lo speck tagliato a dadini con un pò di olio EVO.

    Rosolare e poi aggiungere la panna e lasciare ancora per un minuto o due.

    Quando i nostri gnocchi con panna e speck saranno pronti, li aggiungiamo al sgo e scaldiamo ancora per qualche minuto.

    Buon appettito.

     

Note

BENE , SE TI E’ PIACIUTA LA MIA RICETTA E VUOI CONTINUARE A VEDERNE ALTRE, SEGUIMI SULLA PAGINA FACEBOOK TANTE NUOVE RICETTE OGNI SETTIMANA.

In più se fai la mia ricetta, mandami una foto! Sarei felice di vedere le tue creazioni, o taggami su instagram #dodinafoodstories

Primi

Informazioni su dodinafoodstories

Chi è DODINA? "...Cucinare è come amare, o ci si abbandona completamente o si rinuncia. (Harriet Van Horne)..." Dodina è una ragazza nata nel lontano 31 gennaio del 1993 di nome Teodora. E' una ragazza apparentemente fredda,arogante,lunatica,con grandi sogni nel cassetto e un pò viziata ma con un cuore dolce e tanto romantica. Figlia unica di due genitori a dir poco fantastici. Amo la cucina fin da quando ero bambina. Mi ricordo ancora quando ero piccola e mia madre preparava qualcosa, ero sempre intorno a lei, guardadola, affascinata da quello che faceva. Sono poche le cose mi danno delle emozioni così forti come la cucina; Non importa se sono io a cucinare o se guardo qualcuno mentre lo fa, provo un emozione unica, inspiegabile; Cucinare per qualcuno credo sia il gesto più grande e bello che si possa fare. Credo che attraverso la cucina si riescano ad esprimere meglio le emozioni. Ho sempre pensato che un dolce possa essere più esplicativo, ad esempio, di un fiore per dire ad una ragazza che la si ama, non che i fiori non abbiano il loro fascino! Ce chi a parole fa fatica, come me, ad esternare i suoi sentimenti e allora ecco a voi la risposta: Grembiulino, farina, uova, zucchero, cioccolato, una teglia, un forno.. ed il nostro messaaggio d'amore sarà pronto in massimo un ora. Sforniamo e lo offriamo a chi di dovere... "...Tutto è più facile da dire in una cucina, tutto è sfumato da questa intenzione di condivisione, e l’appetito fa scorrere nuova linfa nelle cose (Serge Joncour)..." Perchè questo Blog? Ho deciso di dare vita a questo blog perchè dopo un pò di mesi di riflessione mi sono proposta di buttarmi in una nuova avventura. Quest'esperienza sarà per me come una sorta di preparazione a ciò che vi svelerò più avanti.. Un blog richiede molto impegno, costanza, presenza e sopratutto CHIAREZZA quando si pubblicano delle ricette. Perciò inizierò questo percorso con la massima attenzione e presenza; Cercherò sempre di essere precisa nelle spiegazioni ed il più chiara possibile. Sarà sempre disponibile per qualsiasi dubbio, perplessità.

Precedente Profiteroles al cioccolato con crema pasticcera Successivo Cheesecake senza cottura e senza formaggio

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.